Volley Umbertide: la squadra di Maddalena Rosi si aggiudica il match a San Mariano

Riceviamo e pubblichiamo

PLAYOFF SERIE D: prima di ritorno in cascina per il Volley Umbertide nella trasferta di San Mariano

La squadra di Maddalena Rosi mette in campo cuore e carattere e si aggiudica la sfida al tie break, muovendo una classifica che rende ancora possibile ogni soluzione

San Mariano – Dopo il deludente avvio dei playoff, la rimonta, o per lo meno il suo tentativo, aveva avuto inizio tra le mura amiche, quando le umbertidesi, prima della pausa tra la fine del girone di andata e quello di ritorno, avevano fatto loro l’intera posta nella sfida casalinga contro Trevi.
A San Mariano c’era poi da esorcizzare un fantasma, quello della partita di andata di questa fase, quando tra le mura amiche, in vantaggio 2 a 0 nel conto dei set e 18 a 13 nella terza frazione, le umberidesi avevano ceduto al tie break.
Che la squadra di coach Rosi avesse le carte in regola per giocarsela con le avversarie, tutti lo spaevano. Ma c’era da dimostrarlo sul campo, senza pensare ai problemi di formazione che vuoi per un’assenza, vuoi per un infortunio, hanno costituito altrettanti ostacoli.
E per giocarsi le ultime carte nelle altre tre partite rimanenti, l’unica possibilità era vincere.

Il fattore campo non pesa, ma la ricezione è rivedibile.
In avvio il fattore campo non pesa più di tanto, ma le padrone di casa spingono molto al servizio, mettendo un po’ in crisi la ricezione delle biancorosse, che subiscono il primo break (8 – 5).
Quando la palla è buona, ma anche accettabile, compensa l’attacco e due palle messe a terra in successione da Palazzetti riportano il punteggio in parità (11 – 11).
San Mariano spinge ancora molto dai nove metri e Santocchia scava un solco quando va in battuta, consentendo alla squadra di Okechukwu un break di 7 a 0 (21 – 14). Interrompe la serie Ercolani in attacco (22 - 15), accorciano ancora Moretti dal centro (23 – 17) e ancora Palazzetti in attacco (18 – 24), ma il set sarà di San Mariano (25 – 18).
Alla ripresa del gioco Umbertide non si perde d’animo e sale molto, soprattutto in difesa. Il servizio comincia a funzionare (ace del capitano Ubaldi per il 4 – 6 e di Palazzetti per il 10 – 15); ma anche l’attacco da posto 2 di Leveque comuncia a funzionare (10 – 16) e sarà la stessa Leveque a prodursi anche nel fondamentale del muro (16 – 23). Chiuderà Palazzetti in attacco per il definitivo 18 – 25.

Ancora sofferenza, ma il carattere prevale.
Il terzo set sta tutto nella serie iniziale al servizio di Santocchia, vera spina nel fianco di Umbertide.
La schiacciatrice di San Mariano va in battuta all’inzio del parziale e ne uscirà solo sul 9 a 1, collezionando ben 4 aces consecutivi. Il solco è ancora troppo grande e nonostante una buona rimonta, le ospiti si fermano a 15.
Era evidente che se la partita fosse andata per le lunghe San Mariano non avrebbe potuto continuare con quel rendimento, soprattutto al servizio. Il calo è evidente fin dalle prime battute del quarto set. Ma il calo, si sa, è sempre associato a una crescita dall’altra parte della rete. Umbertide gioca come sa ed è soprattutto Polidori a salire in cattedra con l’attacco al centro. Il muro di Moretti porta le ospiti sul 14 – 17 e un’ottima serie al servizio di Ecolani, peraltro conclusasi con l’ace del 17 – 22, propizierà buoni attacchi. Ancora Polidori porta le sua squadra al set point (18 – 24) e sarà l’invasione di San Mariano, nonostante il suo riavvicinarsi nel punteggio, a decretare la fine del frangente (23 – 25).
Al tie break Umbertide non sbaglia particamente nulla. Il primo allungo è frutto di un ace di Ubaldi (1 – 3), poi consolidato da Fiorucci (utilizzata al posto di Leveque nel ruolo di opposto; 2 – 4). Doppio ace per Ercolani (2 – 7) e ancora attacco vincente di Fiorucci (2 – 8). Umbertide si mantiene a distanza con il muro di Fiorucci (7 – 11) e nonostante (con l’ultima complicità della ricezione) San Mariano si riavvicini, l’attacco di Ercolani consentirà di potersi giocare 5 match point (9 – 14). Chiusura in bellezza, quasi come se si trattasse della legge del contrappasso, con l’ace di Palazzetti (9 – 15).

Tutto è ancora possibile.
Con una partita in meno rispetto a Foligno, dove giocherà sabato venturo, Umbertide è ad un solo punto proprio dalle prossime avversarie. Foligno (a quota 7) attende le umbertidesi (a quota 6), mentre Tavernelle (a quota 8), se la vedrà con Trevi (a quota 10).
Sono tutti scontri diretti ed è scontato dire che l’unico risultato che potrà consentire di sperare ancora è la vittoria, a partire dalla partita di Foligno.
Meglio una vittoria da tre punti, per giocarsela in casa con Tavernelle e comunque nell’ultima partita in quel di Trevi. Ci sono in palio nove punti, che magari grazie alle combinazioni degli altri risultati potrebbero essere sufficienti.
Ma vincere è l’imperativo. Un imperativo che grazie al carattere e alla tenacia di questa squadra è ancora possibile.

SAN MARIANO SCHOOL VOLLEY – VOLLEY UMBERTIDE = 2 - 3 
(25-18, 19-25, 25-15, 23-25, 9-15)

SAN MARIANO SCHOOL VOLLEY: Patrignani (C), Rosati, Montacci, Santocchia, Capretta, Sabatini, Tarpani, Pieroni, Bottega, Baioletti, Tenerini, Urbani (L1), Di Nucci (L2). 
Allenatore: Patrizio Okechukwu. 
(dati relativi agli scores individuali e altro non disponibili)

VOLLEY UMBERTIDE: Ubaldi (C) 8, Ercolani 13, Palazzetti 10, Moretti 8, Polidorii 12, Fiorucci 2, Leveque 5, GirelliGiulietti A. (L1), Giulietti M. (L2). N.e: Sarnari, Beacci. 
Allenatore: Maddalena Rosi
(b.s. 8; aces 13; muri 4; errori 21)

Arbitro: Lorenzo Broccoletti


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy