Made Altotevere al mondo

Come sta il nostro territorio o meglio il nostro brand al mondo?  Ci aiuta in questa analisi il monitoraggio di Intesa Sanpaolo riferita ai distretti italiani nei quali compaiono anche quelli del Cuore verde. La Svizzera snobba il made in Umbria mentre in altri paesi europei la tenuta dei prodotti dei distretti di casa nostra ancora tiene. Nel terzo trimestre del 2014 l’export dei distretti umbri rimane lievemente in territorio positivo (+0,8%) dopo il rallentamento del trimestre precedente. Il contributo maggiore alla crescita dei distretti umbri è venuto principalmente da paesi quali Francia, Germania, Federazione Russa, Giappone, Regno Unito, Canada, Belgio, Polonia. In questo terzo trimestre dell'anno nei distretti umbri spicca l’olio umbro con una crescita dell’11,9%, evidenziando risultati ben superiori rispetto all’andamento dei distretti italiani del comparto alimentare. Dopo la corsa degli anni precedenti, registra ancora una dinamica lievemente negativa la maglieria e l'abbigliamento di Perugia (-0,8%), dove segna il passo l’export verso la Svizzera (-34,8%, seconda meta commerciale) e i Paesi Bassi (-37,3%). La maglieria risulta essere in controtendenza rispetto all’andamento dei distretti italiani del sistema moda. Il mobile dell’Alta Valle del Tevere registra un pesante arretramento (-20,6%) penalizzato dai pesanti cali subiti in due mercati emergenti (Guinea equatoriale -92,4% e Federazione Russa). 


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy