Umbertide Partecipa: il punto sulla sanità umbertidese

Recentemente è tornata a riunirsi la commissione sanità dell'Associazione Umbertide Partecipa coordinata dalla Dott.ssa Franca Sonaglia, per discutere delle questioni riguardanti la sanità locale. Questo il resoconto della situazione attuale della sanità umbertidese secondo Umbertide Partecipa:

"Nel corso di questi ultimi anni si è fatto molto per il nostro ospedale, ma rimane ancora molto da fare sia sotto il profilo organizzativo, sia dal punto di vista della dotazione del personale medico, infermieristico e OSS che ancora oggi risulta essere carente soprattutto in alcuni reparti.

La Commissione valuta positivamente il completamento delle attività di restyling e di messa a norma dall’impiantistica presso la radiologia dell’ospedale: interventi iniziati oltre un paio di anni fa in quanto  diventati non più rinviabili.

Un punto di forte criticità è  il Pronto soccorso che necessita di interventi strutturali pianificati da tanto tempo, ma ancora oggi non realizzati: servono ambienti più adeguati alla accoglienza dei pazienti e un  incremento del personale infermieristico oberato da estenuanti turnazioni. Resta ancora inevasa la richiesta di una reperibilità almeno diurna di un  cardiologo la cui assenza comporta disagi insopportabili e tempi di risposta anche per il semplice esame di un ECG troppo lunghi ed inaccettabili in un settore dove la tempestività può fare la differenza nel salvare le vite umane. Si ribadisce ancora una volta la necessità di una seconda ambulanza in dotazione del 118 dovendo intervenire in un interland vastissimo che è rischioso coprire con una sola ambulanza.

Così come è indispensabile, per la salvagurdia del nostro Ospedale e per la qualità delle prestazioni,  la reperibilità h 24 di un anestesista in forza alla chirurgia per assistere il paziente post chirurgico ricordando che il reparto, in forma programmata, esegue più di 3000 prestazioni tra piccoli e grandi interventi ed è una eccellenza per la regione e fuori regione garantendo così alla USL  un notevole introito anche in termini economici.

Resta ancora sospesa e non risolta la questione di ripristinare presso l'ambulatorio oncologico  la somministrazione di farmaci ai pazienti. In questa battaglia siamo da anni a fianco dell’ AUCC la quale aveva dichiarato da tempo la disponibilità con propri operatori a ritirare i farmaci a Città di castello per somministrarli nel nostro ambulatorio oncologico già  adeguato a suo tempo a questa funzione.

Rispetto al nuovo centro di eccellenza per i disturbi del comportamento alimentare (DCA), realizzato in questi anni,  servono nuovi spazi ed in particolare una cucina al fine di poter preparare  adeguatamente dei pasti per i pazienti della DCA.

Continuano a restare inevase le richieste di incremento del personale infermieristico ed OSS in medicina che determina un sovraccarico di lavoro per il personale presente con ripercussioni negative anche sul servizio.

Rispetto alla specialistica ambulatoriale si rilevano difficoltà per  le specialità più richieste il che comporta allungamento dei tempi delle liste d'attesa  che delle volti diventano inaccettabili.

Quindi complessivamente si può  dire che il livello dei nostri servizi  sanitari è buono anche se dobbiamo ancora lavorare molto per migliorare alcune carenze ed evitare soprattutto  il depotenziamento del nostro ospedale. 

Umbertide Partecipa che ha fatto della questione sanità e sociale uno dei propri cavalli di battaglia anche in campagna elettorale continuerà a tenere alta la guardia, portando anche in consiglio comunale uno specifico ordine del giorno con l’obiettivo di chiedere al Sindaco e alla Giunta un impegno preciso in merito e tempi certi per la soluzione delle problematiche evidenziate."


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy