Perugia: latitante catturata in aeroporto per estorsione aggravata

Nella giornata di ieri, Venerdì 3 giugno, gli agenti in servizio all’Aeroporto San Francesco, durante lo svolgimento dei controlli sulle persone sbarcate dal volo proveniente da Londra, si sono imbattuti in una cittadina rumena. Nel momento in cui l’agente addetto al controllo dei documenti tramite la banca dati, ha riscontato che la donna era latitante da più di un anno per reati gravi. Dapprima è stata condotta negli uffici della polizia dell’Aeroporto e, per evitare lo scambio di persona, è stata accompagnata in Questura per accertamenti.  Alla signora sono state prese le impronte  digitali e confrontate con  quelle della latitante. Le impronte digitali corrispondevano a quelle della persona ricercata. Successivamente i poliziotti hanno contattato i Carabinieri di Bastia Umbra che avevano diramato le ricerche. Anche per i militari la persona ricercata corrispondeva a quella fermata in Aeroporto. La donna è stata condotta in carcere a Capanne dove dovrà scontare 3 anni e 4 mesi per estorsione aggravata. Il reato risale al 2005 e venne commesso a Bastia Umbra insieme a connazionali della donna. Nel 2015 è arrivato l’ordine di carcerazione.


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy