Orazi di Umbertide Cambia: '' chiarezza su Calzolaro, aria irrespirabile''

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del consigliere comunale di Umbertide Cambia Luigino Orazi.

"Sulla  dannosa  vicenda ambientale del Calzolaro, venutasi a creare per la faciloneria e imperizia dei nostri sindaci Giulietti e Locchi, c’è bisogno di far chiarezza e un po’ di cronistoria non fa male.  Perché si stanno annacquando troppo le responsabilità.  Voglio puntualizzare che il Calzolaro è una frazione del Comune di Umbertide e che alla ditta Splendorini le varie autorizzazioni gli sono state concesse dai due sindaci di Umbertide che, nelle varie conferenze dei servizi, hanno  sempre dato parere favorevole. Nell’ultimo Consiglio comunale monotematico riferito al Calzolaro due ordini del giorno sono stati presentati, uno presentato da noi di Umbertide cambia, nel quale si chiedeva al Sindaco un atto di coraggio, nel prendere una decisione con una ordinanza di chiusura della ditta, perché sono evidenti i presupposti per essa (tutela della salute dei cittadini, danno  ambientale e prescrizioni non rispettate). L’altro ordine del giorno, presentato dalla Giunta, prevedeva una serie di generiche indicazioni (diminuzione delle tonnellate di lavorazione e dell’uso del materiale organico, nonché un’improbabile voto sfavorevole affinché Sogepu acquistasse la ditta Splendorini) in funzione della Conferenza dei servizi.  Come previsto il nostro ordine del giorno non è passato, in quanto tutto il Pd -  giuliettiani, locchiani e guasticchiani compatti - hanno votato contro, dimostrando che in  politica tutto si può fare.(unico voto a favore il presidente del consiglio Giovanni Natale). A loro la responsabilità. L’ultimo episodio è successo alcuni giorni fa dove in un ruscello adiacente alla ditta Splendorini , dietro la denuncia di alcuni cittadini, sono intervenuto personalmente prelevando un campione dell’acqua, chiamando Vigili urbani e Carabinieri. Di fronte ai nostri occhi c’era nel ruscello, ma ripetuto anche ieri, un letto di una sostanza putrescente e maleodorante. I risultati del campione se confermati anche dall’Arpa sono agghiaccianti.

A questo punto le prove provate ci sono. Basta che il Sindaco, con il coraggio che non ha mai mostrato, mandi il verbale redatto dai Vigili stessi ai carabinieri del Noe, al magistrato  che sta facendo l’inchiesta sul nostro fascicolo, chiedendo il sequestro della struttura, in attesa dei risultati delle analisi. Questo deve fare per competenza l’Amministrazione di Umbertide. Io non voglio prendere le difese di nessuno; ma  spostare l’attenzione sul piano regionale dei rifiuti, sulla società Sogepu, significa secondo me abbandonare l’obbiettivo principale che è il Calzolaro.  Ricordo che il Consiglio regionale di alcuni giorni fa ha denunciato -  sia da destra che da sinistra – la passività della nostra Amministrazione comunale nel gestire questa situazione, ribadendo che  Sindaco e Giunta hanno il dovere di prendere decisioni e non di agire come semplici passacarte. Quando si viene eletti sindaco o in consiglio comunale ognuno deve prendersi le proprie responsabilità .  

Per questo il nostro ordine del giorno bocciato in Consiglio comunale avrebbe aiutato il Sindaco con uno strumento e pressione definitiva. Ragionare solo sull’abbassamento delle tonnellate significa mettere una pietra tombale su tutta la storia. Vuol dire che da lì l’azienda non si muove e rimane l’emergenza ambientale. Noi ritorneremo con un altro ordine del giorno sul Calzolaro con il quale chiederemo con forza la delocalizzazione della ditta, puntualizzando il luogo, la cui scelta rimane esclusivamente nelle competenze e a carico del Comune (non della Regione o di Città di Castello). Il problema non è abbassare le tonnellate, il problema non è il “benaltrismo (ben altri sono responsabili); no, il problema è il nostro Sindaco che non può permettere che una azienda-discarica lavori nel centro di un piccolo paese: spetta solo a lui spostarla; è lui l’unica autorità che lo può fare e, soprattutto, in fretta perché l’aria al Calzolaro è sempre di più irrespirabile."


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy