I motivi per cui il Pd ha votato contro il fondo per lo studio universitario

Riceviamo e pubblichiamo dal Pd di Umbertide

“E’ arrivato il momento di fare un po’ di chiarezza”, dichiara il consigliere piddino Lucia Ranuncoli.

Il  PD di Umbertide intende sostenere concretamente il diritto allo studio universitario e la formazione professionale; per questo nella recente campagna elettorale ha chiesto l'impegno della nuova  amministrazione comunale a garantire sostegno per l'intero percorso di studio universitario o per percorsi di studi post diploma di specializzazione professionale a tutti i ragazzi volenterosi privi dei sufficienti mezzi economici, erogando loro le risorse necessarie.

Questa proposta è stata accolta dalla nuova amministrazione che ha istituito nel bilancio 2014 un capitolo specifico con un primo fondo di € 10.000 (in concreto vuol dire avviare circa una decina di ragazzi) che può essere incrementato volontariamente da chiunque fosse interessato (operazione analoga a quella fatta lo scorso anno per le famiglie bisognose), consiglieri, amministratori, liberi cittadini. É stato così creato  un vero e proprio servizio che verrà disciplinato da uno specifico regolamento  d'accesso. Quindi non un intervento una tantum ma una realtà permanente ed organizzata, che possa incidere e contrastare la chiusura di orizzonti e di speranza che la crisi sta ponendo in essere in pregiudizio dei nostri ragazzi di Umbertide.

L’aver stanziato risorse per agevolare il percorso di studi universitario di quanti versano in difficoltà economiche, si pone in linea di continuità con quanto già realizzato dalla  giunta uscente  e ci si riferisce in particolare al contributo a titolo di premialità che da anni già il Comune eroga ai ragazzi dell’istituto superiore di Umbertide che escono con il massimo dei voti; al progetto  di lavori estivi che da anni dà la possibilità a molti ragazzi di Umbertide di effettuare un’esperienza lavorativa protetta per la manutenzione delle aree pubbliche comunali; ma soprattutto al servizio di consulenza gratuita realizzato mediante la creazione dello sportello per l’imprenditoria giovanile, che ha erogato un importante studio di valutazione, fattibilità, sostenibilità delle idee imprenditoriali dei giovani che si affacciano sul mondo del lavoro. Servizio qualificato perché realizzato mediante il coinvolgimento di enti di categoria importanti quali Sviluppumbria, Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato, C.N.A., CIA e Confindustria, insieme all’Informagiovani di Umbertide.

Questo è quanto è stato già fatto dalle precedenti e dall' attuale amministrazione eletta circa un mese fa. É evidente pertanto che l'odg di Umbertide Cambia è pretestuoso e superato. Sulle modalità di costituzione del fondo, che sta molto a cuore ad Umbertide Cambia, ribadiamo quanto già detto in occasione del primo consiglio comunale e cioè tutti gli amministratori e consiglieri che vogliono contribuire al fondo possono farlo liberamente anche perché il consiglio comunale non può disciplinare una cosa del genere.

Ribadiamo che ogni consigliere/assessore è libero di versare  i propri emolumenti a chi vuole; nel caso del PD una parte viene versata come erogazione liberale al partito (i consiglieri per intero e gli assessori e sindaco nella misura del 15%)

L’eventuale versamento dei compensi  ad un determinato Fondo dovrà avvenire in modo volontario e non perché i partiti di minoranza lo impongono.

Quindi senza tante finte e pretestuose polemiche restano le cose concrete che questa amministrazione ha fatto sta facendo per i nostri ragazzi di Umbertide: investire nello studio e nella cultura, in quanto la loro realizzazione personale costituisce una garanzia di profondo progresso sociale attuale e futuro per la nostra città.


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy