Associazione a delinquere evade 6 milioni di euro, 9 denunciati

Oltre 200 auto di lusso, provenienti anche dalla Germania e commercializzate in Italia senza  versare l’Iva e le imposte dirette. La Guardia di Finanza della tenenza di Città di Castello, insieme agli operatori del servizio antifrode delle dogane di Perugia, ha scoperto un’associazione a delinquere, che non ha dichiarato all’Erario , ricavi per oltre 6 milioni di euro.

Nove le persone denunciate all’Autorità Giudiziaria per reati fiscali ed associativi.

I componenti l’organizzazione hanno potuto mettere in vendita numerose auto a prezzi vantaggiosi, a discapito della libera concorrenza.

Le indagini, che si sono concentrate su due attività dell’Alta Valle del Tevere, hanno portato alla luce il coinvolgimento nella frode anche di altri operatori del settore con sedi nelle provincie di Perugia, Pesaro - Urbino ed Arezzo.

 

Il sodalizio, falsificava i documenti presentati all’Agenzia delle Entrate per far risultare, all’atto dell’immatricolazione, che l’Iva era stata già assolta nel paese comunitario di provenienza della vettura, utilizzando i benefici del “regime del margine”, previsto per le cessioni  comunitarie di beni usati.

Utilizzando prestanome residenti nelle Marche, erano state avviate due società in Germania, con lo scopo di simulare acquisti comunitari e rendere più difficile l’accertamento da parte delle Autorità.

Attraverso le indagini delle Autorità Doganali Tedesche ed il confronto con la documentazione acquisita dagli uffici della Motorizzazione Civile dei capoluoghi coinvolti, si sono potuti ricostruire i vari passaggi e l’entità dell’evasione.


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy