Umbertide cambia: “la nostra una opposizione educata, rigorosa, propositiva per il bene della città”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma di Umbertide cambia

 

Gli attacchi personali e scomposti che il Capogruppo della Lega Lorenzo Cavedon scaglia reiteratamente verso Gianni Codovini, Capogruppo di Umbertide cambia, dimostrano solo maleducazione istituzionale e debolezza politica. Da valutare, ma non spetta a noi, i profili penali delle dichiarazioni diffamatorie. Gianni Codovini non rappresenta affatto se stesso, ma tutta la struttura del movimento civico e soprattutto i 1.650 elettori che il nostro consigliere sta rispettando con dignità, impegno, competenza, capacità di proposta.

Nel suo elenco della spesa Cavedon cita atti votati anche da Umbertide cambia, come, ad esempio l’armamento della polizia locale e il regolamento per il controllo di vicinato, contenuti nel nostro programma elettorale. Stiamo però aspettando che si traducano in fatti concreti utili a garantire maggiore sicurezza per la città. Quelli ancora non li abbiamo visti. Sulla realizzazione della nuova serra per persone con disabilità, costruzione con molte criticità,  Umbertide cambia si è addirittura a suo tempo impegnata in una raccolta di firme: non ci risulta l’appoggio di alcun attuale consigliere della Lega. Mentre sulla Moschea vorremmo capire se Cavedon sta con il suo Sindaco, che ha pagato con soldi pubblici un avvocato privato per farsi dire che tutti gli atti sono legittimi dopo aver centrato la campagna elettorale contro, oppure con il suo Consigliere Regionale, autore della denuncia di illegittimità.

Cavedon ricorderà certamente che fu proprio Umbertide cambia a portare per prima in una iniziativa pubblica la questione Moschea, evidenziando gli errori compiuti dalle precedenti amministrazioni, ma proponendo un nuovo patto di cittadinanza con le comunità straniere, contro la cultura dell’odio, per una cultura del rispetto e della responsabilità. La scuola, per l’infanzia o primaria, non è solo costruzione di edifici. Questo è piuttosto un dovere di ogni pubblica amministrazione. Il valore aggiunto è il progetto educativo che sta dentro gli edifici. Quando abbiamo chiesto quale fosse il progetto educativo di questa Amministrazione e della sua maggioranza leghista abbiamo ricevuto in risposta un silenzio assordante. Noi, e tanto meno Gianni Codovini, non abbiamo alcuna frustrazione da sfogare. Non abbiamo fin dall’inizio accettato di partecipare a questa Amministrazione, e Cavedon lo sa, perché priva di un progetto politico-amministrativo, fondata su un incomprensibile compromesso con ex assessori del centro sinistra che tradisce l’alternativa votata dagli elettori, sostenuta da una schiacciante maggioranza leghista che però non incide sulle scelte amministrative. Svolgiamo con onestà e rigore il ruolo di opposizione. Forse è proprio questo che preoccupa e innervosisce la maggioranza! Sentiamo, oggi più di ieri, il dovere civico di impegnarci per il futuro di Umbertide con una nuova e diversa proposta amministrativa che stiamo costruendo sulle cose da fare, su una diversa cultura istituzionale, su un progetto politico chiaro e coerente. Non abbiamo fretta. Avremmo piuttosto bisogno di un confronto serio, per Umbertide.

 


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy