Cultura Umbertide. Presentazione della mostra permanente dei Bronzetti di Monte Acuto

Verranno presentati in anteprima venerdì 4 aprile alle ore 17,30 presso il Museo di Santa Croce i famosi bronzetti di Monte Acuto, figure dalle forme antropomorfe ed animali risalenti al VI-IV sec. a. C. rinvenute durante gli scavi avvenuti tra il 1986 e il 1995, che andranno ad arricchire il Museo di Santa Croce mediante la realizzazione di un’apposita sezione archeologica. I bronzetti costituiscono soltanto una piccola parte della collezione di reperti archeologici, oggi conservata presso la Soprintendenza per i beni archeologici dell’Umbria che, nel prossimo autunno, sarà collocata al Museo di Santa Croce insieme ad altri reperti risalenti all’epoca romana. Alla presentazione in anteprima della mostra permanente interverranno, oltre all’Amministrazione Comunale, il direttore regionale per i Beni culturali, paesaggistici e del turismo dell’Umbria Francesco Scoppola, il funzionario archeologo Luana Cenciaoli e l’ing. Lorenzo Antoniucci del Comune di Umbertide che illustrerà il progetto di valorizzazione del patrimonio archeologico del territorio finanziato dal Gal Alta Umbria per un importo pari a 47.700 euro che ha coinvolto i Comuni di Umbertide e Montone  con il fine di potenziare i due musei cittadini, Santa Croce di Umbertide e San Francesco di Montone, attraverso l’allestimento di due nuove esposizioni legate ai reperti archeologici provenienti dai due territori. Al termine della presentazione verrà effettuata una visita guidata alla mostra a cura dell’archeologa Alessandra Pannacci.

31/03/2014 20:25:35

Cultura Concerto del Chorus Fractae Ebe Igi a Pieve Santo Stefano

Momenti di gloria per il Chorus Fractae Ebe Igi che esporta il suo ultimo spettacolo, “Il lupo, l’aquila e la luna” a Pieve Santo Stefano, sabato 29 marzo alle ore 21,15 presso il Teatro Comunale G. Papini. “Il lupo, l’aquila e la luna” è uno spettacolo che percorre, attraverso brani musicali pop, rock, folk e cantautorali, l'evoluzione dei nativi nordamericani da una fase iniziale di profonda armonia con il mondo che li circondava all’avvento dell’uomo bianco, alla vita di frontiera, ai massacri e al genocidio, per concludersi con la speranza e i messaggi di saggezza e fiducia nell'uomo e nel futuro contenuti nelle lettere dei capi indiani. Già proposto con molto successo in autunno al Teatro dei Riuniti di Umbertide, il concerto vede impegnati insieme al coro la Ghost Train Band ed alcuni musicisti di estrazione classica; è organizzato con il patrocinio del Comune di Pieve Santo Stefano e la collaborazione della Disperata Gang. Paolo Fiorucci è direttore del coro e arrangiatore di alcuni brani, mentre Daniele Duranti cura la regia; la voce recitante fuori campo sarà di Francesco Franceschetti. Special guest Michela Leonardi, protagonista anche sul palco umbertidese e originaria di Pieve Santo Stefano. La storia viene narrata prendendo in prestito brani di Angelo Branduardi e Fabrizio de André, ma anche il symphonic rock finlandese dei Nightwish e le liriche di Robbie Robertson, musicista figlio di padre ebreo e madre Mohawk, formatosi musicalmente nella riserva delle sei Nazioni. Insomma, si tratta di un ulteriore successo per il coro e la città di Umbertide, che è rappresentata anche da Stefania Caprini che ha preparato l’animazione video di alcuni brani realizzando disegni su sabbia. Il coro inoltre sta reclutando nuove voci per i prossimi progetti: chi volesse avvicinarsi al canto, anche per la prima volta, può recarsi per le audizioni presso il Centro San Francesco ogni martedì sera dalle 21,15 oppure prendere contatto con il coro all’indirizzo e-mail info@chorusfractae.it.

28/03/2014 18:05:03

Cultura Al Teatro dei Riuniti di Umbertide la commedia Alarms

Proseguono gli appuntamenti al Teatro dei Riuniti. Sabato 29 marzo alle ore 21,15 sarà la volta della compagnia teatrale milanese “La Lampada” che presenterà lo spettacolo brillante in due atti “Alarms” di Micheal Frayn per la regia di Christian Muggiana. La pièce è composta da diversi episodi in cui vengono descritti in chiave comica piccoli microcosmi di vita quotidiana in cui il comune denominatore è la difficoltà di comunicare in modo diretto a causa del dilagare della tecnologia. Nel primo atto si assiste a due episodi di “Allarmi”: due coppie si trovano, una sera qualunque, in casa di una delle due e, per tutto il tempo sono alle prese con una serie di marchingegni elettronici installati per semplificare la vita. Alla fine, fra porte che si aprono e si chiudono e rumori non ben identificati, gli oggetti hanno la meglio sulle persone. Il secondo atto si svolge invece in due stanze di albergo identiche, posizionate “schiena contro schiena”. In una stanza ci sono Melanie e Miles, una coppia inglese, lei annoiata e stanca del menage, lui loquace e scherzoso. Nell’altra Laurence e Lynn, una coppia piccolo-borghese alla ricerca di tranquillità e benessere. Le due coppie quasi simultaneamente si trovano alle prese con piccoli inconvenienti causati da esilaranti equivoci. Per informazioni e prenotazioni è possibile rivolgersi al botteghino del teatro tutti i giorni feriali dalle 17 alle 19 o contattare il numero 075 9412697.  

28/03/2014 15:10:36

Cultura Grande successo per le Giornate Fai di Primavera ad Umbertide

Grande successo per la XXII edizione delle Giornate FAI di Primavera che, ad Umbertide, hanno consentito a cittadini e turisti di visitare la Tenuta e l’Abbazia di Montecorona. Ben 80 gli studenti dell’istituto d’istruzione superiore “Leonardo Da Vinci” che si sono calati nei panni di “apprendisti ciceroni”, dieci i volontari adulti e 593 i visitatori che hanno potuto ammirare le bellezze dell’antico complesso di Montecorona, dove, per l’occasione, è stata allestita anche la mostra fotografica “Un’Azienda…storia, cultura, folklore”. Ancora una volta quindi le Giornate FAI di Primavera si sono confermate come una manifestazione capace di coinvolgere un elevato numero di persone interessate al patrimonio artistico e naturalistico italiano, un incontro tra il FAI e la gente che è stata l’occasione per tutti gli italiani di scoprirsi e riscoprirsi “tifosi” del proprio Paese e delle sue tante bellezze nascoste. Il Gruppo Fai di Umbertide ringrazia quindi tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita dell’iniziativa: il dott. Roberto Zampieri, responsabile di produzione della tenuta di Montecorona, che ha seguito ogni fase dell’organizzazione dell’evento,  il parroco di Montecorona don Renzo Piccioni che ha messo a disposizione dei ragazzi le strutture della parrocchia, e con lui Roberta Centogambe e Lucio Cirilli che hanno appositamente pulito la chiesa e il museo; Giuliano Sabbiniani, Elena Cerrini e Cer Office Automation srl che hanno contribuito alla realizzazione della mostra oltre naturalmente all’Azienda Agraria Unipol Sai e a tutte le persone che hanno fornito le fotografie; l’istituto “Leonardo Da Vinci” e la sua dirigente scolastica Franca Burzigotti, che ogni anno riesce a coinvolgere un numero sempre maggiore di studenti, i professori Mariella Tubito, Marco Ubbidini e Birgita Roselletti e tutti gli studenti ed ex studenti della scuola e le ex professoresse Giovanna Ciaccio ed Eleana Mariacci.

28/03/2014 15:03:19

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy