La 25esima edizione del Calendario di Umbertide dedicata alla storia dell'emigrazione umbertidese

Giunto ormai all’importante traguardo della 25esima edizione, il Calendario di Umbertide ha deciso di dedicare le sue pagine ad un tema particolarmente interessante e, anche se sotto altri punti di vista, di grande attualità e cioè quello dell’emigrazione: un fenomeno che ha coinvolto per circa un secolo molti nostri concittadini che, spinti dalla necessità di un lavoro sicuro ed alla ricerca di un miglioramento economico per le loro famiglie, si sono spinti fino a località lontanissime dalla loro Umbertide.

Distanze non solo geografiche, ma anche storiche e culturali, che per essere colmate richiesero tempi lunghi e pesanti sacrifici dovuti alla difficoltà di assimilare lingue ed usanze spesso molto diverse e agli atteggiamenti, a volte ostili, delle popolazioni ospitanti.

La Redazione,  in accordo con l’Amministrazione Comunale – sindaco Marco Locchi e assessore alla cultura Raffaela Violini -, ha deciso di ripercorrere, attraverso le pagine del Calendario del 2016, le tappe della storia dell’emigrazione dei nostri concittadini, che in epoche diverse e nell’arco di un centinaio di anni,  hanno lasciato Umbertide per raggiungere località remote e perlopiù sconosciute, lasciando affetti ed amicizie ed affrontando una vita piena di incognite, guadagnando stima e considerazione e migliorando nel contempo le condizioni di vita delle loro famiglie.

Storie diverse e spesso difficili da ricordare senza la testimonianza di foto e documenti oltre che dei racconti di chi le ha vissute, ed è in occasioni come queste che diventa indispensabile la collaborazione di quanti potranno fornire fotografie, documenti o storie come gli ex emigranti tornati in patria e le loro famiglie ed  i parenti e gli amici di quelli che si sono trasferiti definitivamente all’estero. Sarà questo materiale a riempire le pagine di un Calendario che sarà sicuramente tra i più interessanti editi in questi 25 anni e rappresenterà una concreta forma di riconoscimento nei confronti di quanti hanno contribuito alla crescita sociale del loro paese o di quello che li ha ospitati ed al miglioramento economico di intere generazioni.

Tra i temi che verranno trattati sulle pagine del Calendario di Umbertide 2016, ci saranno anche quelli dell’emigrazione interna che coinvolse quanti, e furono tanti, si spostarono in altre regioni italiane in cerca di lavoro dai primi del Novecento fino agli anni ’50 e la storia più recente di un nuovo tipo di emigranti e cioè di quei giovani che, raggiunti alti livelli di specializzazione o comunque desiderosi di aprirsi ad un mondo più vasto, hanno lasciato il nostro paese facendosi onore nei settori più diversi e contribuendo alla diffusione del nome di Umbertide in ogni continente.

La Redazione del Calendario invita chiunque sia in possesso di materiale fotografico, scritti e altri documenti sull’emigrazione, a rivolgersi all’Ufficio Programmazione del Comune di Umbertide (Fabio Mariotti tel. 075 9419249) o ad Adriano Bottaccioli, curatore del Calendario (tel. 338 3250726). Saranno molto graditi i suggerimenti di quanti hanno vissuto l’esperienza dell’emigrazione e vorranno contribuire con la loro testimonianza alla realizzazione di questo progetto.


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy