PD Umbertide:’’Non si accettano lezioni di coerenza da chi ha lavorato per cambiare la maggioranza di governo cittadino’’

Riceviamo e pubblichiamo

Ascoltare le interviste di Locchi e compagni è stato decisamente imbarazzante. La verità acclarata sotto gli occhi di tutti è che hanno cercato e non trovato l'accordo con le opposizioni per cambiare maggioranza in Comune e hanno cacciato due assessori senza confrontarsi almeno con il gruppo consiliare del Pd. Il Pd è una comunità,  non appartiene a nessuno e ha fatto una scelta, certo non semplice né presa a cuor leggero, con il pieno e preventivo coinvolgimento e consenso dei propri organismi per evitare trasformismi nella chiarezza e nel rispetto di Umbertide. Un Sindaco, come del resto i suoi collaboratori,  che vittime dei loro errori di valutazione politica, delle loro incoerenze e di qualche cattivo consiglio,  hanno dato esemplare dimostrazione di voler coltivare un unico interesse: voler rimanere attaccati alla loro poltrona. Siamo basiti del rancore che trasuda dalle loro dichiarazioni. L'incapacità di governare mascherata da scontri personali. L'incapacità di fare bene il proprio lavoro mascherata da questioni politiche. È stato Locchi a cacciare gli assessori, è stato Locchi a trattare con le opposizioni, e rifiutare un confronto con il Pd nonostante il significativo impegno delle segreterie regionali e provinciali. Locchi è venuto meno ed ha rotto il patto politico con la comunità di Umbertide e con  i cittadini, che, votando Pd, lo hanno eletto Sindaco. Non è la carica che fa l'uomo ma è l'uomo che quando riveste una carica importante come Sindaco deve dimostrare di esserne all'altezza. Occorre comunque guardare avanti, ragionare in termini positivi e propositivi guardando al futuro della città.


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy