Cultura Teatro dei Riuniti Umbertide: La Mandragola

  Una scena dello spettacolo Al Teatro dei Riuniti tornano i grandi classici. Sabato 8 marzo infatti, alle ore 21, la compagnia teatrale folignate “Al Castello” metterà in scena “La Mandragola” di Niccolò Machiavelli, capolavoro del teatro rinascimentale e grande classico della drammaturgia italiana. Lo spettacolo, divertente satira senza tempo sull’ingenuità della gente, per la regia di Claudio Pesaresi, si è aggiudicato anche la 66esima edizione del prestigioso Festival nazionale di arte drammatica di Pesaro. Ambientata nella Firenze di inizio Cinquecento, la commedia prende il nome dalla pianta della mandragola, alla quale sono attribuite proprietà afrodisiache e fecondative: Callimaco è innamorato di Lucrezia, moglie dello sciocco dottore in legge messer Nicia; con l'aiuto del servo Siro e dell'astuto amico Ligurio, in veste di famoso medico, riesce a convincere messer Nicia che l’unico modo per avere figli sia quello di somministrare a sua moglie una pozione di mandragola ma il primo che avrà rapporti con lei morirà. Ligurio trova presto una geniale soluzione: a morire sarà un semplice garzone, cosa che tranquillizza parzialmente Nicia, il quale resta comunque perplesso, visto che qualcuno dovrà andare a letto con sua moglie. Naturalmente Ligurio ha pensato all'amico Callimaco, che spasima per Lucrezia: infatti non vi sarà nessun garzone come vittima predestinata, bensì sarà lo stesso Callimaco a travestirsi da tale. I biglietti possono essere acquistati nei giorni precedenti lo spettacolo presso il botteghino del teatro dalle 17 alle 19. Per informazioni 075 9412697. 

03/03/2014 14:46:43

Cultura Sistema museale di Montone

Il nostro territorio è realmente un sistema di ricchezze artistiche. Lo dimostra ancora una volta il sistema museale di Mntone. Abbiamo qui inserto la guida la Museo così come è stta aggiornata e inviata alla stampa. Con piacere la pubblichiamo pe moltiplicare le bellezze del nostro locale. Questo il link http://www.informazionelocale.it/files/sistema_museale_Montone.pdf Visitare il Complesso Museale di San Francesco, inaugurato nel 1995, significa in primis entrare in contatto con un ex insediamento francescano risalente agli inizi del 1300 e costituito dalla chiesa e dall’annesso convento, parte del quale ospita attualmente la pinacoteca; il porticato ed il chiostro esterno invece risalgono al XVI-XVII secolo. All’interno della chiesa sono conservate tracce di affreschi anche di pregevole fattura risalenti al XIV-XVI secolo, purtroppo assai lacunosi a causa degli avvenimenti storici che l’hanno coinvolta nel tempo (incendi, epidemie, scontri bellici) ma tuttavia testimoni di un grande splendore culturale: gli esiti più alti della decorazione sono stati senza dubbio raggiunti nel XV secolo quando l’edificio divenne la chiesa di famiglia dei Fortebracci che si avvalse di celebri artisti quali ad esempio Antonio Alberti da Ferrara e Bartolomeo Caporali. L’attuale pinacoteca funge invece da custode di opere provenienti dalla stessa San Francesco, come il gonfalone di Bartolomeo Caporali raffigurante la “Madonna della Misericordia”, e da chiese del territorio limitrofo come ad esempio il gruppo ligneo del XIII secolo rappresentante la “Deposizione”, un tempo nella pieve di San Gregorio o ancora l’Annunciazione realizzata dal Papacello per la chiesa di San Fedele, spostate dalla loro sede originaria per motivi conservativi. Il Centro di Documentazione e Museo Etnografico "Il Tamburo Parlante", allestiti dall’antropologo Enrico Castelli e dedicati all’Africa orientale, hanno sede nelle sale del piano terreno del chiostro di San Francesco. I manufatti esposti e realizzati con mezzi e materiali locali dalle comunità che vi abitano portano il visitatore a scoprire la loro infinita ricchezza d'invenzione e la loro straordinaria manualità, ma soprattutto inducono a riflettere sull'idea che nel nostro immaginario si è venuta a creare di un'Africa di primitive tribù, idea che alla fine della visita risulterà frutto solamente di scarsa conoscenza e futili pregiudizi oramai datati risalenti al periodo dell’espansione coloniale del nostro Paese. Comune di Montone ORARI DI APERTURA OTTOBRE - MARZO sabato, domenica e festivi dalle 10.30 alle 13.00 - dalle 15.00 alle 17.30 APRILE - MAGGIO venerdì, sabato, domenica e festivi dalle 10.30 alle 13.00 - dalle 15.30 alle 18.00 GIUGNO - SETTEMBRE venerdì, sabato, domenica e festivi dalle 10.30 alle 13.00 - dalle 16.00 alle 18.30 BIGLIETTERIA INGRESSO INTERO € 4.00 INGRESSO RIDOTTO A € 3.00 studenti universitari, over 65, gruppi sopra 15 unità, soci Touring club INGRESSO RIDOTTO B € 2.00 scolaresche, ragazzi dai 7 ai 18 anni INGRESSO GRATUITO bambini fino ai 6 anni, residenti nel Comune di Montone BOOKSHOP Per contatti nello specifico ambito del bookshop: info@sistemamuseoshop.it PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI TEL E FAX MUSEO 075.9306535 – VIA SAN FRANCESCO, 06014 MONTONE e-mail montone@sistemamuseo.it - www.sistemamuseo.it Call center Sistema Museo callcenter@sistemamuseo.it 199 151 123* dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 15.00 * Il costo della chiamata è variabile a secondo dell’operatore sistema museo SOLO SU PRENOTAZIONE VISITA GUIDATA Costo fisso di 50 euro + biglietto d'ingresso Durata 1,5 ore circa POSSIBILITA’ DI VISITA GUIDATA IN LINGUA INGLESE LA VISITA GUIDATA AL MUSEO PUÒ ESSERE INTERGATA CON LA VISITA DELLA CHIESA DI SANTA MARIA ASSUNTA (COLLEGIATA) E LA POSSIBILITÀ DI VEDERE IL RELIQUIARIO DELLA SANTA SPINA DI CRISTO CONSERVATO DALLE SUORE DEL CONVENTO DI SANT’AGNESE. APERTURA STRAORDINARIA Costo fisso di 60 euro + biglietto d'ingresso – visita guidata inclusa, 50 euro + biglietto d'ingresso senza visita guidata Durata variabile, massimo 2 ore SCHEDA DEL MUSEO E DELLE ATTIVITÀ SCARICABILI DAL SEGUENTE LINK HTTP://WWW.SISTEMAMUSEO.IT/HOME.PHP?ID=2&IDDETTAGLIO=29 LABORATORI DIDATTICI E VISITE GUIDATE PER TUTTA LA FAMIGLIA Il biglietto di ingresso al Museo di San Francesco e nelle strutture previste dalla visita è incluso nella quota di adesione. Le attività proposte prevedono un numero massimo di 30 partecipanti. La prenotazione è obbligatoria e va effettuata almeno 7 giorni prima dalla data scelta. Tutte le attività possono essere modificate su esplicita richiesta rispondendo ad esigenze specifiche. L’AFFRESCO (è possibile svolgere l’attività anche presso la struttura ricettiva stessa) TIPOLOGIA: laboratorio artistico per tutte le fasce di età L’affresco è la tecnica pittorica utilizzata per la decorazione della chiesa di San Francesco a Montone. I partecipanti avranno l’occasione di conoscere e sperimentare loro stessi una delle tecniche artistiche più antiche, durature ed affascinanti nella storia dell’arte. Dalla scelta del soggetto (paesaggi, personaggi, fiori e animali, riproduzioni e particolari di quadri famosi,…) all’esecuzione della sinopia, alla sperimentazione della tecnica dello spolvero per trasferire il disegno preparatorio sul supporto, una mattonella simulante una porzione di muro. I partecipanti si cimenteranno anche nella preparazione dei pigmenti e nella stesura dell’intonachino, con gli stessi “ingredienti” utilizzati nel ‘400: sabbia fine di fiume, polvere di marmo e calce spenta e... la magia inizierà!! La mattonella, che ogni partecipante realizzerà, seguendo le medesime procedure dei maestri del passato, sarà così un ricordo unico ed eccezionale, ma soprattutto un manufatto, che, come tutti gli affreschi “ben fatti” (come direbbe il Vasari), durerà per secoli e secoli… Durata 2,5 ore circa Costo € 10,00 a partecipante (sotto i 20 partecipanti prevista quota forfait di € 200,00) TRA LE MURA DEL CASTELLO ALLA RICERCA DI BRACCIO FORTEBRACCIO TIPOLOGIA: laboratorio per bambini dai 7 anni e famiglie Percorrendo le vie più suggestive di Montone scoveremo indizi che ci condurranno sulle tracce del celebre capitano di ventura Braccio Fortebraccio, la cui storia s’intreccia strettamente con quella del borgo stesso. I partecipanti avranno l’opportunità di conoscere da vicino non solo questo affascinante personaggio storico, ma anche questo suggestivo castello, dal suo primitivo carattere difensivo di epoca romana al periodo medievale e rinascimentale. Terminata la visita di Montone si proseguirà l’attività presso il Museo Civico di San Francesco dove i partecipanti saranno protagonisti attivi di un divertente gioco di ruolo in costume medievale. Durata 2,5 ore circa - metà giornata Costo € 4,50 a partecipante (sotto i 20 partecipanti è prevista una quota forfetaria di € 90,00) Durata 5,5 ore circa - intera giornata Costo € 13,00 a partecipante (sotto i 20 partecipanti è prevista una quota forfetaria di € 260,00) MARGHERITA MALATESTA E LUCREZIA VI SVELANO LA STORIA DEL BORGO FORITFICATO DI MONTONE TIPOLOGIA: visita teatralizzata nel Borgo di Montone “Sono molto lieta, cara Lucrezia, che anche voi siate giunta qui a Montone per onorare con la presenza vostra e in rappresentanza di tutto il nostro casato il ritorno del valoroso Conte Carlo Fortebracci Il lungo viaggio che da Rimini, mia amata terra natale...”. È con queste parole che Margherita Malatesta accoglie la cugina appena giunta da Rimini, nella piazza Fortebraccio, la piazza principale di Montone. Da qui le due protagoniste, in costume rigorosamente medievale, conversando amabilmente in un linguaggio “quattrocentesco”, vi accompagneranno nelle vie più suggestive di Montone alla scoperta di incantevoli scorci, vedute paradisiache e suggestive monumenti. Margherita e Lucrezia vi faranno conoscere la storia degli edifici religiosi del borgo e delle architetture civili di maggior importanza, svelandovi aneddoti curiosi e divertenti sulla storia di Montone e dei personaggi che l’hanno resa famosa. Braccio Fortebraccio, il figlio Carlo, che porterà la Santa Spina di Cristo a Montone, e tanti altri saranno raccontati da queste due dame, in attesa delle grande festa alla Rocca di Braccio! Durata 2 ore circa Costo € 10,00 a partecipante (sotto i 15 partecipanti forfait € 150,00)  

03/03/2014 14:30:08

Attualità » Primo piano Aggredisce con un martello. Notte movimentata in Altotevere

Notte movimentata a San Giustino. Verso le 02.00 della scorsa notte un uomo di 42 anni, italiano del posto, si è presentato presso un bar del centro in evidente stato di abbrezza alcolica. Apparentemente senza alcun motivo ha iniziato ad inveire contro gli altri avventori ed a nulla sono valsi i tentativi di riportarlo alla calma da parte del proprietario del locale e dei clienti. Il 42enne, sempre più esagitato, ad un certo punto ha aggredito i presenti, utilizzando anche un martello che aveva con se. Fortunatamente nessuno è rimasto seriamente ferito. La peggio l’ha avuta un ragazzo di 20 anni, che ha riportato lesioni al volto successivamente giudicate guaribili in 8 giorni. Nel frattempo qualcuno aveva telefonato al 112 segnalando quanto stava accadendo. Sul posto si è subito portata una pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Città di Castello. All’arrivo dei militari il 42enne non solo non si è calmato, ma ha aggredito anche loro, opponendo una strenua resistenza. I carabinieri hanno infine avuto la meglio e sono riusciti ad ammanettarlo ed arrestarlo. Condotto presso il pronto soccorso dell’Ospedale di Città di Castello, l’uomo è stato medicato per alcune contusioni riportate nel corso della colluttazione, così come i due militari intervenuti. Tutti ne avranno per 5 giorni. Le analisi effettuate hanno evidenziato che il 42enne era sotto l’effetto di alcol e cocaina. Al termine delle formalità l’arrestato è stato tradotto presso il carcere di Perugia Capanne a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Dovrà rispondere di resistenza, violenza, minaccia e lesioni a Pubblici Ufficiali.

02/03/2014 20:44:21

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy