Umbertide Aperta interviene sull'inaugurazione del PUC2

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del movimento civico Umbertide Aperta riguardante l'inaugurazione del PUC2.

"Questa mattina abbiamo assistito alla tragicomica parata, con tanto si scolaresche precettate (stile regime), di 4 ex democristiani, 3 ex socialisti, 2 ex comunisti (tutti rigorosamente pentiti), un paio di nani con i tacchi, nessuna ballerina (almeno una ci stava bene), qualche lingua di contorno, il tutto benedetto dall’immancabile vescovo.  E’ stato schierato ciò che è rimasto del PD umbertidese, perché oltre questo si vede ben poco:  alcune pressioni sul lavoro, qualche ricatto sui figli, un po’ di clientela, un pizzico di meridionalizzazione, un accordo di potere e un avemaria ogni tanto. In pratica tutto quello che molti elettori del PD stesso hanno sempre cercato di combattere.

Complimenti a tutti voi, era difficile riuscire a generare una tale trasformazione,  ma ce l’avete fatta.

Poi vengono le domande, e mancano le risposte.

Premesso che la valorizzazione di un quartiere è un obiettivo da perseguire, come sempre più spesso accade ad Umbertide si guarda più alla apparenza che alla sostanza. Perché si è realizzato un campo sportivo a dimensioni ridotte? La “scusa” che gira è: per evitare che un utilizzo ”di massa” possa impedire alla gente di godere del parco. Quando mai!! Basta limitarne l’uso, ma intanto hai una struttura completa, così no, allo stesso prezzo. Perché è stato realizzato un capannone così pesante e dispendioso quando bastava buttare giù il vecchio e costruirne uno nuovo a costo inferiore? Già, il costo, variabile indifferente, per chi non paga!  Perché sono stati realizzati servizi nel bel mezzo dello spazio limitandone la potenzialità invece di progettarli in testa ed in coda, prevedendo un uso modulare e completo nella sua dimensione?  Per quali attività e con quali modalità di gestione verrà utilizzato il campo ed il capannone? Se è questo l’esito  di quella fase partecipativa durata qualche anno c’è da preoccuparsi. Oppure anche quella era una semplice farsa, tanto i luoghi di decisione, come sempre accade, sono altri?

Noi non siamo quelli contrari a priori. Sappiamo riconoscere ed apprezzare le cose fatte bene.  Ma siamo stufi, stufi, stufi delle prese in giro. Anche perché queste cose le pagano, e care, i cittadini."

Umbertide Aperta


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy