Lettera di un cittadino residente nella frazione di Pierantonio

Riceviamo e integralmente pubblichiamo la lettera inviata alla nostra redazione da un cittadino residente nella frazione di Pierantonio

 

Egregio Dott. Luca Carizia Sindaco di Umbertide,

 

dobbiamo considerare Pierantonio come un lontano paese? Lontano da che? Dalla civiltà. Bastano poche gocce di pioggia e siamo al buio. È un normalissimo fine Agosto. I temporali si stanno sostituendo al grande caldo e piove. Piove come tutti gli anni. Come in tutti i cambi di stagione.

Sarebbe normale se non fossimo costretti ad ascoltare la pioggia al buio. Già perché ogni volta che piove, a Pierantonio salta la luce. Oggi (25 agosto 2018, 2018 e non 1918) è iniziato a piovere alle 16:51 e la corrente elettrica è saltata alle 16:52. In realtà non è solo saltata ha continuato per almeno un’ora a interrompersi e tornare. Tutto questo crea danni e disagi. Danni perché le apparecchiature elettroniche di cui tutti noi siamo dotati si danneggiano con questo sbalzi di tensione. A me si è rotto il frigorifero e ora sarò costretto a chiedere i danni, danni che, come è normale, non mi saranno mai risarciti perché in questo paese la colpa non mai di nessuno. Disagi perché, per esempio, ormai tutti noi abbiamo caldaie a gas che senza corrente non funzionano e cosi siamo senza acqua calda.

 

Eppure noi il servizio elettrico lo paghiamo regolarmente. Anche perché se non pagassimo ci staccherebbero tutto. Ma loro il servizio non lo forniscono con regolarità. Lo forniscono solo quando non piove. Sia ben chiaro che non si tratta di un caso, ma di una cosa che avviene con regolarità. Abbiamo provato a segnalare il guasto al servizio nazionale e ci siamo sentiti rispondere “è stato segnalato un guasto generale su Umbertide ci stanno lavorando i tecnici”. A me non sembra credibile. Giusto 3 giorni fa è successa la stessa cosa durante un temporale (alcuni organi di stampa ne hanno dato notizia, www.informazionelocale.it).

 

Anche in quel caso si trattava di un guasto generale? E se cosi fosse, perché non lo hanno risolto impedendo che riaccadesse a distanza di 3 giorni? La verità purtroppo è che probabilmente la rete elettrica di Pierantonio è rimasta quella del 1918. Ma in un paese in cui non si fanno le manutenzioni e i ponti crollano sterminando intere famiglie tutto questo è considerato normale. La mia lettera è per chiedere a Lei, Sindaco di Umbertide, un interessamento su un problema che riguarda i cittadini. Non possiamo affrontare il prossimo inverno con il rischio che ad ogni minimo acquazzone la corrente venga interrotta, con il rischio che si creino problemi ben più seri di un semplice frigorifero rotto. Comprendo che non sia di diretta competenza del Sindaco ma credo che un interessamento del Primo Cittadino possa almeno accendere i riflettori su un vergognoso disservizio che riporta il “paesello” ai primi anni del secolo scorso.

 

In attesa di un Suo cortese riscontro La saluto cordialmente (anche se non la posso vedere con questo buio).

 

Cesare Aragno


Commenti

Inserisci un nuovo commento

News in evidenza

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy