L'artista Alunni Alberto partecipa alla mostra virtuale “Autoritartti-Storie di Oggetti”

"Autoritratti - Storie di Oggetti" è una mostra virtuale, che vuole raccontare, attraverso i propri oggetti, gli artigiani e i maestri d'arte dell'alto
 artigianato nazionale.
Un'iniziativa, nata durante l'emergenza Covid-19, per dare voce ai tanti artigiani e Maestri d'Arte, in un periodo in cui a causa del Coronavirus tantissime iniziative dedicate all'Arte sono state cancellate, così come molti laboratori e “botteghe” artigiane sono state costrette a chiudere alcune delle quali ora, a distanza di più di un mese, stanno ancora aspettando di riaprire.
 
All'invito hanno risposto una cinquantina di artisti da tutto il territorio nazionale. Ad ognuno è stato chiesto di raccontare una propria opera a livello emozionale: attraverso di essa il visitatore potrà immergersi e riconoscere la sensibilità e la passione dell’artefice che l’ha realizzata. Ogni oggetto è custode di una storia che deve essere scritta e raccontata, e rappresenta il suo vero valore immateriale. I racconti volutamente sono stati scritti in prima persona, per avvicinare maggiormente chi li legge: essendo una mostra virtuale, in mancanza di uno spazio fisico, si deve comunque cercare di creare una relazione di empatia con chi visiterà la mostra e magari, creare quella curiosità che potrà portare a una conoscenza più approfondita dell’autore. L’opera in questo modo diviene l’”autoritratto” di chi l’ha creata, elemento di narrazione e conoscenza. L’oggetto artigianale racchiude in se una storia e questa deve venire raccontata e valorizzata. L’Artigiano è custode di quel Saper fare autentico ed ambasciatore di una cultura territoriale specifica che, attraverso l’oggetto (l’opera) viene espressa e, se raccontata, può diventare cultura del proprio territorio.
 
Tra gli Artisti anche il pietralunghese Alberto Alunni, presente nella sezione Solo Menti, che partecipa alla mostra virtuale con un'Altorilievo in ferro e pietra. "La mia ispirazione attinge a piene mani dalla natura dei luoghi che mi circondano, animali, pietre, ruscelli, sorgenti e alberi,condizionando il mio stile di vita, rispecchiandosi su i miei lavori. Giornate trascorse in quest’angolo d’Umbria, al passo delle stagioni.
In inverno ritaglio in casa le foglie di lamiera che in seguito andranno a formare i miei alberi. Li lavorerò in primavera al tepore del portico del mio laboratorio; saldando, graffiando e incidendo sino a che quella superficie non diventerà corteccia.
Così è nato anche questo Ginkgo, che con fatica è spuntato dall’aspra roccia, sferzato dal vento si piega, si ferisce, si spacca, ma resiste, vive.
Così l’uomo che ho voluto simboleggiare con il ginkgo, dovrà nel corso della sua esistenza lottare, verrà ferito e a volte si dovrà piegare; ma resiste, reagisce trovando forza nuova e altre strade per risplendere ancora.
Perché così è la “VITA”. 
 
Potete visitare l'esposizione delle opere selezionate da “Autoritratti – Storie di oggetti” e cliccare su uno dei percorsi tematici (Maestri d’Arte, Design e Artieri) per guardare complessivamente le opere e farvi rapire dai loro racconti, inoltre potete votare la vostra opera preferita.
La mostra resterà aperta fino al 31 maggio nel sito www.arcadeitalenti.com.

Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy