Città di Castello: fermato per un controllo, sputa e ferisce un carabiniere. Arrestato 48enne pregiudicato

Prosegue l’attività dell’Arma dei Carabinieri, quotidianamente impegnati nelle verifiche del rispetto delle prescrizioni imposte dal Governo in relazione all’emergenza Covid-19. Moltissime persone controllate nel comprensorio dell’Alto Tevere e numerose le sanzioni effettuate. 

Avviene però che non sempre i controlli, anche se ormai di routine, vengano accettati dalle persone che continuano a spostarsi sul territorio. 

Proprio nel pomeriggio di ieri, infatti, i Carabinieri della Stazione di Città di Castello, hanno fermato una persona che si spostava a piedi nella centralissima via A. Diaz, chiedendone i documenti. Il soggetto prima ha sputato, incomprensibilmente, in viso ad uno dei due Militari, e poi ha tentato di fuggire. Tentativo non riuscito visto che, dopo qualche istante di naturale incredulità, i due Carabinieri hanno immediatamente raggiunto l’uomo che alla richiesta di spiegazioni, ha reagito brandendo un attrezzo multifunzione munito di lama, con cui ha tentato di colpire ad un fianco uno dei Militari, raggiungendolo alla mano sinistra e procurandogli una lieve ferita. L’aggressore, quindi, successivamente identificato in un 48enne pregiudicato del posto, è stato immobilizzato grazie all’intervento di un altro equipaggio dell’Aliquota Radiomobile del NORM della Compagnia dei Carabinieri.

Tratto in arresto per i delitti di lesioni dolose, violenza e resistenza a pubblico ufficiale, nella mattinata odierna sarà processato con rito direttissimo.

Per i due Militari intanto, medicati presso il locale pronto soccorso, la prognosi è di cinque giorni per quello ferito alla mano, mentre per il Militare colpito dallo sputo, è stato attivato un protocollo sanitario finalizzato all’esclusione di eventuali agenti patogeni.

 

Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy