Cultura Cosa vedere al Cinema Metropolis dal 30 gennaio

La nuova settimana di programmazione porta conferme e new entry al Metropolis. Da giovedì arrivano 18 Regali con Vittoria Puccini e Edoardo Leo e il nuovo grande film di Ken Loach  (scritto da Paul Laverty) Sorry We Missed You, ovviamente anche in VOST. Resta in programmazione Me contro Te La vendetta del Signor S fino a mercoledì 5 febbraio, quindi spettacoli tutti i pomeriggi anche nel weekend. In Sala Rometti, in uscita nazionale, Villetta con ospiti, il nuovo noir di Ivano De Matteo (Gli equilibristi, I nostri ragazzi) con un supercast tutto italiano composto da Marco Giallini, Michela Cescon, Bebo Storti, Vinicio Marchioni e Monica Billiani.   18 regali DI FRANCESCO AMATO DA GIOVEDì 30 GENNAIO DRAMMATICO, BIOGRAFICO / DURATA 120 MIN / ITALIA 2020, UNIVERSAL 18 Regali, film diretto da Francesco Amato, è la storia di Elisa (Vittoria Puccini), che a 40 anni ha perso la vita a causa di un male incurabile, lasciando il marito e la figlioletta di solo un anno. Sapendo di non avere speranze di vita, la donna prima della sua dipartita, pensa a come restare vicino alla piccola dopo la sua morte. È così che ogni anno nel giorno del suo compleanno Anna (Benedetta Porcaroli) riceve un regalo da suo padre Alessio (Edoardo Leo) per conto della madre, fino alla maggiore età. Con questi diciotto regali Elisa dimostra a sua figlia che, nonostante un fato avverso, lei c’è e che le è accanto. Giovedì 30 ore 18:45 - 21:30 Venerdì 31 ore 18:45 - 21:30 Sabato 1 ore 18:45 - 21:30 Domenica 2 ore 18:45 - 21:30   VILLETTA CON OSPITI DI IVANO DE MATTEO DA GIOVedì 30 gennaio DRAMMATICO / DURATA 88 MIN / ITALIA 2020 ACADEMY TWO Villetta con ospiti, film diretto da Ivano De Matteo, e si svolge in ventiquattro ore, nelle quali viene raccontata la storia di una famiglia borghese, residente in un paesino del Nord Italia. Durante la giornata gli uomini e le donne di questa ricca comunità si intrattengono nei caffé per fare vita sociale e apparentemente nulla sembra turbare la loro tranquilla e benestante esistenza. Di notte, però, prevale il loro lato più oscuro e animalesco, che tinge la piccola provincia dei toni del noir. I sette protagonisti del film si macchieranno dei sette peccati capitali, incarnandoli a perfezione e cadendo quasi innocentemente in un vortice di perdizione e violenza. Con un super cast composto da Marco Giallini, Michela Cescon, Massimiliano Gallo, Erika Blanc, Cristina Flutur, Bebo Storti, Vinicio Marchioni, Monica Billiani, Tiberiu Dobrica. Giovedì 30 ore 18:45 - 21:30 Venerdì 31 ore 18:45 - 21:30 Sabato 1 ore 18:45 - 21:30 Domenica 2 ore 18:45 - 21:30 Lunedì 3 ore 18:45 - 21:30 Martedì 4 ore 18:45 - 21:30 Mercoledì 5 ore 18:45 - 21:30   ME CONTRO TE - LA VENDETTA DEL SIGNOR S DI GINALUCA LEUZZI DA GIOVedì 30 gennaio COMMEDIA / DURATA 65 MIN / ITALIA, 2020 WARNER BROS Me contro Te – La vendetta del Signor S è il primo film con protagonisti i due giovanissimi youtuber Sofì (Sofia Scalia) e Luì (Luigi Calagna), noti nel web come i Me Contro Te. La coppia sicula, che conta oltre 4 milioni di iscritti sul suo canale e 1 milione e mezzo di follower su Instagram, dovranno fronteggiare ancora una volta il loro più acerrimo nemico, il Signor S. In precedenza il villain aveva scagliato i suoi scagnozzi contro Sofì e Luì, ma i due sono riusciti sempre a trionfare. Irritato dalle molteplici sconfitte, il Signor S questa volta ha deciso di intervenire per conquistare il mondo e ha promesso ai Me contro Te una terribile vendetta… Giovedì 30 ore 17:00 Venerdì 31 ore 17:00 Sabato 1 ore 18:30 Domenica 2 ore 16:00 - 17:30 Lunedì 3 ore 17:00 Martedì 4 ore 17:00 Mercoledì 5 ore 17:00   sorry we missed you DI KEN LOACH DA lunedì 3 febbraio DRAMMATICO / DURATA 110 MIN / UK 2019 LUCKY RED Sorry We Missed You, film diretto da Ken Loach, è la storia di Ricky (Kris Hitchen) e Abby Turner (Debbie Honeywood), che, dopo il crollo finanziario del 2008, lottano contro la precarietà degli ultimi anni in quel di Newcastle, cercando di non far mancare nulla ai loro bambini. Proprio la loro disastrosa condizione lavorativa – lei badante a domicilio, lui fattorino mal pagato – e conseguentemente finanziaria li mette di fronte a una dura relatà: non diventeranno mai indipendenti e non avranno mai una casa di loro proprietà, se continueranno ad agire così. Lunedì 3 ore 18:30 VOST - 21:15 Martedì 4 ore 18:30- 21:15 Mercoledì 5 ore 18:30- 21:15

29/01/2020 15:10:37 Scritto da: Eva Giacchè

Sport Ad Umbertide successo per il 1° corso di difesa personale per non vedenti

Matt Murdock, giovane non vedente, combatte l'ingiustizia di giorno come avvocato e di notte nei panni del supereroe Daredevil.   È la storia fantastica prima di un fumetto e poi di un film di grande successo ma è anche la vita quotidiana di tanti ragazzi colpiti da disabilità costretti a battersi ogni giorno contro le ingiustizie di una società ipocrita che in troppi casi li considera come persone di serie b.   Domenica 26 gennaio a Umbertide, presso la palestra del Kodokan Fratta, si è svolto il primo corso nazionale di Difesa Personale per non vedenti. Sei coraggiosi pionieri con disabilità visive sono saliti sul tappeto per dimostrare a sé stessi e soprattutto a tutti quei ragazzi che non si sentono all'altezza che la difesa personale può essere praticata anche dai non vedenti.   “I ragazzi che hanno partecipato a questo progetto pilota – ha spiegato Mirco Diarena, direttore tecnico dell'Asd Kodokan Fratta – non sono supereroi ma semplicemente più determinati di tanti loro coetanei. Non gli piacciono le etichette che la società superficiale di oggi gli attacca e sono pronti a dimostrare, ogni giorno, che le vere barriere sono quelle della mente e che tutto o quasi è possibile se affrontato con la tenacia. In una sola giornata i ragazzi hanno appreso i movimenti fondamentali in grado da permettergli di difendersi da alcune tipologie di aggressione. Non ho utilizzato nessun metodo didattico innovativo ma il programma base che viene insegnato a qualsiasi praticante che mette piede in palestra. Il metodo di difesa judo è basato infatti sul contatto diretto con l'aggressore e a distanza ravvicinata la vista diventa un senso non fondamentale. In più i ragazzi non vedenti hanno una percezione dello spazio e degli altri talmente elevata che ha reso velocissima la fase di apprendimento dei primi movimenti rudimentali”.   Alla giornata di sport ha preso parte anche l'Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Umbertide Annalisa Mierla che ha portato i saluti della città ai partecipanti e che ha sottolineato l'importanza di fare rete tra le associazioni che propongono questi progetti, le amministrazioni e le Federazioni che si battono per i diritti dei disabili per permettere a tanti ragazzi e ragazze di vivere senza barriere la propria esistenza e realizzarsi in tutti campi, sportivo, sociale e lavorativo.   L'iniziativa pilota ha permesso in un solo giorno di sgretolare la falsa supposizione che un ragazzo/a non vedente sia un facile bersaglio. Adesso gli organizzatori si stanno adoperando per riuscire a diffondere questo messaggio e far capire a tanti ragazzi con disabilità visive che i limiti esistono solo per essere superati, soprattutto se fondati sull'ignoranza e il pregiudizio.    

29/01/2020 15:02:20 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Umbertide cambia: «amministrazione comunale senza azione, senza progetti, senza etica»

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma di Umbertide cambia In Consiglio comunale, su specifiche interrogazioni di Umbertide cambia, è emersa la mancanza di etica pubblica, di politiche educative-scolastiche e di sicurezza pubblica da parte del Sindaco e  della Giunta.   L’ultimo Consiglio sul question time è stato illuminante - afferma Gianni Codovini, consigliere di Umbertide cambia. Al di là delle cadute di stile del Sindaco - che divulga in pubblica seduta, senza alcun nesso con le questioni affrontate, alcuni dati sensibili sulla mia persona, imitando il metodo del citofono salviniano - è emerso il vero volto di questa Giunta e amministrazione: senza azioni, senza progetti e senza etica pubblica. I fatti.  Sulla questione specifica dell’etica pubblica, Umbertide cambia ha chiesto il taglio volontario delle indennità di funzione di Sindaco (34.140 euro), assessori (chi 15.360 euro; chi 11.524; chi 7.680) e Presidente del Consiglio (15.360 euro) per dare un segno di responsabilità e rottura col passato, mettendo la somma al servizio della comunità umbertidese. La risposta: nessun taglio, senza alcuna motivazione. Tutto come prima, anzi peggio di prima dal momento che gli attuali amministratori erano gli stessi che prima ringhiavano sull’antipolitica.  La mancanza dei progetti e azioni: sulla gestione delle politiche educative scolastiche c’è da parte della Giunta solo ambiguità. L’assessore Villarini ha bocciato la nostra richiesta sulla rimodulazione delle tariffe dell’Asilo Nido, che comunque sia si trova in situazioni di disagio, peraltro dovute a cause di forza maggiore; lo stesso assessore non ha detto parola sulla futura collocazione dell’Asilo Nido né sulla costituzione del polo educativo 0-6 anni, che sarebbe la soluzione – secondo quanto indica peraltro la legge – per la nostra città. Sull’ordine pubblico, poi, le contraddizioni sono una ferita aperta per la coerenza, soprattutto della Lega: in Consiglio, l’assessore Cenciarini ha ammesso che la caserma dei carabinieri non si farà, ma in campagna elettorale è stato – accanto alla Moschea, che invece si farà – il loro cavallo di battaglia. Politiche di protezione da furti in abitazione, reati predatori e atti di vandalismo non ci sono. Anzi, il personale di Polizia urbana è diminuito e non vi saranno controlli notturni. Questi i fatti, al netto poi dell’imperizia amministrativa della Giunta.       Umbertide cambia  

28/01/2020 21:15:47 Scritto da: Eva Giacchè

Sport Il Volley Umbertide non fa sconti e supera CLT con un netto 3 a 0

Nonostante una situazione di classifica più che tranquilla, le ragazze di Maddalena Rosi non fanno sconti e nemmeno calcoli, aggiudicandosi il match senza concedere nulla alle ternane   Umbertide – L’ultima fatica di questa prima fase di campionato, secondo le valutazioni di alcuni, avrebbe potuto essere la partita dei calcoli. Già perché i “matematici” in questione avevano avanzato l’ipotesi in virtù della quale, siccome la sfida diretta tra Narni e Colleluna era andata a favore della prima, che quindi si era portata a quota 33 e che, anche se raggiunta, sarebbe stata comunque prima in virtù di una migliore classifica avulsa, la terza piazza sarebbe stata migliore. Questo perché piazzarsi al terzo posto, sulla base degli incroci della seconda fase, avrebbe garantito di evitare il girone nel quale sarà presente Libertas Perugia, forte di 39 punti in classifica, con un ruolino di 13 vittorie su 14 partite e un quoziente set di ben 7,4. Dunque, sempre secondo i calcolatori di cui sopra, sarebbe stato meglio piazzarsi al terzo posto. Ma per fare ciò le ragazze di Maddalena Rosi avrebbero dovuto addirittura cedere l’intera posta in gioco nella sfida contro CLT. Cosa non improbabile e nemmeno impossibile, ma solo giocando sul campo. E siccome non si scende mai in campo per fare calcoli, le umbertidesi non ne hanno fatti, regolando le ternane del CLT con un sostanzioso 3 a 0. Segno che questa squadra non teme nessuno, tanto meno le avversarie che a causa degli incroci previsti dalla formula hanno accumulato punti e risultati da rullo compressore.   La partita Che coach Rosi avrebbe fatto di tutto per fare bottino pieno e per non cedere nulla, si era intuito fin dall’ingresso in campo dello starting six: diagonale Ubaldi Leonelli, schiacciatrici Bianconi e Busti, centrali Giorgi e Moretti, liberi Girelli e Giulietti. E si visto anche quando la partita è cominciata, con perentori parziali di 5 – 1 e 8 – 3. Leonelli spinge in attacco (9 – 4), Giorgi mura come sa (10 – 4) e Busti è superprecisa sull’attacco in parallela (11 – 4). Solo qualche distrazione consente alle avversarie di riavvicinarsi (13 – 10), ma dopo il time out le padrone di casa ricomiciano a macinare gioco: il primo tempo di Moretti conferma il + 7 (18 – 11) e Leonelli allunga ancora da zona 2 (21 – 12). Cambio di diagonale per le padrone di casa con l’ingresso in campo di Fiorucci in regia e Leveque e poco dopo è Giorgi che chiude il parziale con l’attacco di palla basa a terra (24 – 14) e con un altro muro vincente (24 – 18). Alla ripresa del gioco c’è abbastanza equilibrio, ma rompono gli indugi Busti (10 – 8) e Leonelli, che mette a referto tre attacchi vincenti (16 – 11) e due ace sul suo turno dai nove metri (20 -11). Allunga ancora Beacci appena entrata al posto di Moretti (23 – 13) e sull’errore in attacco di Terni scorrono i titoli di coda anche sul secondo frangente (25 – 15). Le ospiti rientrano in campo molto determinate e si portano a + 4 (6 – 10). Ma dura poco, perché le padrone di casa incidono molto al servizio ed è su una loro ricezione abbondante che Moretti piazza lo slash vincente del pareggio (10 – 10). Umbertide mette la freccia con il mani out di Sarnari (13 – 12) e le ragazze di coach Gargagli si vedono costrette a forzare molto, ma sbagliano altrettanto e consentono alle biancorosse di allungare ancora (19 – 13, 22 – 13). Tutto fila liscio per le umbertidesi, che chiudono il set (25 – 16) e il match con il primo tempo vincente di Moretti.   Un eccellente secondo posto La vittoria conquistata consente di raggiungere Narni a quota 33, che tuttavia, grazie al maggior numero di vittorie, è prima in classifica. Ma quei 33 punti valgono un secondo posto di tutto rispetto, anzi l’eccellenza. Una piazza d’onore conquistata con diverse indisponibilità, soprattutto negli ultimi tempi; e con la necessità di trovare l’amalgama giusta con quattro elementi nuovi rispetto alla passata stagione. I valori individuali e quelli di squadra alla fine sono emersi. E poco conta se nel girone che si andrà a comporre la prima della classe ha già 6 punti di vantaggio, perché la squadra guidata da Maddalena Rosi ha certamente acquisito la consapevolezza di potersela giocare con chiunque. E tanto che ci siamo, non sarà superfluo ribadirlo, di non fare calcoli né sconti. D’altra parte nella pallavolo non si pareggia e per dirla con Boniperti, se vincere non è importante, vincere è però l’unica cosa che conta. E queste ragazze hanno certo dimostrato che per loro l’unica cosa che conta è vincere.   VOLLEY UMBDERTIDE  - CLT TERNI  3 – 0 (25 – 18 , 25 – 15 , 25 – 16)   VOLLEY UMBERTIDE: Ubaldi (C), Bianconi, Leonelli, Giorgi, Busti, Moretti, Sarnari, Palazzetti, Leveque, Fiorucci, Beacci, Girelli (L1), Giulietti (L2). Allenatore: Maddalena Rosi.   CLT TERNI: Porcu (C), Bobbi, Petrozzi, Paciucchi, Bighi, Faedi, Manciucca, Bogdan, Zeduari, Laudizi, Troiani (L1), Gigli (L2). Allenatore: Cristina Gargagli   Arbitro: Stefano Fiorucci

28/01/2020 15:48:56 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Il 30 gennaio Umbertide torna a commemorare Donato Fezzuoglio

Umbertide torna a commemorare l’appuntato Donato Fezzuoglio a quattordici anni dalla sua scomparsa. Il giovane carabiniere perse la vita il 30 gennaio 2006 nel tentativo di sventare una rapina ai danni della filiale del Monte dei Paschi di Siena in via Andreani. Nella mattinata di giovedì, la città tornerà a stringersi intorno ai familiari della medaglia d'oro al valore militare, per omaggiare la memoria del giovane carabiniere. La cerimonia avrà inizio alle ore 10 con gli onori militari e la deposizione della corona di alloro in via Andreani, luogo in cui l'appuntato perse la vita.   Saranno presenti il sindaco del Comune di Umbertide, Luca Carizia, il generale Massimiliano Della Gala, comandante della Legione Carabinieri Umbria e i vertici territoriali dell'Arma. Saranno presenti anche la vedova di Fezzuoglio, Emanuela Becchetti, il figlio Michele, e i familiari del carabiniere. Alla cerimonia sono stati invitati a partecipare, tra le autorità civili, la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, il presidente della Provincia di Perugia, Luciano Bacchetta, il prefetto di Perugia, Claudio Sgaraglia, il questore di Perugia Mario Finocchiaro, il procuratore generale della Repubblica di Perugia, Fausto Cardella, il sindaco di Perugia, Andrea Romizi, i sindaci dell'Alto Tevere e i parlamentari umbri. Sarà presente una nutrita rappresentanza di studenti delle scuole cittadine. Alla cerimonia civile seguirà alle ore 10,30 la cerimonia religiosa con la celebrazione da parte del vescovo di Gubbio, monsignor Luciano Paolucci Bedini, della santa messa presso la Chiesa di Cristo Risorto.  

28/01/2020 15:33:56 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Giornata della Memoria, il sindaco Carizia ad Assisi per il conferimento della Medaglia d'Onore all'umbertidese Amedeo Faloci

Il sindaco di Umbertide, Luca Carizia, nella mattinata di lunedì 27 gennaio in occasione della Giornata della Memoria (istituita dal Parlamento italiano il 20 luglio 2000 per commemorare le vittime dell'Olocausto nel giorno dell'abbattimento dei cancelli del campo di Auschwitz) ha partecipato ad Assisi alla cerimonia di consegna da parte del prefetto di Perugia, Claudio Sgaraglia, della Medaglia d'Onore conferita dal Presidente della Repubblica all'umbertidese Amedeo Faloci e ad altri quattro cittadini residenti nella Provincia di Perugia deportati o internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l'economia di guerra durante l'ultimo conflitto mondiale. Amedeo Faloci, nato nel 1927 a Montone, aveva 17 anni quando i tedeschi lo catturarono, strappandolo alla sua famiglia. Venne imprigionato e prima venne deportato a Kahla, in Germania, e in seguito fu mandato al campo di lavoro di Rosemberger. Insieme ad altri era addetto alla costruzione di gallerie dove i nazisti custodivano gli aerei. In uno di questi tunnel, Faloci ha scritto il suo nome nel cemento fresco. La sua prigionia durò circa un anno: fu deportato nel maggio del 1944 e fece rientro a casa nel giugno del 1945. Faloci, oggi ultranovantenne vive a Umbertide. La cerimonia, che ha avuto luogo all'interno del Museo della Memoria, ha visto la presenza anche della presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, del presidente dell'Assemblea legislativa dell'Umbria, Marco Squarta, del sindaco di Assisi, Stefania Proietti, del vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino, monsignor Domenico Sorrentino e di altre autorità civili e militari. L'onorificenza è stata consegnata nelle mani di Silvia Martini, nipote di Amedeo Faloci e presente all'evento insieme ad altri familiari. “Giornate come quella del 27 Gennaio hanno il dovere di farci ricordare il passato, di farci vivere il presente e di proiettarci verso il futuro – afferma il sindaco Carizia – Il sacrificio e la sofferenza di chi visse sulla propria pelle la ferocia dell'Olocasuto e della prigionia nei campi nazisti servono a tutti noi per non far ripetere una delle pagine più buie della storia dell'umanità”. Sempre per quanto riguarda le celebrazioni legate alla Giornata della Memoria, domenica pomeriggio, presso il salone del Centro socio-culturale San Francesco, si è svolto un partecipato evento, al quale ha preso parte l'assessore alla Cultura Sara Pierucci, che ha visto alternarsi momenti di lettura a cura del gruppo “Dallo scaffale a te” e intermezzi musicali eseguiti da Fabrizio Bagiacchi e Salvatore Zampini.    

28/01/2020 14:58:22 Scritto da: Eva Giacchè

Usl Umbria 1, il commissario Pasqui incontra i sindaci dell’Altotevere

Città di Castello, 28 gennaio 2020 - Il commissario straordinario della Usl Umbria 1 Silvio Pasqui, insieme al direttore amministrativo Doriana Sarnari e al direttore sanitario Teresa Tedesco, ha incontrato i sindaci dell’Altotevere e gli operatori sanitari dell’ospedale di Città di Castello e del distretto dell’Altotevere per un confronto sulle linee programmatiche del mandato e sugli obiettivi da raggiungere al fine di garantire la qualità della struttura.     Al centro dell’incontro ci sono state le grandi novità per il territorio e le partite ancora aperte, a partire dalla riconversione in Casa della Salute del vecchio ospedale di Città di Castello. Un’opera che richiede un finanziamento ingente e per la quale sta collaborando anche il Comune grazie al lascito Mariani, destinato, appunto, ai servizi sanitari del territorio.  “Stiamo lavorando – ha spiegato il commissario Silvio Pasqui –per continuare a garantire un alto livello di servizi. In particolare ci stiamo concentrando sulle liste di attesa per le quali abbiamo già trovato soluzioni, sia allungando l’orario di alcune prestazioni, come ad esempio la risonanza magnetica, che aprendo collaborazioni con gli altri territori. Per la risonanza, comunque, al momento c’è un solo macchinario funzionante ma l’acquisto di una nuova macchina è già stato previsto. Siamo inoltre in attesa della nuova gara per poter dotare l’ospedale di Città di Castello di un nuovo mammografo con tomosintesi. Sono pronti anche i finanziamenti per rifare l’asfalto della viabilità interna dell’ospedale e i lavori potranno partire a breve ”.    Per quanto concerne, invece, le prospettive future, l’intento del commissario straordinario Silvio Pasqui e della direzione della Usl Umbria 1 è quello di implementare l’endoscopia per aumentare ancora di più il livello di attrattività degli ospedali di Città di Castello e Umbertide e di lavorare per migliorare ancora di più il Prosperius, centro di eccellenza per la riabilitazione. C’è anche il progetto, inoltre, di migliorare le collaborazioni con i territori vicini per offrire più servizi e un’assistenza migliore ai cittadini.    Dal canto loro i sindaci si sono dimostrati soddisfatti per l’incontro con il commissario straordinario Pasqui. Il sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta ha voluto porre l’accento sulla necessità di accelerare le procedure per migliorare il distretto sanitario, che versa in pessime condizioni, e per sbloccare le procedure per l’apertura della Casa della Salute del vecchio ospedale.     Al termine dell’incontro con i sindaci il commissario, il direttore sanitario e il direttore amministrativo, introdotti dalla direttrice del distretto Daniela Felicioni, hanno incontrato le associazioni del territorio, gli operatori dell’ospedale di Città di Castello e del distretto Altotevere.  -- 

28/01/2020 14:57:10 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy