La gestione degli impianti sportivi

Riceviamo a parte di Umbertide Cambia e pubblichiamo

 

"Il 30 giugno scade la convenzione per la gestione degli impianti sportivi “Morandi” e “Città di Torino”, storicamente affidati alla Tiberis. La scadenza, non di poco conto nelle dinamiche dello sport umbertidese, cade in un momento di grande difficoltà per il calcio cittadino (e non solo). La norma richiede una nuova gara, che dovrebbe garantire una gestione almeno quinquennale. Posto che la più generale gestione degli impianti (non solo sportivi) dovrà essere approfondita, nel caso specifico ritengo che la questione possa rappresentare un momento importante per riorganizzare su basi nuove il rapporto tra Amministrazione Comunale e società sportive e tra società sportive. Considerando valida, finchè possibile,  la forma di gestione che prevede l’affidamento diretto ad una società sportiva e non ad una società terza (es. Polisport a Città di Castello), e chiarito che la società sportiva affidataria, secondo questa formula, gode di agevolazioni  nelle spese (acqua, metano, energia elettrica) e contributi per la manutenzione (in altri casi si paga per gestire ed utilizzare l’impianto, vedi USU), la gestione di un impianto pubblico dovrebbe essere riconosciuta a chi svolge una attività che ha un riflesso sociale e dimostra una condizione economica positiva. Dunque una attività formativa rivolta ai giovani ed un bilancio trasparente ed almeno in pareggio. Il bando di gara dovrebbe inoltre prevedere un progetto di gestione (cosa si intende fare con e per la struttura) ed agevolare eventuali richieste avanzate insieme da più società sportive. Questi elementi stimolano infatti due importanti conseguenze: pongono l’attenzione sulla attività nei settori giovanili (che dovrebbe a sua volta essere legata al protocollo per uno sport educativo) e promuovono una forma di collaborazione che può immediatamente riguardare anche l’aspetto tecnico, quindi una prima base di offerta sportiva pluridisciplinare. Polisportiva? Non ancora, ma un importante passo verso una diversa e matura collaborazione, fuori dagli orticelli. Con la speranza che anche il calcio trovi una nuova ed efficace dimensione organizzativa".

Stefano Conti, Consigliere comunale di Umbertide cambia


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy