Conte: “è necessario fare un passo in più”. Ecco le nuove misure di restrizione

La nuova conferenza stampa del Premier Conte annuncia ulteriori misure di contenimento:

Questo è il momento di compiere un|passo in più, quello più importante. Ora disponiamo anche la chiusura di tutte le attività commerciali, di vendita al dettaglio, ad eccezione di quelle dei beni di prima necessità e delle farmacie. Chiudiamo i negozi, bar, pub,ristoranti. Resta consentita la consegna a domicilio. Chiudono parrucchieri, centri estetici e servizi di mensa.  Per quanto riguarda le attività produttive e professionali va attuata il più possibile la modalità del lavoro agile, vanno incentivate le ferie e i congedi retribuiti per i dipendenti. Restano chiusi i reparti aziendali non indispensabili per la produzione. Industrie, fabbriche potranno continuare a svolgere le proprie attività produttive a condizione che assumano protocolli di sicurezza adeguati al fine di evitare il contagio.

Restano garantitii trasporti e i servizi di pubblica utilità tra cui  bancari, postali, assicurativi, nonchè tutte quelle attività accessorie necessarie ai settori rimasti in attività. Garantite le attività del settore agricolo, zootecnico e di trasformazione agroalimentare. La regola madre rimane la stessa: limitare gli spostamenti alle attività lavorative, per motivi di salute o necessità (come fare la spesa).

Idraulici, meccanici, pompe di benzina, resteranno aperti. Anche gli artigiani resteranno aperti, sono infatti considerati servizi essenziali.

Se i numeri dovessero continuare a crescere, cosa nient'affatto improbabile, non significa che dovremo affrettarci a vare nuove misure. Non dovremo fare una corsa verso il baratro. Dovremo essere lucidi e responsabili"


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy