Cultura I bronzetti di Monte Acuto tornano a casa

Si parlerà anche del sito archeologico di Monte Acuto durante l’incontro di approfondimento dal titolo “I santuari d’altura in Umbria” promosso dalla Soprintendenza per i Beni archeologici dell’Umbria nell’ambito dell’iniziativa “I Lunedì dell’Archeologia e dell’Arte” in programma lunedì 24 febbraio alle ore 16,30 a Gubbio presso l’Antiquarium del Teatro Romano. La dottoressa Luana Cenciaioli illustrerà infatti gli scavi archeologici di Monte Acuto che hanno permesso di riportare alla luce preziosi reperti, tra cui i famosi Bronzetti per i quali, grazie ad un progetto di valorizzazione del patrimonio archeologico del territorio, nei prossimi mesi verrà allestita un’apposita sezione presso il museo di Santa Croce. Ricordiamo anche che presto i bronzetti di Monte Acuto torneranno a casa. Il Gal Alta Umbria ha infatti finanziato il progetto di valorizzazione del patrimonio archeologico del territorio dal titolo “Archeo-hiking Umbertide Montone” presentato dalle Amministrazioni Comunali di Umbertide e Montone, nell'ambito del bando per la valorizzazione di itinerari tematici, che prevede, tra l'altro, il recupero dei bronzetti votivi risalenti al VI-IV secolo a. C. e la loro collocazione nel Museo di Santa Croce. Il progetto è stato presentato dall'assessore del Comune di Umbertide Simona Bellucci, dal sindaco di Montone e presidente del Gal Alta Umbria Mariano Tirimagni. Il progetto, interamente finanziato dal Gal per la somma di 47.700 euro, è finalizzato a potenziare i due musei cittadini, Santa Croce di Umbertide e San Francesco di Montone, attraverso l'allestimento di due nuove esposizioni legate ai reperti archeologici provenienti dai due territori, i bronzetti di età neolitica rinvenuti a Monte Acuto di Umbertide e i reperti di epoca romana ritrovati in località Santa Maria da Sette a Montone. Il progetto mira inoltre a realizzare itinerari turistici intercomunali che mettano in collegamento i musei con i siti archeologici attraverso specifici percorsi di hiking, ovvero di trekking della durata di poche ore, e il centro visite sarà allestito presso il Centro Mola Casanova. “Sin dall'inizio di questa legislatura abbiamo individuato tra gli obbiettivi la valorizzazione del patrimonio archeologico, con l'intento di riportare ad Umbertide i bronzetti che sono stati oggetto di una mostra alla Rocca nel 1996 e che da allora sono conservati nei magazzini della Soprintendenza archeologica dell'Umbria – ha dichiarato l'assessore Bellucci – Finalmente grazie al finanziamento del Gal potremo rendere fruibili questi reperti, rinvenuti in località Monte Acuto nell'arco di dieci anni di scavi, e collocarli nel Museo di Santa Croce. Ma il progetto va oltre, perché prevede anche la realizzazione di percorsi turistici a piedi, che valorizzano sia i musei che i siti dei ritrovamenti”. “Il progetto dei Comuni di Umbertide e Montone è l'unico ad essere stato presentato in forma associata e per questo è riuscito a guadagnarsi i primi posti in graduatoria - ha aggiunto il presidente del Gal Tirimagni – Si tratta di un progetto che consentirà di mettere a sistema emergenze archeologiche di età neolitica e romana, valorizzando il patrimonio del territorio e riqualificando l'offerta culturale dei rispettivi musei”. Ora si dovrà procedere alla realizzazione di una carta archeologica del territorio dopodiché i reperti verranno catalogati e allestiti nei Musei di Santa Croce e San Francesco, finalmente a disposizione di cittadini e turisti.

21/02/2014 15:52:06

Cultura La diversità come ricchezza. Tavola rotonda al Da Vinci di Umbertide

Si intitola “Diversità: una ricchezza da conquistare” la tavola rotonda che si terrà sabato 8 febbraio alle ore 10 presso l’aula magna dell’istituto “Leonardo Da Vinci”. L’iniziativa, rivolta agli studenti ma aperta a tutta la cittadinanza, è promossa dal Club Lions Montone Aries, presieduto dal dott. Paolo Ferrera, con il patrocinio dei Comuni di Umbertide e di Montone e vedrà la presenza dei sindaci Marco Locchi e Mariano Tirimagni e della dirigente scolastica Franca Burzigotti. Alla tavola rotonda, condotta dal giornalista Massimo Zangarelli, parteciperanno la prof.ssa Alessandra Ciattini (docente di Antropologia delle religioni presso l’università La Sapienza di Roma), la dott.ssa Maura Firmani che parlerà di diversità di genere, l’avvocato Raffaello Agea che affronterà il tema dei diritti umani nelle diversità e Ramona Mihai del Comitato dei migranti- Mediazione culturale. La tavola rotonda si inserisce nell’ambito del progetto promosso dal Club Lions Montone Aries che ha coinvolto gli studenti dell’istituto “Leonardo Da Vinci” sul tema della diversità e delle minoranze (religiose, culturali, etniche…), intese come elementi di ricchezza in grado di dare vita ad una società più giusta ed evoluta, orientata a contrastare tutte le forme di povertà. Nel corso della mattinata saranno quindi premiati gli elaborati risultati meritevoli degli studenti che hanno partecipato al concorso.  

05/02/2014 18:52:49

Cultura Inaugurata la mostra In Techa al Museo di Santa Croce ad Umbertide

E’ stata inaugurata “In Techa”, la mostra organizzata dalla Commissione e dall'Assessorato per le Pari Opportunità del Comune di Umbertide, che per la prima volta è stata allestita al Museo Civico di Santa Croce. L’esposizione, curata da Claudia Andreani, ha coinvolto sei giovani artisti accomunati dalla stesso percorso di studi, sei ragazzi provenienti dall'Accademia di Belle Arti di Perugia che hanno accolto la sfida di proporre sei opere studiate appositamente per questo spazio. Al taglio del nastro, che ha visto la presenza di molte persone tra cui il direttore dell’Accademia delle Belle Arti di Perugia Paolo Belardi, hanno partecipato per l’Amministrazione comunale il sindaco Marco Locchi, che ha sottolineato l’impegno del Comune nel promuovere e sostenere i giovani artisti, e l’assessore alle Pari Opportunità Simona Bellucci che ha ricordato come la mostra sia diventata un appuntamento oramai fisso che si ripete annualmente dal lontano 1998 e che nel tempo ha visto esporre più di cento artisti. Sei teche in vetro ospitano quindi le sei opere realizzate da Camilla Spini, Simona Damiani, Alessandra Tescione, Letizia Cassetta, Federico Becchetti e Agata Kwiathowska; attraverso la tecnica e l’espressione stilistica di ciascuno di loro, la mostra esprime quel concetto di “IN”, inteso come “un disporsi all'interno di uno schema”, sia esso sociale e culturale, “IN” inteso come spazio comunicativo in cui ciascuno ha voce e libertà di forma espressiva, “IN” letto ed eletto ormai a simbolo delle Pari Opportunità, che questa volta ha voluto far parlare giovani menti creative. La mostra sarà visitabile fino al 9 marzo nei giorni di venerdì, sabato e domenica dalle 10,30 alle 13 e dalle 15 alle 17,30.

03/02/2014 15:25:59

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy