Polemiche sulla mozione? Le precisazioni del presidente Consiglio Comunale Floridi

Dopo le recenti polemiche sulla mozione presentata dal gruppo consiliare del M5s anche il Presidente del Consiglio comunale Marco Floridi si esprime precisando che:
"ogni proposta deliberativa (a differenza di interrogazioni, interpellanze, ordini del giorno) per essere inserita all'ordine del giorno ha bisogno del parere tecnico e contabile.
 
Nella fattispecie, la mozione è stata sottoposta a parere tecnico, che ha dato le seguenti risultanze: “La “mozione” è un ordine del giorno perché non consiste in una proposta di provvedimento amministrativo ma ha natura meramente sollecitatoria e di impulso del Consiglio nei confronti della Giunta affinché la stessa si adoperi nei confronti di un altro ente, la Provincia di Perugia”. Come presidente ho seguito il comma 5 dell'articolo 40 del regolamento del Consiglio, che recita: "Ove il testo proposto non abbia le caratteristiche di un atto deliberativo, ovvero riguardi materia non di competenza del Consiglio Comunale, il Presidente del Consiglio Comunale può, previo conforme parere del Segretario Generale, motivatamente dichiarare inammissibile una proposta di deliberazione e non iscriverla all'ordine del giorno, dandone comunicazione scritta ai proponenti". Stante il parere tecnico ricevuto, il documento è stato regolarmente inserito come ordine del giorno per i prossimi lavori del Consiglio che avranno luogo il 26 febbraio alle ore 15.
 
In merito agli ordini del giorno presentati dal gruppo consiliare della Lega, non si tratta di documenti “copiati” ma ripresentati con modifiche, in quanto non emendabili. Come i consiglieri sanno, perché è stato oggetto di discussione anche durante l'ultimo Consiglio comunale, e quindi proprio per questo motivo le polemiche apparse sui canali di comunicazione appaiono del tutto strumentali, gli ordini del giorno non possono essere emendati, ovvero modificabili, in singole parti senza il consenso del proponente. Se quindi un gruppo consiliare, diverso dal proponente, condividendo l'impianto generale del documento, volesse apportare una modifica sostanziale al testo, da regolamento non ha altra possibilità che ripresentare il documento per intero con la sola modifica richiesta, ponendolo alla discussione e al voto del Consiglio come nuovo ordine del giorno. Si tratta non di una copia, ma di un tecnicismo per apportare una singola modifica al testo originario. I due documenti verranno quindi posti all'attenzione in un'unica discussione ma con votazione distinta.
Come presidente, tengo a evidenziare, che ho posto l'attenzione fin dall'inizio del mio mandato sulla regolare funzione del Consiglio comunale in ogni sua forma dando spazio a ogni gruppo consiliare in egual modo. A prova di questo, anche le richieste avanzate dalle minoranze al prefetto riguardo la regolarità dei Consigli comunali, non hanno avuto seguito in quanto l'attività dell'assemblea è stata svolta regolarmente. Concludo dicendo che sono sempre pronto al dialogo e alla collaborazione tra tutte le forze politiche nel pieno rispetto dei ruoli ma senza mistificare la realtà."

Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy