Umbertide Cambia risponde al Sindaco Locchi su restituzione Mini Imu

Riceviamo e pubblichiamo

Umbertide cambia e Movimento 5 Stelle sostengono che non c’è e non può esserci alcuna restituzione della MINI IMU pagata dai cittadini di Umbertide nel 2013. Il sindaco taccia le opposizioni di falsità. “Ridicolo”, afferma Stefano Conti, Consigliere Comunale di Umbertide cambia. “Sulla questione in oggetto l’amministrazione comunale si incarta da sola, e rischia di mettere in serio dubbio la propria credibilità. Vediamo perché. La restituzione, poi diventato riconoscimento, adesso rimborso, sarebbe dovuta avvenire prevedendo un’aliquota TASI ridotta (rispetto a quale parametro?) dello 0,8% (dichiarazione del sindaco in occasione del Consiglio Comunale del 16 luglio). Ora apprendiamo che la MINI IMU verrebbe invece rimborsata attraverso una maggiore detrazione dell’aliquota TASI (detto per inciso, chi non ha figli si vedrebbe penalizzato). Maggiore rispetto a cosa? L’applicazione di detrazioni sulla abitazione principale è prevista dalla legge e tutti i comuni, con modalità diverse, ne usufruiscono (vedi sito www.finanze.it). Tanto è vero che nella applicazione della TASI possono essere superati i limiti stabiliti per un ammontare complessivo non superiore allo 0,8 per mille a condizione che con questo aumento vengano finanziate detrazioni d’imposta relative alle abitazioni principali. Lo 0,8 per mille è previsto, per quanto riguarda Umbertide, come maggiorazione applicata alla categoria altri immobili, cioè alle seconde case. Dunque, i proprietari di seconde case coprono le detrazioni applicate sulle prime. Semmai, quindi, sarebbero loro a finanziare la MINI IMU. Meglio ancora, le detrazioni vengono applicate a prescindere dalla MINI IMU, semplicemente, hanno un’altra finalità: contribuire alla progressività del carico tributario. Di fatto non c’è alcuna restituzione dal punto di vista economico, ma non c’è nemmeno dal punto di vista tecnico-giuridico. In alcun atto formale sono infatti contenute le dichiarazioni del sindaco (e l’amministrazione si fa per atti, non per chiacchiere). Non c’è alcun atto formale nel quale si afferma chiaramente che attraverso una qualche modalità (quale?) viene restituita la MINI IMU per la semplice ragione che la restituzione della MINI IMU sarebbe illegale. La questione è molto più semplice di quanto sembra. L’amministrazione comunale a suo tempo ha fatto una promessa che non poteva mantenere, e adesso si arrampica sugli specchi per far credere ai cittadini di averla rispettata. L’aspetto negativo della questione sta proprio nella presa in giro. Riteniamo che continuare a discutere di questo argomento leda l’immagine della nostra città. Per questo, chiarito il punto, ci asterremo da qualsiasi altra considerazione”.

L’altra affermazione discutibile del sindaco riguarda, secondo Umbertide cambia, il fatto che per il 2014 l’amministrazione comunale non ha previsto aumenti di tributi e tariffe, ad esclusione della nuova TASI, che essendo una tassa nuova prima non c’era. “Il problema- spiega Conti - è che la somma di IMU e TASI, così come applicate dal comune (cioè al massimo possibile), porta ad un pagamento complessivamente superiore a quello relativo al 2013. Applicando aliquote TASI più basse avremmo pagato di meno. Elementare. Abbiamo noi stessi riconosciuto che il comune è stato costretto a questa manovra finanziaria per far quadrare un bilancio sul quale gravano problemi di liquidità ed un indebitamento dovuto a spese effettuate dalla precedente amministrazione. Altrimenti, non potendo immediatamente intervenire sulle spese, avrebbe dovuto aumentare i costi a carico dei cittadini per i servizi a domanda individuale. Da qualche parte i soldi devono entrare. Basta ammettere questa semplice verità, senza, ancora una volta, mistificare i fatti”.

Trasparenza, verità, proposta. Sono le premesse – conclude Conti - sulla quali Umbertide cambia intende costruire la propria azione amministrativa. Cercando, come è stato fatto anche in occasione dell’ultimo Consiglio Comunale, di aprire un confronto aperto, responsabile e costruttivo. Per il sindaco questa è una novità scomoda? Pazienza. Non lo è per i cittadini”.


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy