Umbertide Cambia interviene sulla vendita dell'ex mattatoio

“Nel momento in cui vende A.i.Met, con un argomentato voto contrario di Umbertide cambia, il Comune decidere di svendere all’A.i.Met. la palazzina ex mattatoio, un altro pezzo di patrimonio che appartiene ai cittadini di Umbertide, peraltro sede di fondamentali servizi difficilmente ricollocabili. Spiegateci la logica di questa operazione”, chiede il Consigliere comunale di Umbertide cambia Stefano Conti. “Anche in questo caso, come per la dismissione delle quote A.i.Met.  – aggiunge Conti – il motivo non può che essere la necessità di fare in fretta cassa per salvare il bilancio. La vendita della palazzina è infatti prevista nel piano delle alienazioni per un importo pari a 650.000 euro, anche se l’Amministrazione aveva assicurato in Consiglio che in realtà non c’era questa volontà. A distanza di pochi mesi invece si vende ed in base ad una stima di 536.841 euro, dunque inferiore alla previsione. Cosa sta succedendo?”. Ma c’è un altro punto di domanda che pone Umbertide cambia. “Nel mentre si decide di vendere non si dice dove saranno collocati i servizi che attualmente vi operano: assistenti sociali, informagiovani, ufficio immigrazione, sportelli per il consumatore e per l’imprenditoria giovanile. Un pool di servizi che solo nel 2012 avevano trovato una loro collocazione strategica sia dal punto di vista dell’integrazione operativa che logistica, data l’immediata accessibilità dell’edificio, sede anche di alcune associazioni cittadine. E non si dica che la cosa è stata discussa, perché – conclude il Consigliere Conti – a quanto ci risulta della svendita non erano al corrente nemmeno gli operatori. Una bella forma di rispetto. Del resto questa logica di svendita e privatizzazione è coerente con quella della passata amministrazione, che ha dismesso la palazzina del Centro salute, vendendola all’Asl”. 


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy