Matrimonio combinato tra una donna umbertidese e un 30enne straniero

Un matrimonio combinato per ottenere la cittadinanza. E' quello che ha scopetto il personale dell'ufficio immigrazione del commissariato di Città di Castello, sotto la direzione del vice questore Michele Santoro. Una donna italiana di 53 anni di Umbertide si era sposata con un uomo di origini marocchine di 30 anni, ma al momento di perfezionare i documenti inerenti il domicilio, gli agenti hanno scoperto che le dichiarazioni delle donna, relative alla convivenza con il marito, erano false. Altri elementi riconducibili ad un matrimonio combinato hanno fatto partire l'indagine.

Per entrambi è scattato il deferimento all'autorità giudiziaria.

Ad Umbertide, lo scorso agosto, si era verificato un altro caso simile, ma il matrimonio era stato bloccato alla vigilia della celebrazione.

 

 


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy