Categorie

Attualità » Primo piano Stadio Città di Torino: cambio di proprietà, diventerà comunale

Il Consiglio Comunale di Umbertide nella seduta del 30 novembre ha approvato all'unanimità il progetto di fattibilità tecnico-economica e il progetto definitivo per gli interventi di adeguamento funzionale dello stadio “Città di Torino”, al fine far diventare l'impianto di proprietà comunale.   “La proposta che viene portata all'attenzione del Consiglio – ha detto l'assessore ai Lavori pubblici, Alessandro Villarini – è importante e necessaria per avviare il processo di espropriazione dello stadio Città di Torino. Il progetto definitivo ha un importo di 140mila euro provenienti da mutuo acceso dal Comune di Umbertide. Come previsto dal progetto verrà rifatta tutta la recinzione dello stadio. Viene così dichiarata la pubblica utilità dell'opera e viene apposto il vincolo preordinato di esproprio e allineata la parte strutturale del Prg con la parte operativa”.   “Il Città di Torino – come ha ricordato l'assessore - non è di proprietà del Comune ma è di proprietà della Tiberis Srl che nel 1972 aveva dato in gestione al Comune lo stadio. La società risulta non più operativa e attiva, tanto che l'ultimo atto risale al 1976 con la pubblicazione del bilancio, ma legalmente la società non risulta estinta in quanto non c'è un atto di cancellazione dell'iscrizione dal registro delle imprese. Lo stadio Città di Torino rappresenta un patrimonio storico culturale e risorsa imprescindibile per gli spazi delle società sportive del territorio. Per questo è primario interesse di questa Amministrazione consentire alla cittadinanza di poter tornare a fruire dello stadio Città di Torino per rispondere sempre al meglio alle istanze di tutte le società sportive umbertidesi”. Posto in votazione il progetto di fattibilità economica e il progetto definitivo per gli interventi di adeguamento funzionale per far diventare lo stadio “Città di Torino” di proprietà comunale è stato approvato con il voto unanime dei consiglieri presenti.        

30/11/2021 15:13:06 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Il 30 novembre si riunisce il Consiglio comunale

Il presidente Marco Floridi ha convocato il Consiglio Comunale in seduta straordinaria martedì 30 novembre alle ore 9.00 mediante videoconferenza. Questi i punti all'ordine del giorno: 1 - Approvazione verbali sedute precedenti; 2 – Comunicazioni; 3 - Interrogazioni, interpellanze, ordini del giorno; 4 - Programma triennale delle opere Pubbliche 2021 - 2023 ed elenco annuale lavori 2021 – Approvazione 2° Aggiornamento; 5 - Programma triennale delle opere Pubbliche 2021- 2023 ed elenco annuale lavori 2021 – Approvazione 3° Aggiornamento; 6 - Variazione n. 3 al bilancio di previsione 2021/2023; 7 - Variazione n. 4 al bilancio di previsione 2021/2023; 8 - Variazione al bilancio di previsione finanziario 2021/2023. Ratifica della deliberazione di giunta comunale n. 210 del 5 ottobre 2021; 9 - Variazione al bilancio di previsione finanziario 2021/2023. Ratifica della deliberazione di giunta comunale n. 226 del 21 ottobre 2021; 10 - Variazione al bilancio di previsione finanziario 2021/2023. Ratifica della deliberazione di giunta comunale n. 236 del 28 ottobre 2021; 11 - Nomina del collegio dei revisori dei conti per il triennio 2021/2024; 12 - Ricognizione periodica delle partecipazioni pubbliche ex art. 20, D.Lgs. 19.08.2016, n. 175, come modificato dal D.Lgs. 16.06.2017, n. 100: approvazione; 13 - Interventi di adeguamento funzionale stadio "Città di Torino" - CUP I87H20003120004 - Approvazione progetto fattibilità tecnico economica – progetto definitivo ai sensi dell'art. 212 comma 6 della L.R. 1/2015; 14 - Accettazione donazione beni immobili; 15 - Modifica della convenzione della Rete "Terre & Musei dell'Umbria" per la gestione associata dei Musei; 16 - Proposta di deliberazione avente il seguente oggetto: ”Proposta di deliberazione ex art. 23 Regolamento del Consiglio comunale: “Regolamento comunale sui funerali civili e laici ad Umbertide. Istituzione del Tempio civile o Sala del commiato. Integrazione al Regolamento comunale per i servizi funebri e cimiteriali”. I lavori del Consiglio comunale potranno essere seguiti in streaming accedendo al canale Civicam del Comune di Umbertide o cliccando sull'icona “Comune di Umbertide in diretta” presente sul sito istituzionale dell'ente.

29/11/2021 15:12:38 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Primaria di Pierantonio, inaugurata la Scuola Senza Zaino

Alla Primaria a tempo pieno di Pierantonio la "Scuola senza zaino" diventa realtà. Sono state inaugurate questa mattina le prime due classi, l'aula "Sole" e l'aula "Prato", che vedono coinvolte le sezioni prima e seconda dell'istituto. Alla cerimonia hanno preso parte il sindaco Luca Carizia, la dirigente scolastica del I Circolo Silvia Reali, il professor Marco Orsi ideatore del progetto "Scuola senza zaino", la vicesindaco Annalisa Mierla, gli assessori Alessandro Villarini e Francesco Cenciarini, il corpo docente, non docente e gli alunni della scuola primaria di Pierantonio, le dirigenti scolastiche del territorio e tanti genitori che hanno voluto assistere a questa mattinata di festa. L'inaugurazione è stata aperta con l'esibizione dei bambini della scuola, protagonisti di una esibizione canora che ha visto utilizzare la lingua dei segni. In seguito gli alunni hanno donato un omaggio florale ai loro insegnanti. “Inaugurare in questo momento emergenziale una innovazione didattica – ha detto la dirigente Reali - che rivoluziona totalmente il modo di fare scuola all'interno del primo ciclo della scuola primaria credo che sia un bell'esempio che dà l'idea di quali sono le priorità della scuola. In un momento difficile come questo abbiamo chiaro quale sia il suo obiettivo, ovvero far venire a scuola i bambini felici e creargli un contesto di benessere. Sono particolarmente orgogliosa, così come tutto il corpo docente e il personale, per aver visto i frutti di un duro lavoro. Sono due anni che portiamo avanti questa idea che si è concretizzata”. La dirigente Reali ha quindi ricordato come è nato il progetto: “Due anni fa entrando per la prima volta nell'atrio ho detto che si trattava di una agorà naturale. La struttura della scuola primaria di Pierantonio aveva già una struttura per il modello della Scuola Senza Zaino perché ha aule molto ampie, luminose e numerose. La Scuola senza zaino si basa su tre valori, che sono quello della comunità, dell'ospitalità e della responsabilità. La comunità è molto forte e questo lavoro è stato possibile grazie a un impegno del corpo docente che ringrazio vivamente. Hanno svolto una formazione molto forte lo scorso anno per fare sì che le prime e le seconde classi partissero con il modello Senza Zaino. Un ringraziamento va alle famiglie e a tutti i genitori di Pierantonio che ci hanno dato un sostegno morale e fattivo insieme alle aziende del territorio che ci hanno dato dei finanziamenti importanti per comprerare l'indispensabile per portare avanti il modello. Per quanto riguarda l'ospitalità, in un ambiente bello si apprende meglio. Avevamo bisogno di avere delle aule con alcune soluzioni e qui il ringraziamento va all'architetto Elena Marcucci dell'ufficio tecnico del Comune di Umbertide ha riprogettato le nostre aule ascoltando i suggerimenti delle insegnanti. Così sono nate l'aula “Sole” per le prime classi e l'aula “Prato” per le seconde classi e nei prossimi anni nasceranno altre aule sempre dedicate ad elementi della natura. Il senso dell'aula viene completamente rivoluzionato, non c'è più la cattedra ci sono i banchi cooperativi e i laboratori. I bambini hanno ripensato tutti gli spazi comuni, come la biblioteca, l'aula multimediale multifunzionale e i corridoi. Tutto con una grande caura perché avere cura dei propri spazi è sentire di appartenere a un ambiente. Il terzo valore è quello della responsabilità: troviamo i bambini liberi, pronti a esprimere le proprie idee a dare suggerimenti. Questo valore sono sicura che sviluppi in loro una autonomia di vivere che la ritroveranno nel loro essere uomini e donne in un futuro positivo”. “Questa è la prima inaugurazione di una Scuola Senza Zaino che dopo tanto tempo facciamo in presenza e questo è veramente emozionante – ha affermato il professor Orsi – Un ringraziamento va a insegnanti, genitori, Amministazione Comunale e imprese che hanno consentito la realizzazione di questi spazi che sono veramente belli. Con la Scuola Senza Zaino si aiutano i bambini a essere autonomi e indipendenti, facendo acquisire loro competenze nelle varie discipline. C'è un altro aspetto riguardante la comunità, perché bisogna essere responsabili di se stessi e degli altri con lavori di gruppo per aiutare i propri compagni. Mi ha colpito il fatto che anche in questa scuola ci sono delle palline da tennis alle gambe delle sedie. E' una idea che ho portato in Italia. Nel 2003 visitai delle scuole negli Stati Uniti che le avevano. Le sedie sono così più carine e servono per rendere ancora più ospitale l'ambiente ed eliminano il rumore per migliorare l'apprendimento”. "Da qui - ha affermato il sindaco Carizia - parte un modello innovativo per la didattica nel nostro territorio comunale. Quello che è stato realizzato in questa scuola è stato un vero e proprio lavoro di collaborazione. Complimenti e grazie alla dirigente Silvia Reali, alle insegnanti, all'architetto Elena Marcucci dell'Ufficio Tecnico Comunale, ai genitori e alle imprese che con la loro generosità hanno reso possibile tutto questo". “Questo progetto – ha dichiarato l'architetto Marcucci - è stato portato avanti con il cuore, ci siamo interfacciati di continuo. Si è creata una bellissima sinergia e spero che il risultato venga apprezzato dai bambini e dagli insegnanti”. La professoressa Daniela Pampaloni, responsabile nazionale del progetto Scuola Senza Zaino, ha inviato il proprio saluto non potendo presenziare all'inaugurazione e ha comunicato che a inizio 2022 si recherà presso la Primaria di Pierantonio per passare una intera giornata insieme a bambini e insegnanti nei nuovi spazi. Di seguito si è svolto il taglio del nastro all'ingresso dell'isitituto, all'interno del quale gli alunni si sono prodigati nella spiegazione della Scuola Senza Zaino agli ospiti che a piccoli gruppi e nel pieno rispetto delle norme anticontagio hanno visitato la scuola.  

29/11/2021 12:19:50 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Vespa Club Fratta Umbertide: donati 1000 euro all'Aucc di Umbertide

“Ringraziamo tutti i partecipanti al pranzo di domenica: soci, familiari e amici degli altri Vespa Club con i quali abbiamo condiviso finalmente un momento di convivialità all’insegna della beneficenza” iniziano così dal Vespa Club Fratta Umbertide, forti del successo del pranzo sociale organizzato dopo due anni di pausa causa COVID. “La voglia di ripartire ha permesso di ritrovarsi in più di cento, dopo mesi in cui l’attività del club si era ovviamente fermata insieme ai consuetudinari appuntamenti annuali. Con la lotteria di domenica scorsa abbiamo raccolto e donato 1000 euro all’AUCC di Umbertide, un gesto che ci onora e per il quale teniamo a ringraziare tutti coloro che hanno contribuito con premi e manifestazioni d’interesse di ogni genere affinché si potesse arrivare a questi risultati. Tutto il direttivo (nella foto da sinistra il Presidente Vespa Club Fratta Umbertide Massimo Bifolchi, Ivo Marchetti, Nicola Giovannoni, il Presidente AUCC Umbertide Prof. Massimo Billi, il consigliere Matteo Ventanni e Maurizio Giacché) ringrazia i commerciati umbertidesi e non, gli sponsor, gli artisti locali e l’Assessore Sara Pierucci per il saluto iniziale. “Con questo primo evento, che fa da spartiacque a un periodo buio che tutti vorremmo lasciarci alle spalle in fretta, vogliamo ribadire come la Vespa rappresenti ancora oggi un’icona culturale e storica del nostro Paese in grado di mettere insieme tutti: amatori, meccanici, altre associazioni e valore locale. Nei nostri raduni abbiamo infatti colto sempre l’occasione per coniugare la passione per il due ruote più conosciuto al Mondo e le particolarità del nostro territorio, dalle tradizioni enogastronomiche al paesaggio culturale e paesaggistico che ci circonda. Con uno spirito di beneficienza che ha sempre fatto da sfondo alle nostre manifestazioni, compresa l’ultima. Ricordiamo infatti che da tanti anni si collabora con AUCC per contribuire a mantenere un servizio fondamentale per la cura e l’assistenza ai malati oncologici.” Durante il pranzo di domenica sono stati ricordati anche Fernando Facciadio e Ivo Scarscelli, due volti storici della nostra Umbertide e membri fondatori del Vespa Club Fratta Umbertide purtroppo ambedue scomparsi. Le rispettive famiglie sono state omaggiate di copie identiche di un’opera del maestro Antonio Renzini raffigurante la Vespa con la Rocca di Umbertide.  Omaggiato anche Marsilio Orlandi, meccanico conosciutissimo nella nostra città, e Adriano Faloci, Presidente del CAMEU di Umbertide. Oltre agli amici del Vespa Club di Montone, Tuoro sul Trasimeno e Sant’Elpidio a Mare. “Già da oggi invitiamo tutti al nostro raduno nazionale che si svolgerà a Umbertide domenica 21 agosto 2022”  

29/11/2021 11:44:34 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Umbertide, l’assessore regionale Morroni in visita alla Molini Popolari Riuniti

“Una realtà che ha saputo investire e diversificare la propria attività, mettendo in campo un modello aggregativo che testimonia come unire le forze può rappresentare sicuramente una strada virtuosa”. Così, Roberto Morroni, assessore regionale alle politiche agricole e agroalimentari della Regione Umbria, ha commentato il lavoro svolto dalla Molini Popolari Riuniti (Mpr) in questi 20 anni, dopo la sua nascita, nel 2001, dalla fusione tra il Molino Popolare Altotiberino e il Molino Popolare di Ellera, costituitisi negli anni 50. Venerdì 26 novembre, Morroni ha fatto visita alla sede di via della Repubblica, a Umbertide, dove è stato accolto dal presidente di Mpr Dino Ricci, e da Edoardo Bartoccini, Paolo Minelli e Giancarlo Mancini, il primo vice presidente e gli altri due direttori d’area della società cooperativa agricola tra le più importanti dell’Umbria, con 3.500 soci circa e oltre 200 dipendenti, attiva principalmente nei settori mangimistico, molitorio, della panificazione e servizi all’agricoltura. La visita di Morroni è proseguita all’impianto di panificazione di Madonna del Moro, sempre a Umbertide, e al mangimificio di Pierantonio, non prima di aver partecipato a un incontro con i dipendenti degli uffici amministrativi, a cui era presente anche l’onorevole Raffaele Nevi, membro Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati. “La visita istituzionale di Morroni  – ha detto Ricci – ci ha consentito sia di far conoscere quello che Mpr ha fatto e sta facendo nel comparto cerealicolo con i processi di prima e seconda trasformazione, sia gli obiettivi di ulteriore crescita e sviluppo che la cooperativa si pone, con investimenti che prevediamo essere nei prossimi tre anni attorno ai 10-11 milioni di euro e per i quali abbiamo presentato domanda di partecipazione ai bandi per alcune misure contenute nel Programma di sviluppo rurale. È stata anche l’occasione per presentare all’assessore alcune problematiche che il comparto agroalimentare sta vivendo, non solo in Umbria, per effetto dell’aumento notevole dei prezzi delle materie prime e dei costi energetici. Una situazione difficile per molte aziende che avrà ricadute anche sui consumi. Questo ci preoccupa. Ci sono alcune filiere, del latte e della carne per esempio, che non sono in grado di sopportare l’aumento dei costi dei mangimi”. Ricci ha inoltre sollecitato l’assessore a intervenire su alcuni aspetti burocratici al fine di snellire le procedure e rendere così più agevole ottenere i fondi del Psr. “Devo dire che l’assessore si sta muovendo in tale senso – ha continuato Ricci –. Condividiamo le sue valutazioni anche rispetto ai progetti di filiera, che è uno dei punti sui quali la Regione pensa di indirizzare le risorse”. “L’assessorato – ha confermato Morroni – si sta battendo in modo particolare sul tema dell’aggregazione e abbiamo lanciato i progetti di filiera attorno ad alcune eccellenze delle nostre produzioni, da quella olivicola a quella del tartufo, passando per quella del nocciolo e del luppolo, che stiamo lanciando. Il segnale forte che vogliamo dare è che per affrontare le sfide e cogliere le opportunità del mercato occorre aggregare le energie e fare un gioco di squadra”. “Nonostante le difficoltà dovute all’aumento di prezzi e costi – ha infine concluso Ricci – Mpr supererà  80 milioni di euro di fatturato quest’anno. Oltre le previsioni di budget, Mpr ha programmato   ulteriori investimenti per completare il piano di delocalizzazione che comprende la  valorizzazione dell’area di via della Repubblica, che si dovrebbe concludere nel 2022”.  

27/11/2021 16:00:49 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Abbattimento barriere architettoniche: aperta la seconda passerella sul torrente Reggia

Sono state inaugurate nella mattinata di sabato 27 novembre la seconda passerella e il primo stralcio di abbattimento delle barriere architettoniche nell'area che va da via Vittorio Veneto fino a piazza Mazzini.  All'inaugurazione hanno preso parte il sindaco Luca Carizia, l'assessore ai Lavori pubblici Alessandro Villarini, gli assessori Francesco Cenciarini e Pier Giacomo Tosti, i consiglieri Francesco Caracchini, Giovanni Dominici, Claudia Fagnucci, Cinzia Gaggiotti e Tania Turchi, il consigliere regionale Manuela Puletti, il responsabile del VII Settore del Comune di Umbertide, Fabrizio Bonucci, il comandante della Polizia locale maggiore Gabriele Tacchia, il presidente del Gruppo Comunale di Protezione Civile Gabriele Lisetti e il parroco della Collegiata, monsignor Pietro Vispi.  “Questa mattina inauguriamo la seconda passerella sulla Reggia, un progetto ideato e fortemente voluto da Vittorio Galmacci al quale va il nostro più sentito pensiero”: ha detto il sindaco Carizia ricordando la figura del consigliere comunale recentemente scomparso. “Vittorio – ha proseguito il sindaco - aveva voluto con tutto se stesso quest'opera che è la parte più consistente degli interventi per l'abbattimento delle barriere architettoniche e la mobilità sostenibile che sono stati realizzati e che sono in fase di ultimazione in centro storico.  Quello effettuato in quest'area rende ancora più sicuro e razionale l'accesso al cuore della città. L'abbattimento delle barriere architettoniche e la mobilità sostenibile sono tematiche alle quali l'Amministrazione è molto sensibile e verso cui si vuol rispondere con azioni concrete.  E' nostra intenzione lavorare per una Umbertide ancor più accogliente e inclusiva, che tenga conto delle fragilità e disabilità". Con la seconda passerella viene reso più accessibile alle persone con disabilità e agli anziani l'attraversamento che va dal camminamento in legno sopra piazza del Mercato e la Collegiata.  Tutto ciò in precedenza era  difficoltoso poiché era impossibile raggiungere i due punti solo passando lungo la strada. Gli interventi hanno riguardato l'adeguamento di due passaggi pedonali su via Vittorio Veneto (il primo davanti all'edicola, l'altro su piazza Caduti del Lavoro) e la prosecuzione del marciapiede fino al camminamento in legno che perimetra la Rocca.  Sono inoltre in corso altri interventi alla base della scalinata che da piazza del Mercato conduce in via Guidalotti.  Per completare il progetto di collegamento pedonale a barriere architettoniche zero a breve inizieranno gli altri lavori che interesseranno piazza Caduti del Lavoro, l'intersezione con via Magi Spinetti e quella con via Madonna del Giglio.

27/11/2021 15:54:46 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Stop alla violenza sulle donne, anche Pierantonio ha la sua panchina rossa

Una nuova panchina rossa dedicata a tutte le donne vittime di violenza e a tutti coloro per fermare questa e ogni altri tipo di violenza è stata inaugurata nella mattinata di oggi in piazza XXV Aprile nella frazione di Pierantonio. Alla cerimonia, che ha avuto luogo in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, hanno preso parte il sindaco Luca Carizia, la vicesindaco con delega alle Pari Opportunità, Annalisa Mierla, la presidente della Commissione Pari Opportunità del Comune di Umbertide, Gloria Volpi, la dirigente scolastica dell'Istituto Comprensivo Umbertide-Montone-Pietralunga, Paola Avorio, la professoressa Gabriella Bartocci (già dirigente dell'istituto), il presidente della Pro Loco di Pierantonio Marcello Fiorucci, l'imprenditore Angelo Mierla che ha donato la panchina rossa, la vicepresidente dell'Università della Terza Età di Umbertide, Maria Grazia Scapicchi, il presidente del Gruppo Comunale di Protezione Civile, Gabriele Lisetti, il comandante della Polizia Locale del Comune di Umbertide, maggiore Gabriele Tacchia, il maresciallo Romina Cerbella e il parroco della frazione, Don Anton Sascau.   Nel corso dell'evento i protagonisti sono stati gli studenti della locale scuola secondaria di primo grado che si sono alternati in letture di poesie contro la violenza sulle donne.   L'installazione della panchina rossa a Pierantonio è stata promossa dell'Assessorato alle Pari Opportunità e ha coinvolto la Commissione Pari Opportunità del Comune di Umbertide, la scuola secondaria di primo grado di Pierantonio e la locale Pro Loco per promuovere una sensibilizzazione contro la violenza sulle donne. Nella frazione mancava un simbolo come quelli installati nel capoluogo e giovedì è stato possibile inaugurare la nuova panchina rossa grazie alla donazione di Angelo Mierla, titolare della falegnameria RAM 7 mostratosi sensibile al tema.   La panchina rossa installata a Pierantonio è la terza presente nel territorio comunale di Umbertide e si aggiunge alle altre due presenti nel capoluogo nei pressi della Fabbrica Moderna e nell'area verde di piazza Marx. “Oggi è un momento importante di riflessione per tutti e soprattutto per voi ragazzi – ha detto il sindaco Luca Carizia - Quella che inauguriamo questa mattina non è una semplice panchina di colore rosso. E' un simbolo per rompere il silenzio e per ricordare le donne vittime di violenza e per aiutarle a denunciare i soprusi che ogni giorno vivono sulla propria pelle”. “Noi crediamo assolutamente che l'educazione di voi ragazzi sia frutto di un patto educativo vero e proprio – ha affermato la vicesindaco Annalisa Mierla - Su questa panchina trovate riportato che è dedicata a tutte le donne vittime di violenza e a tutti coloro che lottano per questa e ogni altro tipo di violenza. Voi dovete essere i portatori di questo messaggio per andare nella giusta direzione. C'è ancora tanto da fare ma tutti insieme possiamo andare nella direzione giusta. Da qui parte un percorso che porterà a installare una panchina rossa in ogni frazioni del nostro Comune”. “Con l'esempio di voi studenti e con la vostra conoscenza – ha detto la dirigente dell'Istituto Comprensivo Umbertide-Montone-Pietralunga, Paola Avorio - avete il compito di dimostrare al mondo adulto che si può vivere diversamente. Avete il dovere di costruire un mondo che noi adulti non abbiamo saputo creare”. “Voi ragazzi siete il futuro – ha dichiarato la presidente

25/11/2021 19:07:04 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy