Nasce “Umbertide Civica”: intervista al promotore Luigino Orazi

di Fabrizio Ciocchetti ©

L’ Associazione “Umbertide civica” si è presentata alla città di Umbertide con Luigino Orazi e Mauro Santini dietro il tavolo dei promotori, presso il Centro “Giannino Balducci”. Presenti il Sindaco, il Vicesindaco e tutti gli amministratori della nuova Giunta, oltre che molti rappresentanti di ”Umbria civica” (che si è fatta conoscere alle ultime elezioni regionali) l’associazione civica frattigiana ha mosso i primi passi, scegliendo come frase del proprio logo:”Insieme per unire”. Quindi una prima uscita nel segno dell’unione e non della divisione della frammentazione. Abbiamo rivolto alcune domande ad Orazi per capirne di più.

Innanzitutto chi è Luigino Orazi?

Molti umbertidesi mi conoscono perché sono stato consigliere comunale ad Umbertide dal 2004al 2017. Eletto nelle file del PSI , ho dedicato poi dal 2006 il mio impegno politico nel movimento civico locale all’opposizione dei vari governi a guida PD che si sono succeduti. Nel2018. Ho dedicato il mio impegno per la tutela cittadini in campo ambientale, sanitario e della sicurezza. Nel 2018 mi sono di nuovo candidato a livello comunale  per una lista civica, dichiarandomi poi in sede di ballottaggio il mio appoggio al candidato sindaco di Umbertide di centro-destra, Luca Carizia.

Con quale intento nasce Umbertide civica?

Innanzitutto riconosco che tanto è stato fatto da questa amministrazione  nonostante le critiche che sentiamo a volte, ma molto di più si può fare e per farlo c’è bisogno anche del nostro aiuto, dell’aiuto di un movimento civico. Non si può per esempio lasciar morire un Ospedale come il nostro. Il PUC 2, che ha portato alla costruzione di una struttura assolutamente inutilizzata, deve vedere uno sbocco. Altro punto è la gestione dei Rifiuti che va sicuramente migliorata con il passaggio da Gesenu a Sogepu, per poi ritornare a Gesenu (è evidente che qualcosa non funziona). Per quanto riguarda la Piattaforma, bisogna trovare una formula di affidamento più appetibile. Bisogna affrontare quindi in maniera più decisa il discorso delle Frazioni (pensiamo a Preggio che ha una strada per arrivarci che sembra quasi una mulattiera) e anche Montecastelli necessita di interventi.

Cosa deve fare in concreto l’Amministrazione?

Noi vogliamo dare una mano a questa amministrazione e per questo ci proponiamo. Tutto quello che l’amministrazione ha realizzato va fatto arrivare alla gente. Come, per esempio, che per la prima volta un Consiglio di amministrazione si è ridotto i compensi. Ci pensate? In Italia quando si vanno a toccare i soldi tutti si tirano indietro nonostante le grandi idealità. Ai cittadini va comunicato questo. Va portata la trasparenza che è la base della democrazia. Va aperta la comunicazione dell’amministrazione verso i cittadini. Bisogna dire ai cittadini che tutti quelli che adesso sembrano avere una risposta ai problemi della città, che sono stati questi ultimi a crearli e a lasciarci questa pesante eredità. Ci sono nel nostro bilancio una serie di ammanchi che sono andati a coprire le spese scellerate di qualche amministratore senza scrupoli!

Ma c’è stato veramente il cambiamento a Umbertide?

Il cambiamento c’è stato a Umbertide, dopo decenni di immobilismo. Questo cambiamento si è avuto e si può toccare con mano. Abbiamo un Sindaco che è realmente nuovo, perché non è stato allevato nelle sedi dei partiti. Noi vogliamo portare dei cittadini nelle stanze del potere.

Partite non per essere di contrasto ma per aiutare, collaborare con questa amministrazione, è  vero?

Noi vogliamo collaborare con questa amministrazione. Chi parla è sempre stato in minoranza; ho cominciato a fare politica nel 2004 ed ero anche allora la minoranza. Non voglio tornare a fare l’opposizione. Ho avvertito uno scollamento tra la politica e la gente. La politica dovrebbe tornare in mezzo alla gente, ascoltare le persone e i loro problemi. Il civismo va un po’ a sopperire questa mancanza da parte dei partiti. I partiti storici abbiamo visto tutti che fanno molta fatica e il civismo può fare da collante tra i partiti in senso tradizionale e la gente, i cittadini. Anche a Umbertide si avverte questa necessità. Questa è solo una proposta civica che nasce dal contributo volontario di cittadini che animati da passione politica e amore per la città, hanno deciso di mettere a disposizione le proprie energie al servizio di Umbertide per dare un contributo concreto ed operativo al miglioramento del nostro vivere civile e sociale.

 

Tante le persone presenti ad affollare la sala per questa prima uscita di Umbertide Civica. Stiamo a vedere se il civismo lascerà un segno anche qui alla Fratta.

 

 

 

 

 


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy