LUNA ROSSA E MARTE: UN'ECLISSI DA RECORD SPIEGATA DAGLI ASTROFILI DI 'MIZAR'

Non serve essere degli appassionati di astronomia per capire che domani, venerdì 27 luglio, il cielo ci regalerà uno spettacolo più unico che raro. La Luna si tingerà di rosso per 103 minuti e potremo osservare l'eclissi totale più lunga del secolo. E non finisce qui, perchè Marte, trovandosi nella posizione opposta al Sole rispetto alla Terra, sarà molto più luminosa del solito. Un evento da non perdere che merita di sicuro un approfondimento. Per questo ci siamo rivolti alla locale Associazione astrofili "Mizar", che per l'occasione ha organizzato una serata osservativa nella splendida cornice di Montone. Per spiegarci qualcosa di più sull'evento sono intervenuti Andrea Faloci, presidente dell'Associazione e due giovani soci, Andrei Lupu e Giulia Rossi che con il loro spontaneo entusiasmo ci hanno illustrato il fenomeno a cui potremo assistere. «L'evento del 27 luglio coinvolge un'importante opposizione che non avrà euguali fino al 2035 e un'eclissi totale di Luna visibile subito dopo il tramonto in tutta Italia. Due astri rosso fuoco insieme nel cielo estivo sono un'ottima occasione per riprendere l'evento con una fotocamera ed un treppiede oppure dedicarsi semplicemente ad osservare e farsi coinvolgere. Per questo, quella sera, metteremo a disposizione del pubblico, i nostri telescopi, in maniera assolutamente gratuita». 

Dove vi troverete di preciso? «Saremo nella suggestiva Montone, nel terrazzo panoramico di Piazza S.Francesco. Un luogo che ci offrirà un'ottima osservazione, sia per la posizione elevata che per il poco inquinamento luminoso che presenta».

Cosa sarà possibile osservare precisamente? «Innanzitutto l'eclissi di luna che ci permetterà di vedere la cosidetta "luna di sangue". Il nostro satellite naturale si allineerà in maniera talmente perfetta con la Terra, che il cono d'ombra che questa proiettarà inciderà sulla Luna oscurandola. Ma nonostante venga oscurata completamente, la luna rimarrà comunque visibile assumendo una colorazione rosso cupo. L'effetto è dovuto alla rifrazione della luce solare che attraversa l'atmosfera terrestre in modo radente».

Da che ora sarà possibile osservare l'evento? «La totalità dell’evento si svolgerà dalle 19.14 alle 01.30, ma il culmine arriverà alle 22.21 e sarà dalle 21.30 alle 23.12 che potremo osservare l’eclissi vera e propria».

E invece Marte? «Nella stessa sera avremo anche Marte da osservare che sarà in opposizione (grande opposizione per la precisione) e vicino al suo perielio, cioè nei punti di minima distanza dal Sole mentre la Terra si trova all'afelio. Il 27 luglio, Marte e Terra si troveranno ad una distanza di circa 0,386 UA contro le 0,676 dell'opposizione all'afelio. In pratica sarà riconoscibile perchè più luminosa e di un particolare colore aranciato e sarà uno dei primi oggetti astronomici visibili nel cielo dopo il tramonto». 

E ora spazio alle curiosità. Sfatiamo qualche mito legato alla "Luna di Sangue". «Molti popoli hanno sviluppato fin dai tempi più antichi i propri miti e le proprie leggende riguardo alle eclissi, spesso credendo che esse fossero il presagio di qualche catastrofe naturale o della morte o disfatta di un re. Le lune di sangue sono state a lungo associate anche alle profezie sulla fine del mondo, soprattutto nelle varie religioni. Curiosa è la superstizione degli Inca che credevano che un giaguaro mangiasse la luna durante le eclissi. Gli indigeni allora terrorizzati, temevano che il predatore sarebbe poi tornato sulla terra per divorare anche loro proprio come è accaduto alla luna». 

Non ci resta che sperare in un cielo sereno e buona visione a tutti.


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy