Umbertide Cambia: Codovini sul testamento vitale

Riceviamo e pubblichiamo

Umbertide è più povera nei diritti e nella promozione della persona. Questa la conclusione dell’Associazione Umbertide cambia dopo la bocciatura del Registro pubblico dei Testamenti di fine vita da parte della maggioranza del Consiglio comunale e dell’Amministrazione del Sindaco Locchi.

L’avere negato ai cittadini, in base alla Costituzione  (art. 32) ad una legge vigente (la n. 145/2001) e alla Convenzione internazionale di Oviedo, la possibilità di esprimere, da parte della persona, la chiara volontà di quali trattamenti medico-sanitari e disposizioni del proprio corpo mettere in atto nel caso di temporanea e permanente incapacità, la dice lunga sulla cultura politica liberale e l’idea di civiltà giuridica del Pd di Umbertide, insensibile a spostare la frontiera dei diritti e della dignità della persona. Questa maggioranza si è trasformata di fatto in un inquietante Grande Fratello dei diritti soggettivi tutelati. Del resto, tale atteggiamento è la cartina tornasole del disorientamento che il Pd nazionale manifesta sulle unioni civili, sull’uguaglianza giuridica delle coppie omosessuali o sulla difesa dei soggetti deboli come i minori.

Peggio ancora risulta la debole consapevolezza politica del Pd di Umbertide sul tema delle dichiarazioni anticipate sanitarie. Infatti, il Pd umbro e la maggioranza in Regione hanno proposto, in linea con il Regolamento del Testamento vitale avanzato da Umbertide cambia e bocciato in Consiglio, un disegno di legge (firmato da Solinas e Rometti) che prevede appunto l’istituzione di un Registro regionale delle dichiarazioni anticipate di trattamento sanitario (Dat). Delle due l’una: o il Pd di Umbertide si chiama fuori dal partito nazionale e regionale (e questo è del tutto legittimo) oppure ignora il suo stesso programma (e questo mette paura). Ma ciò è. La speranza è che il Registro regionale sui trattamenti sanitari venga presto approvato. Forse, a quel punto, il Pd di Umbertide e la sua Giunta non saranno più prigionieri dei propri no.    

Gianni Codovini, presidente Umbertide cambia


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy