Umbertide. Rimessi in liberta' i cinque minorenni arrestati per bullismo

E’ stata annullata per "insussistenza dei presupposti di legge per l'applicazione" la misura cautelare di permanenza in casa disposta a carico di cinque minorenni, due italiani e tre stranieri, residenti ad Umbertide arrestati dagli agenti del Commissariato di Polizia di Città di Castello  pochi giorni fa con l’accusa di bullismo all’interno di un treno diretto a Città di Castello. La decisione è arrivata dal Tribunale dei Minori di Perugia questa mattina. Piena soddisfazione da parte degli avvocati difensori dei minorenni che subito dopo l’arresto avevano chiesto la revisione della misura restrittiva. 


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy