EuroBasket Women 2017: fallo antisportivo inesistente beffa le azzurre, Lettonia al Mondiale

Una partita avvincente, emozionante, bellissima. Poi a nove secondi dalla fine arriva un fischio arbitrale. E' un fallo antisportivo, inesistente, contro Cecilia Zandalasini, la stella della nazionale italiana di pallacanestro femminile, una delle giocatrici più forti d'Europa. 2/2 dalla lunetta per le lettoni, il tiro della disperazione di Capitan Masciadri non va a segno.  Sfuma così il sogno di vedere, dopo 23 anni, l'Italia al Mondiale di basket femminile. Finisce 68-67.

Disperazione e lacrime per l'epilogo di un'avventura iniziata venerdì 16 giugno con la vittoria contro la Bielorussia, passando per un'altra partita che ci ha lasciati con l'amaro in bocca, la sconfitta per un solo punto contro la Turchia. Anche in quell'occasione, dubbi sull'operato della terna arbitrale. Azzurre poi vittoriose contro Slovacchia ed Ungheria, prima che il Belgio negasse alle azzurre la semifinale.

In campo tre giocatrici ex PF Umbertide: Sabrina Cinili, Gaia Gorini e la lettone Aija Putnina, quest'ultima protagonista in maglia bianco-azzurra nella stagione 2013-2014.

Italia: Penna 2, Gorini ne, Sottana 13, Zandalasini 25, Dotto 4, Masciadri 9, Formica 2, De Pretto ne, Crippa 5, Ress 5, Cinili 2 All.: Capobianco.

Lettonia: Strautmane, Babkina, Basko 11, Putnina 15, Steinberga 13, Brumermane, Dreimane ne, Krastina 5, Jakobsone, Vitola 15, Laksa 9, Kreslina ne


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy