Attualità » Primo piano Rifiuti abbandonati in Via Battisti: la segnalazione di un cittadino

Riceviamo e pubblichiamo le foto inviate da un cittadino umbertidese che ci ha segnalato un caso di abbandono di rifiuti a dir poco "selvaggio". La zona interessata è via Battisti, come si può vedere dalle foto scattate dal nostro lettore, la situazione è di assoluto degrado. Una vera discarica improvvisata: scatoloni, sacchi pieni, materie plastiche. Un trionfo di rifiuti che tra l'altro si trovano a poca distanza dal parco giochi del campo USU di Umbertide. *** AGGIORNAMENTO *** Dopo la segnalazione, e le numerose polemiche scaturite, abbiamo deciso di verificare ulteriormente alcuni dettagli relativi alla zona interessata, che risulta essere privata e sottoposta a sequestro da circa un anno. L'Amministrazione comunale ha assicurato che provvederà nel più breve tempo possibile a mettere in sicurezza la zona. Il dibattito scatenatosi intorno all'argomento (che è pur sempre un bel segnale all'interno di una comunità) si è incentrato quasi unicamente su una questione politica ma quando si tratta di rifiuti abbandonati di certo il primo responsabile da chiamare in causa è il poco buon senso delle persone. Questa segnalazione può essere un ottimo motivo per ricordare che abbandonare rifiuti oltre ad essere un grande segno di inciviltà costituisce reato, per questo auspichiamo che le sanzioni continuino ad essere inasprite per evitare che tale fenomeno dilaghi.

28/06/2019 09:58:54 Scritto da:

Notizie » Politica Cavedon, “L’incoerenza politica di Codovini si commenta da sola”

Cavedon, Capogruppo Lega Umbertide, risponde a Codovini dopo l'ultimo comunicato di Umbertide cambia   “In questa torrida estate ci mancavano le perle di saggezza di Codovini che, con i suoi giudizi parziali e strumentali, quanto meno ci fa sorridere”. A rispondere alle illazioni del consigliere Codovini è il capogruppo Lega Umbertide Lorenzo Cavedon. “Il caldo gioca brutti scherzi – precisa  il leghista – ma è bene dare una rinfrescata alla memoria del consigliere di minoranza, schieratosi più volte contro il Pd ma che all’occorrenza non ne disdegna l’appoggio per la sua elezione a Vice Presidente del Consiglio comunale. Una  presunzione politica che forse gli ha fatto rimuovere la proposta di un emendamento alla manovra di bilancio in cui chiedeva di far pagare più tasse alla fascia di popolazione meno abbiente. I cittadini si ricorderanno anche delle partecipazioni di Codovini alla Festa dell’Unità o di quando appoggiò il progetto del Pd “Siamo Europei”. Da parte del capogruppo di “Umbertide Cambia” non una linea politica coerente  ma solo un naufrago in cerca di un’isola in cui issare la bandiera a seconda del vento.  A dimostrarlo sono i fatti: dice di combattere il sistema clientelare del Pd poi partecipa al progetto “Cantiere Civico” iniziativa organizzata dal Pd dove era presente anche l’ex sottosegretario all’Interno, oggi agli arresti domiciliari, Gianpiero Bocci. Tanta polvere e una visione politica ballerina in contrasto con quella lineare portata avanti dalla Lega e dall’amministrazione Carizia che, a testa bassa e senza grandi proclami, sta lavorando per il bene di Umbertide. Lo dimostrano i progetti riguardanti la demolizione e la ricostruzione della scuola Monini, la riqualificazione eco la ristrutturazione della scuola di Niccone, la costruzione della serra disabili, i lavori di sistemazione di piazza Marx.In attesa che Codovini trovi una sua dimensione politica, se mai la troverà, la Lega ad Umbertide continua a lavorare e dare risposte concrete ai cittadini”

28/06/2019 09:23:13 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano A Umbertide i festeggiamenti regionali per i 70 anni dalla fondazione del Vespa Club d'Italia

Umbertide è pronta a ospitare insieme a Montone, sabato 29 e domenica 30 giugno, i festeggiamenti regionali per celebrare i 70 anni dalla fondazione del Vespa Club d’Italia. Il raduno, denominato “Dalla Fratta a Montone sulle orme di Braccio Fortebraccio”, organizzato dal Vespa Club Fratta Umbertide e dal Vespa Club Montone, patrocinato dai Comuni di Umbertide e Montone, avrà inizio alle 14 di sabato con l’apertura delle iscrizioni in piazza Matteotti. Dopo di che i centauri provenienti da tutta Italia potranno visitare la Rocca e la chiesa Collegiata, che ospita il santuario dei motociclisti. Successivamente, alle 16 è fissata la partenza, in direzione Montone, dei partecipanti alla gara di regolarità amatoriale di bassa difficoltà, aperta anche ai principianti, con percorso a controlli e prova speciale. Verranno premiati i primi cinque classificati con prodotti tipici locali, mentre a tutti i partecipanti sarà rilasciato un riconoscimento. Alle 17, invece, tutti gli iscritti al raduno si muoveranno alla volta del borgo, dove avrà luogo la cena. La mattina del 30 il ritrovo sarà alle 8 in piazza Matteotti e in piazza del Mercato a Umbertide. Dopo la colazione a base di prelibatezze del territorio, alle 10 partirà il giro turistico per la città e a seguire i vespisti giungeranno a Montone, dove saranno effettuate delle visite guidate. Il raduno si concluderà con un pranzo collettivo presso il ristorante “Adamo” di Corlo, al termine del quale si svolgeranno le premiazioni e la lotteria, il cui ricavato sarà interamente devoluto alla sezione umbertidese dell'Aucc.  

26/06/2019 14:53:16 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Umbertide cambia: ad un anno di distanza un primo bilancio delle attività della nuova giunta

Gianni Codovini, consigliere comunale di Umbertide cambia, traccia un primo bilancio ad un anno dalla elezione della nuova amministrazione. Di seguito il comunicato stampa. Immobilismo amministrativo e silenzio politico assordante. Questi sono i caratteri che contraddistinguono l’Amministrazione, eletta un anno fa. Non c’è dialogo, né interno alla maggioranza, presa com’è nella notte dei lunghi coltelli-fratelli Carizia-Locchi-Tosti, già spaccati, né con l’opposizione su questioni che interessano la città. Un’attenzione politica però c’è: quella della partitocrazia, intenta com’è la Giunta a spartire posti ai propri fedeli nei consigli di amministrazione, da ultimo quello della Prosperius. Ma i costi della politica rimangano quelli di prima: mentre la Giunta di Gualdo Tadino taglia l’indennità di funzione per Sindaco, Vice Sindaco, Assessori e Presidente del Consiglio Comunale del 13% qui a Umbertide, invece, si continua a percepire come prima, al tempo del Pd, lauti compensi (anche 16mila euro l’anno per assessori e presidente del Consiglio!). Con la riserva, però, che ai cittadini la stangata massima sull’addizionale Irpef questi signori l’hanno messa. E pensare che prima era una flat tax allo 0,50 (ma i leghisti non la vogliono?), ora è al  massimo dello 0,80. E i grandi problemi rimangono: una zona industriale che è un Vietnam e senza infrastrutture; le politiche per giovani e anziani non si sanno nemmeno cosa siano; non un’idea sulla sanità e i servizi alla persona. Le politiche territoriali su acqua, metano, scuola, ambiente, turismo e trasporti sono poi inesistenti: Umbertide non ha più voce né in Alta Umbria né in Alto Tevere. Isolati. L’ex magazzino tabacchi è sempre uno scatolone vuoto, la Moschea ancora lì, l’erba dei giardini privati non si sa dove buttarla e nessuno ci aiuta per pulire i cassettoni dei rifiuti condominiali. Tanto per dire che lo sbandierato cambiamento non si vede nemmeno nelle piccole cose. È cartina tornasole di questa condizione il fatto solo il prossimo 4 luglio ci sarà finalmente un Consiglio comunale, che dal 31 gennaio non viene convocato in sessione straordinaria (cioè per discutere i vari temi che interessano la città), come le Commissioni che non funzionano. È persino censurato nel sito del Comune il resoconto dei Consigli comunali. Sfido i cittadini a sapere se sanno cosa si è discusso e approvato in questi mesi. Qui la  propaganda di regime qualcosa potrebbe dire, invece di baloccarsi su erba (alta dappertutto) e buche (una groviera). Umbertide cambia  

26/06/2019 13:07:28 Scritto da: Eva Giacchè

Cultura Il 28 giugno alla Rocca l'inaugurazione della mostra “L'ambiguità della percezione”

Venerdì 28 giugno alle ore 18 presso la Rocca-Centro per l'arte contemporanea di Umbertide sarà inaugurata “L'ambiguità della percezione”, un’ampia mostra antologica dedicata a Sandi Renko. Nell'esposizione saranno presenti opere che vanno dalla fine degli anni Sessanta (epoca degli esordi artistici di Renko) ad oggi, con lavori realizzati proprio per gli affascinanti spazi storici della Rocca. Sandi Renko nasce nel 1949 a Trieste e vive tra questa città e Padova. Il suo lavoro artistico potrebbe definirsi “post-optical”, rientrando nel filone della passata arte cinetica ed optical, cioè le immagini astratte dei suoi quadri o delle sculture offrono visioni diverse a seconda della posizione che l’osservatore assume e, sebbene le superfici siano bidimensionali, appaiono tridimensionali. Le opere di Sandi Renko si presentano nel loro estremo rigore ma, allo stesso tempo, con grande e piacevole suggestione, per le variazioni cromatiche e compositive. Oltre ai quadri, Renko realizza sculture di varie dimensioni, sempre con la variabilità delle immagini ed è attivo anche nel design. L'evento è curato da Giorgio Bonomi, con l’organizzazione di FerrarinArte in collaborazione con l'assessorato alla Cultura del Comune di Umbertide. Sarà edito un catalogo che ospiterà un testo del curatore, un’intervista di Matteo Galbiati e la riproduzione fotografica delle opere. La mostra resterà aperta fino al 1° settembre con il seguente orario: dal martedì alla domenica, Ferragosto compreso, dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 18.30. Chiuso il lunedì.

26/06/2019 12:59:28 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Successo per la visita della delegazione maltese al centro per i Disturbi del comportamento alimentare di Umbertide

Due giorni di studio sulle metodologie di lavoro per aprire un centro analogo. Grande attenzione è stata riservata al percorso sull’obesità infantile, problema particolarmente sentito a Malta Umbertide, 26 giugno 2019 – E’ stato un successo la visita della delegazione del ministero della Salute di Malta al centro per i Disturbi del comportamento alimentare di Umbertide, che si è svolta il 24 e 25 giugno. La dottoressa Darlenn Zerafae il dottor Anton Grech sono stati molto interessati al percorso dedicato al trattamento dei disturbi del comportamento alimentare dell’età evolutiva dai 3 a 6 anni. In particolare hanno prestato attenzione al percorso contro l’obesità infantile effettuato presso il Centro di Umbertide.    La visita rientrava nell’accordo tra Regione Umbria e La Valletta che ha portato, nel corso degli anni, alla costruzione del centro Kenn Ghal Satek di La Valletta sul modello della rete integrata per i disturbi alimentari alla cui realizzazione ha partecipato anche la dottoressa Laura Dalla Ragione, responsabile e coordinatrice del servizio. Lo scopo della visita, infatti, era quello di studiare le metodologie di lavoro del centro di Umbertide per poter, successivamente, aprire un centro a Malta dove l’obesità infantile è un problema particolarmente sentito.    All’incontro hanno partecipato, oltre alla dottoressa Laura Dalla Ragionee alla neuropsichiatra infantile Paola Antonellicon le loro equipe, il direttore sanitario del presidio di Città di Castello Silvio Pasqui e il direttore del distretto Alta Valle del Tevere Daniela Felicioni. 

26/06/2019 12:48:11 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy