Orazi di Umbertide Cambia su i costi della politica

Riceviamo e pubblichiamo

"Il bilancio non è solo un conto economico e finanziario; il bilancio di un Comune è prima di tutto un atto di etica pubblica. Quando si parla di bilancio partecipato, la prima voce sulla quale intervenire è infatti quella più delicata: i costi della politica; perché qui si fanno i veri conti con i soldi dei cittadini e si misura la questione morale. Per essere chiari: le laute indennità di carica della Giunta sono uno sfregio alla morale pubblica considerando il nostro piccolo paese. Anche quest'anno la maggioranza del Sindaco Locchi non ha fatto un minimo di revisione della spesa pubblica, ma ha continuato a (s)vendere il patrimonio pubblico (Aimet, terreni per Ater, ecc.), togliendo risorse al nostro Paese. Vi lanciamo una sfida: perché la Giunta non prova ad incominciare da se stessa a risparmiare? Le cifre che di seguito indico, dicono tutta la mancanza di etica politica che caratterizza questa maggioranza: peraltro il loro taglio potrebbe essere un toccasana per le casse dell'Amministrazione. Vediamo: nell'anno 2015, il Sindaco Locchi ha percepito una indennità di carica pari a 20.340 euro; Ferrazzano a 8.364; Montanucci ha incassato 15.060 euro la stessa cifra per Tosti, così per Violini; Leonardi ha percepito 7.524 euro; Natale 7.524. Il grave è che un assessore, in Consiglio comunale, a microfono spento, ha difeso a spada tratta la cifra percepita in quanto secondo lei è del tutto ridicola. Evviva la morale pubblica del Pd! I numeri parlano chiaro: il totale dei compensi è la bella cifra di 88.932 euro. Se moltiplichiamo per 5 anni della legislatura la somma arriva a 444,660 euro! La riduzione dei costi per le cariche della Giunta permetterebbe non solo una riduzione delle anticipazioni di cassa (anche in quest'anno 2016 già di nuovo attinta), ma anche un risparmio sugli interessi. Soprattutto servirebbe per le politiche sociali (anziani, giovani, disoccupati), assolutamente dimenticate. In conclusione: se questa maggioranza non è capace di amministrare - come ha dimostrato da ultimo,  il flop sul centro islamico - e per convincere la diffidente opinione pubblica sul vostro operato, vi chiediamo, come società civile, di dare prova provata della vostra coerenza di democratici e di uomini di sinistra, tagliandovi la vostra indennità. È una questione morale: provate almeno a rendere concreto il senso di giustizia ed equità che sono alla base dei vostri valori, che continuate però a calpestare. Noi già l'abbiamo fatto con le nostre indennità; spetta ora a voi. I cittadini hanno bisogno di buoni esempi: per questo vi sfidiamo anche sui valori etici, non solo sul governo della città."

LUIGINO ORAZI – Consigliere di Umbertide Cambia


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy