Umbra Acque a Città di Castello: File interminabili, cittadini furiosi perché lo sportello informativo è aperto solo poche ore alla settimana

Riceviamo e pubblichiamo

La Lega Nord tuona “Il consiglio approvò la nostra mozione nove mesi fa, ma da allora solo flebili rimostranze

“Lunghe file ad Umbra Acque: cittadini furiosi per bollette salate arrivate in ritardo chiedono spiegazioni, ma lo sportello di informazione non prolunga l’orario di apertura. Il responsabile di un simile disservizio è l’amministrazione comunale tifernate che, in questi mesi, non ha preteso  in qualità di socio, il prolungamento dell’orario di apertura dello sportello cittadino, alle 40 ore settimanali come deciso dal consiglio su proposta della Lega Nord, ma si è semplicemente limitata a fare solo deboli rimostranze”. Dura la presa di posizione dei consiglieri comunali del Carroccio, Riccardo Augusto Marchetti e Valerio Mancini che continuano: “Le lunghe file e le giustificate proteste degli utenti erano più che prevedibili da Umbra Acque visto la mancata emissione di bollette da diverso tempo e allora perché non prolungare l’orario di apertura al pubblico o aumentare, seppur provvisoriamente, il personale così da far fronte alle sollecitazioni di numerosi cittadini? Purtroppo la lungimiranza non è dote di tutti.

Dal canto suo l’amministrazione comunale poteva recarsi allo sportello informativo e accogliere le istanze dei cittadini giustamente infuriati, come invece ha fatto la Lega Nord in un recente sopralluogo(31 Maggio ndr): forse alla Giunta Bacchetta più che dei disservizi dei cittadini, interessa non disturbare le poltrone romane e perugine. Se la Lega Nord fosse al governo di questa splendida città – precisano i due leghisti – faremmo tutto il possibile per uscire da Umbra Acque e riprenderci il servizio idrico, perché in questi anni di investimenti ne abbiamo visti davvero pochi, in compenso le bollette si sono gonfiate a dismisura così come lo stipendio di qualche inutile dirigente.

Sulla questione la Lega Nord ha le idee ben chiare: lasciare ai Sindaci la libertà di decidere se privatizzare o meno il servizio idrico, anche se, visti i risultati di Umbra Acque ed annessi, siamo davvero stanchi. Ci auguriamo che l’amministrazione comunale riesca ad ottenere il prolungamento dell’orario di apertura dello sportello informativo – concludono Marchetti e Mancini - perché se così non sarà, presenteremo una mozione per uscire da questo inutile carrozzone, certi del supporto di tanti cittadini e di altre forze politiche”

 

 


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy