Notizie » Politica Cgil, Cisl e Uil approvano scelte amministrazione Città di Castello su lavori in piazza dell’Archeologia

Riceviamo e pubblichiamo   Città di Castello: Cgil, Cisl e Uil, unitamente alle organizzazioni di categoria FILLEA CGIL FENEAL UIL FILCA CISL bene scelta amministrazione su piazza dell’Archeologia. Va alzata una barriera contro le infiltrazioni criminali   “Vanno adottate tutte le azioni necessarie per preservare il tessuto produttivo e la realizzazione di opere pubbliche da infiltrazioni e fenomeni di criminalità organizzata. Per questo, Cgil, Cisl e Uil dell’Alto Tevere approvano le scelte dell’amministrazione comunale di Città di Castello in merito ai lavori di ristrutturazione di piazza dell’Archeologia. “È necessario che il territorio alzi le necessarie barriere affinché ogni tentativo di contaminazione sia respinto - affermano Alessandro Piergentili (Cgil), Antonello Pacciani (Cisl) e Pier Giovanni Egidi (Uil) con i rispettivi responsabili territoriali del settore costruzioni - Le organizzazioni criminali non debbono trovare nel territorio dell'alto Tevere le condizioni e gli spazi per le loro azioni, anche indirette, di penetrazione. È in gioco, infatti, la qualità della vita civile di un territorio. Il movimento sindacale unitario - concludono i tre sindacalisti - si attiverà con tutte le forze per garantire una convivenza civile sana e democratica”.   Città di Castello, 6 aprile 2018 CGIL CISL UIL A. Piergentili A. Paccavia P.Egidi  

09/04/2018 10:15:37

Notizie » Politica M5S Umbertide:''Sul costruendo centro culturale Islamico emergono aspetti che mettono in contraddizione l'intera vicenda''

Riceviamo e pubblichiamo In un recente servizio sul costruendo centro culturale Islamico emergono degli aspetti che mettono in contraddizione l'intera vicenda relativa alla struttura. Innanzitutto si ribadisce più e più volte che la struttura prevederà un’area destinata alla preghiera. Vorremmo ricordare che in base al piano regolatore dell’area in cui la struttura è collocata, non è prevista la possibilità di erigere luoghi di culto. Di nessun tipo. Per questo si parla (o meglio, si dovrebbe parlare) di centro culturale islamico e non di moschea.  Il fatto di aver finalmente ammesso apertamente che l’edificio sarà un luogo di culto e di preghiera pone in primo piano la questione relativa alla regolarità dello stesso visto che, appunto, non è consentito erigere edifici che abbiano una destinazione d’uso diversa da quella prevista dal piano regolatore. Dovremmo quindi aspettarci a breve un cambio di destinazione d'uso? Un altro aspetto che ci è parso quantomeno curioso è questa improvvisa apertura e sbandierata trasparenza. Fino a ieri ogni tentativo di far chiarezza su alcuni aspetti ritenuti di fondamentale importanza per l’intera comunità Umbertidese (primo fra tutti quello relativo all’origine dei finanziamenti) hanno trovato un muro di gomma sia da parte dell’Imam che da parte della passata amministrazione. Ricordiamo i numerosi tentativi da parte del Movimento 5 Stelle di far chiarezza sull’origine dei finanziamenti, conclusi con un nulla di fatto. Persino alla presentazione del protocollo di intesa tenutasi lo scorso novembre non è stata in alcun modo coinvolta la cittadinanza. È stata l’ennesima estromissione dei cittadini dalla possibilità di ricevere informazioni su qualcosa che li riguarda e li tocca direttamente. Si è trattato di un evento per soli “addetti ai lavori” mentre la cittadinanza è stata esclusa non solo dalla possibilità di essere informata, ma anche dal poter fare domande o esprimere le proprie opinioni. Sempre nell'intervista si dice che l’inaugurazione dell’edificio è prevista da qui ai prossimi 3 mesi. Un fulmine a ciel sereno conseguenza del fatto che, come si diceva, questa trasparenza tanto sbandierata nel servizio evidentemente fino ad oggi non c’era mai stata e fa apparire il contenuto dell’intervista uno sterile spot autocelebrativo volto più a “far digerire” alla cittadinanza questa costruzione. La trasparenza a cose fatte puzza di presa in giro. 

06/04/2018 12:16:45

Notizie » Politica Liberi e Uguali Umbertide:''Il candidato a sindaco sarà Mauro Alunni''

Riceviamo e pubblichiamo Liberi e Uguali di Umbertide ringrazia per l’attenzioni ma andrà da sola alle elezioni del 10 giugno. Il candidato a sindaco sarà Mauro Alunni. Liberi e Uguali di Umbertide ringrazia per le continue attenzioni dei politologi nostrani che non ci dormono la notte pur di accasarci con una o con l’altra lista alle prossime amministrative. Come già annunciato LeU ha accettato di buon grado di incontrarsi con le forze politiche che lo hanno richiesto. Dall’incontro con il Pd abbiamo avuto la sensazione di buoni propositi per il futuro ma senza alcuna valutazione critica su quanto avvenuto negli ultimi mesi ad Umbertide. Anzi abbiamo ricavato la convinzione che il Pd sia convinto di aver agito per il meglio spingendo i suoi sette consiglieri a recarsi dal notaio per sfiduciare la giunta Locchi. L’incontro con Umbertide Cambia è praticamente finito prima di cominciare: ci è stata offerto uno strapuntino nella lista, forse trattando se ne potevano ottenere anche due ma non è certo questo che cerchiamo. Inoltre neanche da Umbertide Cambia è pervenuta la minima autocritica sul ricorso al notaio e non all’opposizione consiliare per far cadere la giunta. Più costruttivo e utile l’incontro con la lista di Marco Locchi, la vittima della “congiura del notaio” da parte di Pd e Umbertide Cambia. Mai si era visto ad Umbertide o in Umbria un uso così improprio e fuori dalla tradizione politica dei consiglieri comunali da parte del Pd e su questo abbiamo espresso la nostra solidarietà a Locchi. Ma i legami ancora forti con le antiche appartenenze e i tempi ravvicinati non possono favorire una convergenza programmatica solo per fini elettorali. Quindi LeU ha deciso di percorrere da sola il percorso fino al 10 giugno per poi valutare la situazione e dare indicazioni di voto al ballottaggio. Il nostro candidato a sindaco sarà Mauro Alunni. Insomma ad Umbertide è importante verificare le diverse posizioni politiche rispetto a quanto avvenuto prima di trovare alleanze che durano solo un giorno come le rose o che non rispettano i rapporti di forza reali tra i cittadini. Meglio andare inizialmente divisi e poi colpire uniti le furberie e le ambiguità politiche di cui Umbertide non ha alcun bisogno. Da parte nostra con questo comunicato pensiamo di aver dato un contributo alla chiarezza e alla trasparenza della politica come richiesto da tanti Umbertidesi. Liberi e Uguali di Umbertide.

06/04/2018 12:07:21

Notizie » Politica PD Umbertide:''Paola Avorio candidata Sindaco''

Riceviamo e pubblichiamo Paola Avorio candidata a Sindaco di Umbertide: dirigente scolastico, figlia di un sopravvissuto alla strage nazifascista di Penetola e unica donna candidata sindaco   Paola Avorio è nata a Umbertide nel 1966, dove vive insieme alla sua famiglia. E' sposata con Marco e ha due figli. È laureata in lingue straniere e  pedagogia. È stata insegnante di lingue straniere e oggi svolge la professione di dirigente scolastico: attualmente dirige due circoli didattici (uno dei quali in reggenza) per un numero complessivo di 18 plessi scolastici,1700 alunni e circa 300 dipendenti tra docenti e personale ATA. Ha svolto la sua carriera civile e politica sempre in campo lavorativo. Figlia di un sopravvissuto ad una strage nazifascista si è dedicata a ricerche e studi storici relativi ai periodi di guerra civile e stragi avvenute durante la Seconda guerra mondiale nel territorio umbro e collabora a vario titolo con alcune associazioni del territorio. "Mi candido per mettere al servizio di Umbertide la mia passione civica e le mie esperienze professionali, in ultima quella di dirigente scolastica. La mia storia familiare mi ha insegnato a voler bene a questa città e ai suoi cittadini. Ho iniziato un percorso politico da pochi mesi ed è stato forse nel momento più complicato di Umbertide. Ma sono un tipo coriaceo e appassionato che sa assumersi le sue responsabilità sino in fondo rispettando tutti, ma con l'autonomia che la mia esperienza professionale testimonia. Ora tutti al lavoro, insieme, per il bene della nostra comunità". Queste le parola della prof.ssa Paola Avorio dopo essere stata scelta all'unanimità dal Partito Democratico di Umbertide quale candidata a Sindaco. Nei prossimi giorni ci sarà un confronto con le forze che comporranno la coalizione di centrosinistra e poi ci sarà la presentazione ufficiale alla Città.   Partito Democratico Umbertide

05/04/2018 13:02:53

Notizie » Politica Potere al Popolo Umbertide:''Non parteciperemo alle prossime elezioni amministrative''

Riceviamo e pubblichiamo Potere al Popolo NON PARTECIPERA’ ALLE PROSSIME ELEZIONI AMMINISTRATIVE. La scelta, abbastanza sofferta, è dovuta al fatto che non abbiamo intenzione di prendere in giro nessuno con programmi sterili fatti all'ultimo minuto. Potere al popolo infatti non vive solo di elezioni, e non ci sarebbe cosa più sbagliata per una realtà nata da poco tempo come la nostra di bruciare le tappe. Ancora più sbagliato sarebbe per noi unirci ad altre liste ( compromesse con il passato) perdendo così il senso di quello che siamo e di quello che è stato creato negli ultimi mesi. La nostra scelta è stata presa di comune accordo attraverso un’assemblea ed attraverso il reciproco scambio di opinioni tra i presenti senza sottostare ad alcun dictat imposto dall’alto. Questa scelta non è un modo per allontanarci dalla vita del nostro paese, ma un segnale di discontinuità netto rispetto al passato. Pur non partecipando alle elezioni non abbiamo alcuna intenzione di stare con le mani in mano: siamo ansiosi di far conoscere il nostro programma e le nostre iniziative a tutti coloro che ancora non ci conoscono. Siamo operai, insegnanti, impiegati, disoccupati, liberi imprenditori, studenti che sono cresciuti in questo paese e che sognano per questo un futuro e , perché no, anche per un presente migliore. Sappiamo che Umbertide ha molte cose da offrire, come lo ha fatto in passato, e vogliamo riportare alla vita sociale questa città dove il bene comune è stato cancellato per giochi di carriera politica. Per questo motivo come Potere al Popolo non partiremo dalla dimensione elettorale ma investendo sul lavoro sociale. Il nostro primo progetto sul quale vogliamo lavorare è la costruzione di una CASA DEL POPOLO ad Umbertide, un progetto attraverso il quale unire passato e presente e dare modo ad una comunità colpita dalla crisi e dalla solitudine di ritrovarsi unita. Un luogo aperto alla cittadinanza, dove poter dar modo a molti ragazzi e ragazze di talento (e ce ne sono !!!) che al momento non hanno un impiego o un posto dove poter far confluire le proprie capacità e metterle così al servizio di tutti. Un luogo dove costruire mutuo soccorso e unirci sul fare, dove rigenerare la cultura della solidarietà. Siamo fortemente convinti che il diritto al lavoro, al reddito, all'istruzione siano il modo migliore per contrastare guerra fra poveri e razzismo. Abbiamo tante idee e tante speranze, ma non saremo niente senza unirci sul fare concreto. Prossimamente convocheremo un'assemblea pubblica per costruire in forma partecipata il progetto della Casa del Popolo ad Umbertide. Noi accettiamo questa sfida, voi?

03/04/2018 21:09:07

Notizie » Società Civile L'Istituto Umbertide-Montone-Pietralunga lancia il crowdfunding per realizzare il laboratorio di informatica

Riceviamo e pubblichiamo L'obiettivo è quello di realizzare un moderno laboratorio informatico dotato di stampanti 3 D per avviare gli studenti della scuola media Mavarelli-Pascoli allo studio, all'ideazione e alla realizzazione di oggetti tridimensionali. Così l'Istituto comprensivo Umbertide Montone Pietralunga ha lanciato il progetto “Engineering@school.3d” che è stato selezionato da Fastweb4school e dal Miur per un crowdfunding al quale tutti sono chiamati a partecipare, imprese e privati cittadini. Che, se riusciranno a raccogliere il 50% del budget necessario, consentiranno alla scuola umbertidese di avere il suo laboratorio perché il restante 50% sarà finanziato interamente da Fastweb. Il progetto nasce con l'intenzione di avviare e sviluppare una sinergia con le attività produttive del territorio umbertidese, particolarmente attive nel settore della meccanica e meccatronica; per fare questo però la scuola ha bisogno di dotarsi di un laboratorio innovativo, anche nella progettazione spaziale, ad esempio con i tavoli organizzati ad "isola", così da agevolare il lavoro cooperativo e collaborativo e con zone dedicate all'uso di tecnologie avanzate come la stampante 3D. Solo così è possibile promuovere una didattica laboratoriale, del realizzare tramite il "fare", dall'ideazione astratta fino alla realizzazione grafica al pc e con stampante 3D. Il progetto sarà inizialmente proposto alle classi della scuola secondaria di primo grado Mavarelli-Pascoli, ma successivamente sarà esteso alle scuole primarie dei comuni di Montone e Pietralunga dal momento che le classi V sono già impegnate da alcuni anni in attività di coding. Ogni cittadino e ogni azienda del territorio potrà contribuire al progetto, promosso dall'Istituto Umbertide Montone Pietralunga in collaborazione con Fastweb4school e produzionidalbasso.it, piattaforma di crowdfunding riconosciuta dal MIUR.  

03/04/2018 16:36:55

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy