Doppio furto alla Collegiata. Rubato anche il reliquiario di Sant'Erasmo

Crea amarezza e rabbia la notizia che questa mattina rimbalza sulle pagine di cronaca locale. Un doppio e importante furto che ha colpito la Collegiata di Umbertide. Ad annunciarlo è stato lo stesso Don Pietro Vispi, durante la messa domenicale di ieri.

Nel primo furto, che per modalità e preziosità degli oggetti si pensa sia attribuibile a professionisti che avrebbo agito su commissione, sono stati trafugati il reliquario contenente un braccio di Sant’Erasmo, e un "Pio Pellicano", la scultura lignea dorata del ‘700 alta mezzo metro, che si trovava sopra il tabernacolo del Santissimo Sacramento. L'urna contenete il braccio di Sant'Erasmo, patrono della città insieme alla Madonna della Reggia, era invece posizionata in uno degli altari laterali.

Questo furto era stato prontamente donunciato ai carabinieri da Don Vispi venerdì scorso ma ieri mattina un'altra amara scoperta.

Tra le due messe mattutine infatti, quindi in un arco temporale che va dalle 9.15 alle 11.30, sono stati rubati altri due reliquari, che si trovavano sopra l'altare laterale di San Giuseppe, e una statua della Madonna di circa 50cm posta sull'altare centrale.  Proprio durante la messa delle 11.30 il parroco ha annunciato ai fedeli la notizia dei furti, che hanno lasciato sgomenta l'intera comunità. Purtroppo la Chiesa Collegiata non è dotata di un sistema di allarme ne di telecamere che possano aiutare ad individuare i malviventi. Lascia ancora più attoniti il fatto che proprio ieri mattina la zona intorno alla Collegiata, già centralissima, risultasse molto frequentata vista la presenza del vicino mercato "Umbertide in fiore".

Non è la prima volta che i ladri prendono di mira le opere contenute all'interno di questo luogo sacro, tanto caro agli umbertidesi. Già nel settembre scorso era stato rubato un crocifisso ligneo del 1700

 


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy