Orazi di Umbertide Cambia: “Se le cose non cambiano, Umbertide rischia il collasso”

Riceviamo e pubblichiamo

«L’accusa che ci viene rivolta dal Pd e dalla Amministrazione è quella di disfattismo – afferma il consigliere di Umbertide cambia Luigino Orazi. - Ma chi ha disfatto la città sono proprio loro. Hanno disfatto, solo da ultimo, la ex serra, la ex Fornace, gli ex tabacchi, le strade e la piazza; sull’ambiente poi sono sulla buona via: bloccati dal Tar sulla centrale a biomasse di Pian d‘Assino, ancora la questione Calzolaro sui rifiuti non è risolta (anzi anch’essa ora al Tar) e l’inquinamento del campo pesca sportiva del Tevere è ancora lì. Basta così per dire chi è disfattista? Umbertide è arrivata a un punto tale che, se non dovessero cambiare radicalmente le cose, rischia veramente il collasso».

Orazi aggiunge: «Oggi, in seguito agli ultimi eventi riguardanti la ex fornace che noi abbiamo sempre denunciato, anche la maggioranza è diventata opposizione: si sono svegliati i renziani, i giovani e vecchi turchi, i socialisti, che adesso si fanno paladini della causa. Si legge dai giornali che la ex fornace verrà portata in discussione in consiglio regionale,io spero per onestà di cronaca che si dica che tutti i componenti del pd compresi i renziani votarono contro l'ordine del giorno sulla ex fornace bocciando tutte le proposte delle opposizioni, perchè per loro il problema non esisteva.

Una volta il doppiopettismo dei comunisti aveva una ragione. L’ipocrisia di questa classe dirigente proprio no.».

Il consigliere Orazi va dritto al cuore del problema politico e amministrativo: «I cittadini (salvo quelli che ne hanno tratto o ne trarranno un beneficio solo personale) se ne fregano delle beghe del partito democratico, locale e regionale e di chi siede in parlamento, di quelli che hanno bloccato e continuano a bloccare oggi l’amministrazione. I fatti e gli interessi personali devono esser lasciati fuori dal buon governo.

Per questo ci candidiamo ad essere l’alternativa di questo stato di cose.».

Infine Orazi punta il dito sulla coesione della maggioranza: «Venga il Sindaco almeno in Consiglio comunale con il programma di governo per questi ultimi due anni e mezzo e dica le priorità e veda se ancora oggi ha una maggioranza. Lo chiedono i cittadini e, soprattutto, il rispetto per le istituzioni».

Luigino Orazi

Umbertide Cambia


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy