UMBERTIDE CAMBIA: UN FONDO PER L’OCCUPAZIONE E LOTTA AL LAVORO NERO

Riceviamo e pubblichiamo

Il lavoro è un diritto, non una raccomandazione”. Con questo slogan, ed un ordine del giorno presentato in Consiglio Comunale, Umbertide cambia per il terzo anno torna a sollecitare l’Amministrazione comunale su una iniziativa che possa concretamente offrire delle opportunità di occupazione a persone considerate marginali rispetto al mercato del lavoro. “Quello che proponiamo – afferma Stefano Conti, Consigliere Comunale del movimento civico – è un progetto che tenda a rendere effettivo il diritto al lavoro. E’ necessario coordinare le politiche nazionali e regionali in materia di lavoro e formazione con le politiche sociali, per lo sviluppo economico, l’istruzione ed il diritto allo studio, cercando di offrire ai giovani consapevoli percorsi di orientamento scolastico ed alle fasce marginali effettive opportunità occupazionali. In tal senso è necessario che anche i comuni facciano la loro parte, creando nel territorio di competenza forme stabili di rete tra i servizi e promuovendo un virtuoso coinvolgimento delle aziende. Inclusione sociale e responsabilità sociale d’impresa sono infatti – sottolinea il consigliere di Umbertide cambia - due principi base utili a promuovere uno sviluppo sostenibile del territorio, ponendo al centro al tempo stesso l’iniziativa imprenditoriale e la persona”. Umbertide cambia ritiene che anche il Comune di Umbertide debba far propria questa impostazione, definendo uno specifico progetto e prevedendo adeguati finanziamenti. “Pensiamo inizialmente - spiega Stefano Conti - ad almeno 30.000 euro da erogare come contributi alle aziende per favorire l’assunzione di quelle persone che stanno ai margini del mercato del lavoro per motivi legati all’età, alla disabilità, alla mancanza di adeguate competenze professionali. Parallelamente – aggiunge Conti - occorre perseguire con determinazione e costanza la lotta al lavoro nero ed irregolare, dal quale derivano pesanti conseguenze in termini di qualità del lavoro, sicurezza e giustizia sociale. E’ infatti proprio l’assenza formale di reddito che determina spesso l’acquisizione indebita di diritti, come ad esempio esenzioni sanitarie, assegnazione di case popolari, riconoscimento di contributi sociali. Come pure occorre limitare solo in casi eccezionali, e comunque nella previsione di assunzioni a tempo indeterminato, il ricorso da parte dell'Amministrazione comunale al contratto di somministrazione. Umbertide cambia, naturalmente, dichiara pubblicamente la propria disponibilità a collaborare attivamente in tale iniziativa. Dunque: diritto al lavoro, legalità, sviluppo economico. In questo senso – conclude il consigliere della lista civica - abbiamo proposto l’approvazione di un ordine del giorno con il quale il Consiglio Comunale invita l’Amministrazione a promuovere e finanziare appunto con almeno 30.000 euro uno specifico progetto utile a favorire l’occupazione di persone considerate marginali rispetto al mercato del lavoro, a sviluppare, anche in collaborazione con le istituzioni preposte, una decisa azione di contrasto al lavoro irregolare, a regolamentare il ricorso a contratti in somministrazione”.

 

Umbertide cambia 


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy