Cultura Umbertide, venerdì appuntamento con "Stasera mi butto": ospite d'onore Edoardo Vianello

Sarà Edoardo Vianello, il celebre cantante e cantautore italiano che ha portato al successo brani come “Abbronzatissima”, “I Watussi”, “Pinne fucile ed occhiali” e “Guarda come dondolo”, l’ospite d’onore di “Stasera mi butto”, la serata dedicata ai mitici anni Sessanta che si terrà venerdì 13 luglio in piazza Matteotti ad Umbertide. L’evento, che è diventato oramai un appuntamento fisso dell’estate umbertidese e che negli anni ha visto salire sul palco i più grandi artisti degli anni ‘60, ’70 e ‘80 del calibro dei Dik Dik, Katia Ricciarelli, Andrea Mingardi, Michele e Dino, è promosso dal Gruppo Volontari Umbertide che da quattro anni organizza la manifestazione dedicata alla bella musica e alla solidarietà. L’incasso del concerto (ingresso ad offerta) sarà infatti devoluto al progetto “Scompitiamo” finalizzato al sostegno dei bambini affetti da DSA (Disturbi dell’apprendimento); grazie ai fondi raccolti sarà possibile implementare la strumentazione tecnologica e gli ausili informatici necessari per consentire agli studenti delle scuole primarie, medie e superiori di svolgere i compiti in completa autonomia. La serata si aprirà alle ore 21 con la musica dell’Orchestra all’Italiana che farà ballare e divertire il pubblico scaldando piazza Matteotti in attesa del grande ospite della serata, Edoardo Vianello, che sul palco umbertidese parlerà di sé e della sua musica ma soprattutto farà ascoltare le sue più celebri canzoni che hanno segnato le estati italiane dagli anni Sessanta in poi. All’iniziativa sarà presente anche l’assessore Sara Pierucci in rappresentanza del Comune di Umbertide che patrocina l’evento. In caso di pioggia la manifestazione verrà spostata a venerdì 20 luglio.

10/07/2018 20:03:56

Attualità » Primo piano Ex FCU, sindacati sul piede di guerra: "La pazienza dei dipendenti è agli sgoccioli"

“Come segreterie regionali dei trasporti, ci troviamo nostro malgrado, a porre di nuovo l'accento sulla condizione di Umbria Mobilità Spa e dell'infrastruttura ferroviaria ex Fcu. Sono ormai noti a tutti, i processi che hanno investito la nostra infrastruttura ferroviaria regionale, con la chiusura dell'esercizio e l'annunciato passaggio ad RFI”: inizia così la nota firmata da Marco Bizzarri, Gianluca Giorgi, Stefano Cecchetti e Paolo Bonini, segretari regionali di Filt-Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Faisa-Cisal.  “Se da una parte i lavori di risanamento previsti sembrano procedere, dall'altra sul versante del subentro con conseguente passaggio della Concessione e dei lavoratori ad RFI, ad oggi non si hanno più notizie ufficiali – continuano i segretari confederali dei trasporti -. Siamo ormai ai primi di luglio e il tanto paventato subentro al primo di luglio si è dimostrato una chimera. Ad oggi RFI è un soggetto ancora terzo in questa vicenda, e formalmente al momento non sono chiare le tempistiche del subentro, non sono chiare le platee dei lavoratori che passeranno da Umbria Mobilità spa ad RFI stessa, non si conosce che tipo di struttura verrà costituita né addirittura si conosce la tipologia di CCNL che verrà applicata e se verranno confermate le attuali sedi di lavoro”.  “Siamo in presenza di un contesto anomalo, che sta lasciando i lavoratori all'oscuro delle proprie finalità – proseguono -. L'ultimo capitolo di tale vicenda si è consumato pochi giorni fa, con il rinvio a "data da destinarsi" della riunione prevista a tre con la Regione Umbria, Sindacati ed Rfi, l'unica programmata, ma alla fine non concessa, dall'inizio di questa complicata vicenda. E mentre i lavoratori si domandano se percepiranno o meno la quattordicesima, auspicando che non si ripeta lo spiacevole episodio di luglio 2017, viste le complicate condizioni di Umbria Mobilità, Regione presso RFI sembrano voler andare avanti da sole, ammesso che si stia andando avanti”. “Un atteggiamento d'inconcepibile ostracismo nei confronti delle Organizzazioni che rappresentano i lavoratori e quindi nei confronti di quest'ultimi, probabilmente considerati nel passaggio, alla stregua di binari e passaggi a livello. Dal canto nostro – concludono -, pertanto, rimaniamo in attesa di un segnale risolutivo da parte di Regione, Umbria Mobilità ed in ultimo di RFI, anche se ormai la pazienza dei lavoratori è agli sgoccioli”.

10/07/2018 14:38:11

Attualità » Primo piano Umbertide, quattro ragazzi del Campus Da Vinci alla Summer School della Biennale di Venezia

Ancora un prestigioso riconoscimento a livello nazionale per il Campus “Leonardo Da Vinci” di Umbertide, che è stato ammesso all'ambitissima ed esclusiva Summer School della Biennale di Venezia, XVI Mostra Internazionale di Architettura prevista fino al 25 novembre 2018. Sono solo 25 le scuole italiane ammesse e il Campus è l'unica scuola umbra: ciascuna potrà partecipare con quattro studenti delle classi terze (due maschi e due femmine) e un docente, per un totale di 100 studenti e 25 docenti, che avranno l'eccezionale opportunità di partecipare ad una maratona progettuale, sul modello di un hackathon, interamente dedicata al ruolo dell’architettura, quale strumento chiave per promuovere la crescita e lo sviluppo dei territori interni del Paese. L’iniziativa si svolgerà dal 18 al 20 luglio 2018 a Venezia, negli storici Padiglioni ai Giardini, all’Arsenale e nel centro storico di Venezia, nella magica atmosfera della Biennale. Le studentesse e gli studenti partecipanti saranno posti davanti all’obiettivo di generare soluzioni creative alle principali sfide dell’architettura, partendo dalla conoscenza dei loro territori e delle loro città di appartenenza. Per l’istituto umbertidese parteciperanno: Riccardo Rosini, Andrea Caporali, Giulia Gamboni, Agnese Panichi, delle classi terze del Liceo Scientifico International Cambridge (individuati per merito e disponibilità alla partecipazione) e la professoressa Clarissa Sirci, docente di Disegno Storia dell'Arte, che ha curato, insieme alla preside, l'adesione al bando emanato dal MIUR per la selezione delle 25 scuole italiane da ammettere alla Summer School. "E' un risultato di cui sono molto fiera,non solo perchè avremo l'onore di rappresentare la scuola umbra alla Biennale di Venezia, ma sopratutto per l' esperienza di alto valore culturale ed esperenziale che potranno vivere le studentesse e gli studenti della nostra scuola insieme alla loro docente. Sono sempre più convinta che la scuola abbia il dovere di offrire le migliori opportunità, le più ambite e sfidanti, ai nostri ragazzi in formazione specie quando queste offrono visioni globali, orizzonti ampi e contaminazioni di idee ed intelligenze" afferma la preside Franca Burzigotti che augura ai ragazzi di vivere intensamente l' esperienza e ringrazia la professoressa Sirci che condividerà con loro tutte le fasi della Summer School alla Biennale di Venezia per poi elaborare percorsi di ricaduta su altre classi del nostro Istituto interessate al tema.

10/07/2018 08:49:02

Notizie » Politica Corbucci e Ventanni (Pd): "Saremo un'opposizione seria e costruttiva"

“Scuola, sicurezza, servizi sociali. Ecco alcuni dei punti principali del nostro impegno in questa consiliatura. Questioni che avremmo supportato anche se le elezioni fossero andate in altro modo.” Inizia così la nota stampa dei consiglieri di opposizione del Partito Democratico Matteo Ventanni e Filippo Corbucci (capogruppo), in seguito all’insediamento del Consiglio comunale avvenuta oggi. “E’ stata una campagna elettorale con toni eccessivi, offese e mistificazioni. Ma la campagna elettorale è finita – si continua – e sarebbe importante che tutti noi ce ne ricordassimo. La Lega ha vinto queste elezioni, ha avuto una netta affermazione e ha dato vita a questo governo di centrodestra. Ma non chiamatelo governo del cambiamento, l’unico cambiamento che per ora vediamo è il cambiamento di casacca di alcuni soggetti. Noi siamo rispettosi della volontà dei cittadini che ci hanno collocato, anche per nostri errori, all’opposizione. La nostra sarà un’opposizione seria e costruttiva, valutando le scelte nel merito e nell’interesse degli umbertidesi. Vedete, noi siamo due ragazzi in Consiglio comunale, non abbiamo mai avuto esperienze istituzionali, siamo appassionati di politica, siamo di sinistra e ci piacerebbe impegnarci per la nostra città. Ieri, - nella nota si conclude – Ricorrevano i 40 anni dall’elezione di Sandro Pertini alla Presidenza della Repubblica. Nel discorso di fine anno del 1978 ebbe a dire: I giovani non hanno bisogno di prediche, i giovani hanno bisogno, da parte degli anziani, di esempi di onestà, di coerenza e di altruismo. Ora non vogliamo dire che questo sia un consesso di anziani, tutt’altro, ma resta forte il richiamo soprattutto nella gestione della cosa pubblica ad esempi di onestà, coerenza ed altruismo.”  

10/07/2018 08:33:52

Attualità » Primo piano Umbertide, si è insediato il nuovo Consiglio comunale: Marco Floridi eletto presidente

Salone d’onore del Centro socioculturale San Francesco gremito per l’insediamento del nuovo Consiglio comunale. Lunedì 9 luglio, alle ore 16, i sedici membri dell’assemblea cittadina (Lorenzo Cavedon, Giuseppe Cinque, Giovanni Dominici, Claudia Fagnucci, Marco Floridi, Marianna Franceschini, Vittorio Galmacci, Ettore Spatoloni, Tania Turchi, Moira Ubbidini per la Lega; Filippo Corbucci e Matteo Ventanni per il Partito Democratico; Francesco Caracchini e Ivano Pino per Umbertide Partecipa; Giovanni Codovini per Umbertide Cambia; Giampaolo Conti per il Movimento 5 Stelle), tutti alla loro prima esperienza amministrativa, hanno preso possesso dei propri seggi, dando così il via alla nuova consiliatura che avrà la sua scadenza naturale nel 2023. La seduta si è aperta con la convalida degli eletti e la surroga dei consiglieri comunali dimissionari o che sono stati nominati assessori. In seguito è avvenuta l’elezione del presidente e del vicepresidente del Consiglio comunale. Con 13 voti è risultato eletto il consigliere Marco Floridi. L’assise ha quindi adempiuto alla votazione per il vicepresidente, limitata ai soli membri della minoranza, che ha eletto con 2 voti il consigliere Giovanni Codovini.  Preso possesso dello scranno più alto, il presidente Floridi ha salutato così i presenti: “Non riesco a nascondere l’emozione che provo a ricoprire questa carica. Quello che assumo è un incarico di grande responsabilità, che svolgerò con onestà e spirito di servizio. Il ringraziamento più grande va agli umbertidesi, che hanno deciso di eleggermi consigliere comunale. Mio dovere sarà quello di garantire un confronto democratico fra tutte le forze presenti in quest’aula. Il mio impegno sarà quello di assicurare i diritti di tutti, nell’osservanza delle leggi, dello statuto e dei regolamenti. Sono certo che questo Consiglio farà molte cose per Umbertide. Infine, auspico maggiore coinvolgimento degli umbertidesi alla vita politica, per far diventare i cittadini protagonisti assoluti e non solo dei semplici spettatori”. Dopodiché, è stata la volta del giuramento del sindaco Luca Carizia, che è stato accolto da un lungo applauso. “Ringrazio tutti i consiglieri presenti – ha affermato al termine della cerimonia -. Spero che il nostro lavoro possa portare grandi benefici ala nostra comunità e al nostro territorio. L’impegno che mi prendo è sempre lo stesso; quello di essere un primo cittadino al servizio di tutti, al fine di servire la comunità e tutto il territorio umbertidese”. In seguito, il primo cittadino ha comunicato la formazione della Giunta comunale, composta dal vicesindaco Annalisa Mierla e degli assessori Francesco Cenciarini, Sara Pierucci, Pier Giacomo Tosti e Alessandro Villarini. Altro punto all’ordine del giorno, la costituzione dei gruppi consiliari e dei relativi capigruppo. I gruppi costituiti sono stati i seguenti: Lega (capogruppo Lorenzo Cavedon), Partito Democratico (capogruppo Filippo Corbucci), Umbertide Partecipa (capogruppo Francesco Caracchini), Umbertide Cambia (capogruppo Giovanni Codovini) e Movimento 5 Stelle (capogruppo Giampaolo Conti). E’ stata infine nominata la Commissione Elettorale, che sarà composta dai consiglieri Marianna Franceschini, Ivano Pino e Matteo Ventanni. Membri supplenti sono risultati eletti i consiglieri Tania Turchi, Francesco Caracchini e Giampaolo Conti. 

09/07/2018 18:21:08

Attualità » Primo piano Umbertide, a San Francesco domani si insedia il nuovo Consiglio comunale

Dopo la presentazione della Giunta del sindaco Luca Carizia avvenuta settimana scorsa, quella di domani sarà un'altra importante giornata per l’amministrazione della città. E’ infatti fissata per lunedì 9 luglio alle 16, presso il Centro socioculturale San Francesco, la prima riunione del nuovo Consiglio comunale di Umbertide. Dopo l’insediamento dell’assemblea con la convalida degli eletti e la surroga dei consiglieri dimissionari, seguirà l’elezione del presidente e del vice presidente del Consiglio. Dopodiché è prevista la presa d’atto del giuramento del sindaco. L’altro punto all’ordine del giorno saranno le comunicazioni del primo cittadino sulla nomina del vicesindaco e degli assessori. Quindi, verranno costituiti i gruppi consiliari, con la designazione dei rispettivi capigruppo. Come è composta la nuova assise cittadina Maggioranza Lega (10 consiglieri): Lorenzo Cavedon (121), Giovanni Dominici (71), Tania Turchi (71), Marianna Franceschini (68), Claudia Fagnucci(58), Vittorio Galmacci (35), Giuseppe Cinque (31), Ettore Spatoloni (30), Marco Floridi (27) e Moria Ubbidini (23, subentrata all’assessore Francesco Cenciarini, che il 10 giugno aveva ottenuto 82 voti personali) Umbertide Partecipa (2 consiglieri): Francesco Caracchini (236) e Ivano Pino (177, al posto del dimissionario Marco Locchi) Opposizione Partito Democratico (2 consiglieri): Filippo Corbucci (212) e Matteo Ventanni (194, al posto della dimissionaria Paola Avorio) Umbertide Cambia (un consigliere): Gianni Codovini (candidato sindaco) Movimento 5 Stelle (un consigliere): Giampaolo Conti (candidato sindaco)

08/07/2018 20:17:06

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy