Umbertide, sanità: per i consiglieri regionali di minoranza “città abbandonata da governo locale e regionale”.

 

I consiglieri regionali di Patto Civico per l’Umbria Andrea Fora, del Partito Democratico Michele Bettarelli, Tommaso Bori, Simona Meloni e Thomas De Luca del Movimento 5 Stelle che fanno sapere di aver partecipato questa mattina a Umbertide “ad un presidio davanti alla struttura ospedaliera. I consiglieri riferiscono di aver preso atto della “situazione di disagio” che si vive all’interno della struttura ospedaliera di Umbertide che potrebbe invece “svolgere un ruolo comprensoriale e sovracomprensoriale molto utile”.

“Abbiamo preso atto della situazione di disagio che si vive all’interno della struttura ospedaliera di Umbertide che potrebbe invece svolgere un ruolo comprensoriale e sovracomprensoriale molto utile. Soprattutto in questa fase emergenziale, per decongestionare la pressione sanitaria oggi esercitata su altre strutture ospedaliere della nostra regione”. Così in una nota i consiglieri regionali di Patto Civico per l’Umbria Andrea Fora, del Partito Democratico Michele Bettarelli, Tommaso Bori, Simona Meloni e Thomas De Luca del Movimento 5 Stelle che fanno sapere di aver partecipato questa mattina a Umbertide “ad un presidio davanti alla struttura ospedaliera promossa dai gruppi consiliari locali di minoranza Umbertide Cambia, Civici Per, Partito Democratico e Movimento 5 Stelle, per ascoltare le problematiche espresse da operatori sanitari e cittadini”.

Secondo i consiglieri Fora, Bettarelli, Bori, Meloni e De Luca “Occorre certamente potenziare le attività di pronto soccorso, sia mediante piccoli ma necessari ed opportuni interventi di migliorie logistiche e infrastrutturali per garantire riservatezza ai pazienti e per far svolgere il lavoro del personale sanitario in piena sicurezza, sia con un aumento di personale da destinare al pronto soccorso. Criticità e necessità di potenziamento – aggiungono - sono state indicate anche per il poliambulatorio e il laboratorio analisi. Condividiamo inoltre l’auspicio segnalatoci dai consiglieri comunali di minoranza di Umbertide Codovini, Corbucci, Conti e Ventanni di riaprire la RSA al più presto e comunque al termine dell’emergenza con tutto il personale e i posti letti della sua struttura originaria.

“Ascoltare le istanze del territorio e gli operatori sanitari – spiegano i consiglieri di opposizione - riteniamo sia una delle funzioni principali da svolgere per poter anche aiutare, nel rispetto dei diversi ruoli di minoranza e maggioranza, il governo regionale ad operare nel migliore dei modi in questa difficile e lunga fase di emergenza covid19. Come consiglieri regionali abbiamo nuovamente espresso solidarietà e vicinanza ai gruppi consiliari di Umbertide per quanto successo la scorsa settimana durante il Consiglio Comunale, fatto saltare dai rappresentanti della Lega in maniera inopinata e pretestuosa.

“Quella seduta di consiglio comunale – ricordano ora, Bettarelli, Bori, Meloni e De Luca - era frutto di una legittima iniziativa istituzionale, promossa dai banchi dell'opposizione e pensata per favorire una discussione aperta sui temi dell'emergenza sanitaria, facendo venir meno il numero legale ed evitando il confronto, accampando scuse del tutto irrilevanti, è stato dato davvero un brutto segnale da parte delle forze politiche che governano Umbertide. Riteniamo condivisibile l’esposto inviato al Prefetto dalle minoranze locali per stigmatizzare questo comportamento. Da parte nostra – concludono -continueremo a svolgere in ogni territorio della nostra regione un lavoro di ascolto delle comunità e di proposta dinanzi ai problemi che stanno emergendo nella gestione della pandemia. Per far sì che Umbertide non sia una città abbandonata dal governo locale e regionale”. 


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy