Umbertide: sequestrati dai carabinieri oltre 17 chili di hashish

I Carabinieri della Compagnia di Città di Castello e della Stazione di Umbertide continuano la lotta alla droga con il sequestro di consistenti quantitativi di stupefacenti. Gli inquirenti sono riusciti, dopo alcuni mesi di indagini serrate, ad individuare i nominativi degli spacciatori che detenevano oltre 17 kg di hashish rinvenuti e sequestrati nel mese di agosto sotto un cavalcavia della superstrada E/45, in una località isolata nella periferia di Umbertide. L’attività che ha portato al rinvenimento della grossa partita di droga è stata condotta anche con l’ausilio dell’unità cinofila dei Carabinieri di Firenze. Il cane antidroga è stato determinante. Dal mese di agosto, le indagini sono proseguite ininterrottamente fino ad oggi, quando i militari hanno stretto il cerchio su alcuni soggetti, probabilmente di origine albanese (ma sul conto dei quali le attività di indagini tuttora in corso non consentono di rivelare ulteriori particolari) i quali rifornivano di droga l’intera Alta Valle del Tevere. Per rendersi conto dell’eccezionale importanza del sequestro, basti pensare che dall’hashish recuperato si sarebbero potute ottenere oltre 25 mila singole dosi ed, una volta venduta al dettaglio, avrebbe fruttato quasi 180 mila euro, dato allarmante in considerazione dello stretto rapporto fra la grande quantità di stupefacente presente sul mercato e l’altrettanta richiesta dei consumatori.


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy