Attualità » Primo piano Storie di Covid: dopo 49 giorni di ospedale Adriana torna a casa

Dopo 49 giorni di ospedale, è tornata finalmente nella sua casa di Pierantonio la Signora Adriana, che era stata inizialmente ricoverata per un intervento al femore ed aveva successivamente contratto il Covid. La sua storia raccontata dalla figlia Simonetta: "Ringraziamo tutto il reparto di Medicina 3 e la RSA dell'ospedale di Spoleto, per la generosità e la cura nei momenti peggiori della vita di mia madre".  La figlia Simonetta se l'era ripromesso: "non appena mia madre sarà dimessa e potrà tornare finalmente a casa, scriverò ..." Mamma Adriana classe 1943, di Pierantonio nel comune di Umbertide, lo scorso 7 gennaio alle 5.30 del mattino è stata trasportata in ambulanza all’ospedale di Città di Castello per rottura del femore; in ingresso tampone Covid risultato negativo. Intervento chirurgico e nei giorni successivi, in previsione di trasferimento alla clinica Prosperius per riabilitazione, altro tampone risultato negativo, così come furono negativi gli accertamenti Covid del 15 gennaio durante il ricovero ad Umbertide. La sera di giovedì 21 gennaio a seguito di sintomi, è risultata la positività e la necessità di radiografie e altri accertamenti; trasferimento nel pomeriggio del 22 alla prima struttura Covid con posto letto disponibile: in questo caso l'ospedale San Matteo degli Infermi di Spoleto. Polmonite da Covid e trombi agli arti inferiori la diagnosi. Ossigeno giorno e notte nei primi 25 giorni. Adriana Dispendi e la famiglia ringraziano dal profondo del cuore tutti gli operatori sanitari di Spoleto che per 34 giorni si sono presi cura di lei.  In tutto sette settimane senza mai vedersi, senza possibilità di visita alcuna in nessuna delle tre strutture ospedaliere che l'hanno accolta da quel 7 gennaio; Unico contatto possibile tramite cellulare, un semplice cellulare per anziani, con cui mantenere vivi i rapporti. Ma finalmente un pezzetto di strada è arrivato al traguardo, con le dimissioni dello scorso 25 febbraio.  Ora inizierà un altro percorso; la riabilitazione che sarebbe dovuta avvenire a suo tempo e il reinserimento nella quotidianità, dopo aver affrontato giorni molto duri, sia del punto di vista del Covid sia dal punto di vista psicologico.    Adriana è crollata molte volte, passando tanti pomeriggi a piangere, a contare i giorni, lunghi, tanti, troppi. Ha comunque trovato il conforto di chi , purtroppo abituato a questa nuova modalità di lavoro, con una semplice battuta o sorriso sapeva che in quelle ore sarebbe stato l'unico contatto possibile.   La figlia Simonetta e tutta la famiglia concludono sottolineando che è stata posta fin dai primissimi momenti attenzione al contagio diagnosticato in Prosperius, ben prima che uscisse la notizia sui media (infatti Adriana si trovava a Spoleto già da circa 4/5 giorni);  La necessità di alcuni chiarimenti e informazioni resterà una delle priorità.  Ora più che mai resta la gioia di riprendere in mano la propria vita e, speriamo, di lasciarsi alle spalle gli incubi peggiori.   Alla fine, si è fortunati quando tutto si può raccontare.

05/03/2021 18:03:28 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Emergenza vaccini. Le opposizioni di Umbertide propongono alcune misure concrete

Le opposizioni di Umbertide unite per proporre una più incisiva lotta all’emergenza vaccinale.  "È stato presentato dai consiglieri Gianni Codovini (Umbertide cambia), Giampaolo Conti (M5S), Filippo Corbucci (Pd) e Matteo Ventanni (Pd) un Odg che avanza alcune modalità concrete e strumenti per un piano vaccinale che non è stato ancora messo a punto dall’Amministrazione, ad integrazione di quello regionale.  In particolare, le opposizioni chiedono alla Giunta di attivarsi presso la Usl e la Regione affinché il punto vaccinale di Umbertide sia operativo tutti i giorni dalle 8,00 alle 20,00; nonché di individuare la migliore soluzione logistica per il punto vaccinale, mettendo a disposizione tutti gli spazi di proprietà pubblica. Si tratta inoltre di mettere a disposizione personale e mezzi del Comune per facilitare la vaccinazione di persone disabili e in difficoltà. Ormai il punto vaccinale ad Umbertide si è trasformato in un intervento troppo ridotto rispetto ai nuovi numeri vaccinali (con la recente introduzione dell’obbligatorietà per gli insegnanti), pertanto le opposizioni chiedono alle Autorità preposte regionali di istituire ad Umbertide il punto vaccinale gestito direttamente dall’Esercito. Da ultimo, il piano dell’emergenza locale non esclude il lavoro sul tracciamento. Così, si tratta di aprire il tracciamento del cosiddetto tampone veloce, ad oggi riservato solo al personale scolastico, e che si svolge nei locali di fronte alla Farmacia comunale 1, a tutti i cittadini che ne facciano richiesta".     

05/03/2021 12:54:14 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Un incontro online dedicato alla Dipendenza affettiva: domenica 7 marzo organizzato dalla Commissione Pari Opportunità di Umbertidembertide

Giornata Internazionale della Donna, domenica 7 marzo la Commissione Pari Opportunità del Comune di Umbertide organizza in diretta su Facebook l'incontro “Dipendenza affettiva-Dall'amore all'amore malato”   In occasione della Giornata Internazionale della Donna la Commissione Pari Opportunità del Comune di Umbertide ha organizzato per domenica 7 marzo il webinar intitolato “Dipendenza affettiva – dall’Amore all’Amore Malato”. In occasione del “Mese della Donna”, l'assessorato alle Pari Opportunità e la Commissione hanno ritenuto opportuno inaugurare un filone di incontri denominato “Dipendenze”. Il primo sarà un webinar, vista l'impossibilità di fare incontri in presenza, in diretta sulla pagina Facebook “Pari Opportunità Umbertide” a partire dalle ore 21.00. L'incontro arà incentrato proprio su quella affettiva, che troppo spesso è alla base di comportamenti violenti ai danni delle donne e dei loro bambini. L'incontro sarà aperto con i saluti istituzionali della vicesindaco con delega alle Pari Opportunità, Annalisa Mierla e sarà moderato dalla presidente della Commissione, Gloria Volpi e dal vicepresidente Michael Zurino. Partendo da casi di cronaca recenti, saranno analizzati fatti e comportamenti da due punti di vista diversi, portati rispettivamente dall’avvocato Nicodemo Gentile e dalla dottoressa Laura Dalla Ragione.  Narcisismo psicologico, un’analisi tecnico-giuridica sul nuovo Codice Rosso ed una analisi dei segnali da poter captare verso noi stessi e verso gli altri per non cadere nella trappola di una manipolazione affettiva, saranno alcuni dei punti trattati nel corso dell’incontro. Data l’attualità dell’argomento e l’importante valore educativo che ne deriva, sono state invitate a partecipare al webinar tutte le scuole del territorio per sensibilizzare gli studenti e le loro famiglie, oltre a tutta la cittadinanza.            

05/03/2021 11:50:47 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Le “FARFALLE” volano da 10 anni: la storia del gruppo di Auto Mutuo Aiuto di donne operate al seno

Un traguardo ragguardevole quello che l’8 Marzo sarà raggiunto dal gruppo AMA FARFALLE, donne operate al seno, facenti parte delll’Associazione Altotevere Contro il Cancro. Dieci anni orsono sotto gli auspici del progetto “Umanizzazione in oncologia" promosso dall’ASL1 in collaborazione con l’AACC di Città di Castello nacque il Gruppo di Auto Mutuo Aiuto “FARFALLE”. La scelta dell’8 Marzo non fu casuale; volle sottolineare in forma concreta piuttosto che celebrativa, l’interesse rivolto all’universo femminile, ponendo l’attenzione su una delle patologie di maggior impatto psicologico e relazionale nella vita della donna: il tumore al seno. Grazie al sostegno dell’AACC sono stati fatti incontri con donne operate e loro familiari, per cercare di sostenerle ne loro percorso; con medici e operatori per confronti sulle reciproche necessità; con istituzione e politici per chiedere di tutelare i diritti alla salute individuando la migliori cure possibili; con esperti per informare le donne sulla prevenzione ; con professionisti che hanno educato e formato per poter meglio aiutare chi chiede aiuto. L’appartenenza da diversi anni a Europa Donna Umbria, che accoglie quasi tutte le associazioni umbre e fa capo a Europa Donna Italia, movimento che nello specifico rappresenta i diritti delle donne nella prevenzione e cura del tumore al seno, sta dando i frutti ; in ultimo la campagna per l’ottenimento dei test genomici gratuiti. Dopo i grandi risultati  legati alla realizzazione del progetto “Dragon Boat” (barca a venti posti dedicata alla riabilitazione psicofisica delle farfalle) recentemente è stato donato al Reparto di chirurgia ricostruttiva diretto dal Dott. Marino Cordellini una apparecchiatura elettromedicale di ultima generazione capace di ricostruire, a mezzo tatuaggio, il capezzolo della mammella. Il Covid 19 ha spento molte luci, anche quelle più fragili dell’attività del volontariato, l’auspicio  che  questa felice ricorrenza  riaccenda la luce della speranza e della vita per tutti e in particolare per le “FARFALLE”. Buon 10° anniversario.

04/03/2021 18:26:37 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Studente del Campus DaVinci è tra i 20 ragazzi umbri selezionati per partecipare al Programma CyberChallenge.IT 2021

E’ Yahya Osfor e frequenta la classe quarta del Liceo delle Scienze Applicate al Campus di Umbertide, il genio informatico selezionato in Umbria per partecipare al CyberChallenge.IT, un programma di formazione per i giovani talenti che punta a ridurre significativamente l’odierna carenza della forza lavoro in ambito informatico. Il Progetto rappresenta la principale iniziativa italiana per identificare, attrarre, reclutare e collocare la prossima generazione di professionisti della sicurezza informatica, incoraggiandoli a riempire i ranghi dei futuri professionisti della cybersecurity, mettendo così le loro capacità a disposizione del sistema Paese.  Il programma si inserisce all’interno dell’Indirizzo Operativo n.3 del “Piano Nazionale per la Protezione Cibernetica e la Sicurezza Informatica”, guidato dal Sistema di Informazione per la Sicurezza della Repubblica - Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (DIS) della Presidenza del Consiglio dei Ministri.  I partecipanti sono giovani fra 16 e 23 anni che studiano nelle Scuole Superiori e nelle Università italiane e, considerato l’elevato numero degli aderenti, si può immaginare la soddisfazione della Preside, Franca Burzigotti e della Prof.ssa Federica Trombettoni, docente di Informatica di Yahya Osfor per la sua ammissione al Programma e la grande opportunità che ne può derivare per il futuro dello studente. L'edizione 2021, come le precedenti, offrirà agli studenti selezionati corsi di addestramento presso le sedi universitarie partecipanti e culminerà nel quarto campionato italiano Capture-TheFlag (CTF) in cybersecurity e permetterà, tra l’altro di identificare i componenti di TeamItaly, la Squadra Nazionale di Cyberdefender che parteciperà alla edizione 2021 della European Cyber Security Challenge (ECSC) a Praga dal 28 settembre al 1 ottobre.  Per gli studenti delle Scuole Superiori partecipanti al Programma è possibile l’attivazione di Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento (ex Alternanza Scuola-Lavoro) e numerosi Atenei riconoscono Crediti Formativi Universitari (CFU) ai partecipanti al programma.  Il programma CyberChallenge.IT vede coinvolti molteplici attori che, sinergicamente, contribuiscono all’organizzazione, al finanziamento, alla visibilità e al successo dell’iniziativa, tra i quali vanno evidenziati:   · Laboratorio Nazionale Cybersecurity del CINI  · Comparto Intelligence Nazionale  · Ministero della Difesa  · Ministero dell’Istruzione  · Ministero dell’Università e della Ricerca  · Sistema Universitario Italiano  · Aziende private.  Il percorso formativo, a cui è stato ammesso l’eccellente  studente del Campus DaVinci, curato per l’Umbria dall’Università degli Studi di Perugia, è mirato a fornire le basi metodologiche e pratiche richieste per analizzare vulnerabilità e possibili attacchi, identificando le soluzioni più idonee a prevenirli, in ambiti diversi della cybersecurity, ha una durata complessiva di 72 ore distribuite su tre mesi e viene svolto in orari compatibili con le attività didattiche degli studenti.   Alla fine della formazione, Yahya Osfor parteciperà alla gara CTF locale individuale, mirata a selezionare i migliori studenti di ciascuna sede che poi parteciperanno alla gara CTF nazionale a squadre (una squadra per ciascuna sede locale) da cui poi verranno selezionati i 20 componenti di TeamItaly, la Squadra Nazionale Italiana di Cyberdefender che rappresenta l’Italia nelle competizioni internazionali.  Il programma vuole creare e far crescere la comunità dei cyberdefender investendo sui giovani e punta a:   · stimolare l’interesse verso le materie tecnico scientifiche e, in particolare, verso l’informatica;  · far conoscere le opportunità professionali offerte dai percorsi formativi sulla sicurezza informatica;  · mettere i giovani in contatto diretto con realtà aziendali, anche tramite specifiche sfide che saranno chiamati ad affrontare;   · identificare i giovani talenti cyber e contribuire al loro orientamento e alla loro formazione professionale.                 

04/03/2021 12:52:15 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Nel Comune di Umbertide previsti 800mila euro di interventi da parte di Umbra Acque

Importanti località del territorio umbertidese saranno interessati da significativi interventi da parte di Umbra Acque Spa. Come rende noto l'azienda, all'interno del piano degli interventi riguardanti il quadriennio 2020-2023, Umbra Acque spa realizzerà investimenti per 800.000 euro nel territorio comunale di Umbertide.   Come investimento prioritario è stata individuata dall'azienda la realizzazione di una nuova condotta fognaria che allacci le località di Spedalicchio e Molino Vitelli al collettore situato nella frazione di Niccone, il quale già conferisce al depuratore esistente. Inoltre, come riferisce Umbra Acque Spa, è previsto nella prima revisione utile del piano degli interventi anche l’inserimento dell’intervento per il rifornimento idrico dell’abitato della località di Petrelle. Come informa Umbra Acque Spa, al precedente intervento si devono aggiungere le operazioni relative al piano di riduzione delle perdite, che saranno definiti a seguito di specifici studi.   Afferma il sindaco di Umbertide, Luca Carizia: “Ringraziamo Umbra Acque Spa per aver accolto le istanze portate avanti dall'Amministrazione in seguito alle segnalazioni di tanti cittadini. Gli investimenti pari a 800mila euro inseriti all'interno del piano di interventi 2020-2023, sono frutto di vari confronti fra il Comune di Umbertide e Umbra Acque Spa per gestire al meglio le priorità. Oltre ai lavori che interesseranno le frazioni di Molino Vitelli e Spedalicchio, l'azienda ha garantito anche l'inserimento all'interno del piano di interventi 2020-2023 le operazioni riguardanti la località di Petrelle. Siamo convinti che gli interventi sopra elencati saranno accolti con soddisfazione dagli abitanti delle località interessate dai lavori”.        

03/03/2021 13:00:34 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy