Città di Castello: espulso 52enne marocchino per motivi di sicurezza

Un 52enne cittadino marocchino residente a Città di Castello, è stato espulso con un provvedimento del ministro dell’Interno Marco Minniti per motivi di sicurezza. Il nome del 52enne si trovava nella lista delle persone da tenere sotto controllo a causa dei suoi rapporti con un cittadino albanese, suo mentore e già espulso dall’Italia, nell’agosto 2015, per motivi di sicurezza.

Nel corso delle indagini è stato appurato che il 52enne frequentava il centro islamico di Città di Castello, dove avrebbe manifestato una ‘’radicalizzazione’’ e chiamava ‘kuffar’, cioè infedeli, gli islamici considerati moderati. L’uomo avrebbe anche tenuto condotte violente nei confronti di diverse persone in alcuni locali pubblici e ad agosto aveva minacciato di compiere atti violenti contro il commissariato della Polizia di Stato di Città di Castello.


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy