Notizie » Gusto Angelo Pedana: cultore e storico del gusto

Un profumo di genuinità e di bontà ti accoglie quando entri nel suo negozio. Salumi, formaggi, ottimi vini e altri prodotti tipici regnano sovrani nella storica bottega di Angelo Pedana, da sessanta anni presente nella piazza principale di Umbertide. Abbiamo incontrato Angelo e ci ha raccontato la storia del suo “regno”. La tua bottega qui ad Umbertide è una “istituzione”. Da quanto tempo è aperta? «L’attuale alimentari fu aperto dai miei genitori Guerriero e Maria nel 1954. Invece il negozio, come struttura, esisteva già dalla fine del ‘700. Alla metà dell’ ‘800 divenne dalla famiglia Corradi e in seguito fu preso dalla mia famiglia. Posso dire che qua dentro ci sono nato e quindi ho sempre vissuto all’interno di questo negozio.» Ormai sei il commerciante con più “anzianità” all’interno del nostro centro storico. Negli anni, com’è cambiato il modo di vivere la piazza? «In passato la piazza era molto viva. Dalle 4.30 della mattina  fino alle 3 della notte successiva  era sempre  e continuamente viva. Si cominciava con le famose “lattarole”, che arrivavano prestissimo, e per tutto il giorno era piena di gente e veniva vissuta in quanto tale, come centro del paese, mentre adesso non è più così. Un tuo fiore all’occhiello sono sempre stati i prodotti tipici. Fra tutti i prodotti che hai, qual è quello di cui vai più fiero? Innanzitutto, per quanto riguarda i prodotti, seguo ancora le tracce lasciate dai miei genitori e scelgo ancora quelli che avevano loro. Un prodotto di cui vado fiero è il parmigiano che proviene dalla zona di Carpineti, in provincia di Reggio Emilia ed è uno dei migliori che si può trovare in commercio. Per quanto riguarda i salumi, ho imparato a riconoscere i prodotti  e soprattutto a riconoscere la gente che te li vende. Al giorno d’oggi  la gente ha perso il buon senso, cioè che  pensa solamente a spendere meno e non  pensa a quello che mangia e a non fare in modo da prendere roba giusta ad un prezzo giusto. Io, prima di tutto, cerco di vedere i fornitori e poi  sento il prodotto. » Nella tua bottega conservi un “reperto storico” per quanto riguarda la tipicità umbertidese. «Ho capito dove vuoi arrivare: alla torta col pepe. La ricetta, risalente al XV secolo, mi è stata data da Renato Codovini, uno dei più grandi  storici di Umbertide, e apparteneva alla Confraternita di San Bernardino. La torta veniva fatta per la festa della Priorata e veniva regalata prima di tutti alle persone più povere del paese. Gli ingredienti erano: farina; pepe (che per quel tempo era una spezia preziosa); pochissime uova; pecorino romano; e lardo.» Com’è il tuo rapporto coi turisti? «Il mio rapporto coi turisti di solito è molto bello. Siccome sono innamorato di Umbertide, espongo a loro le bellezze e le curiosità che il nostro territorio conserva. Mi piace raccontare loro che Fratta era uno dei pochi paesi dove venivano  accolti tutti (anche gli ebrei) e  tutti i pellegrini che si rifugiavano nella nostra città  venivano curati e a loro veniva dato un sostentamento  per arrivare  per lo meno fino ad Assisi o al primo monastero, per consentire loro di arrivare a Roma. Non sanno che i fabbri della Fratta erano grandi armaioli, oppure che alle porte di Umbertide sia nata la musica. Infatti pare proprio che  Guido d’Arezzo, colui che per primo mise le note sul pentagramma, lo abbia fatto nell’abbazia di Camporeggiano. Ai turisti spiego questo e gli indico i luoghi da andare a visitare, come Montemigiano, la nostra Collegiata, la Rocca e l’Abbazia di Montecorona.» Giovani e prodotti tipici. Sono cambiati i loro gusti? « Chi non è cresciuto a merendine ha ancora il palato buono. Se  li indirizzi e se si fidano di te, ancora riescono a percepire i prodotti buoni e una volta  assaggiati non riescono a farne a meno. » Prima di lasciarci, ci puoi dire qual è il segreto dei tuoi mitici panini? «Prima di tutto gli ingredienti.  Se c’è qualcosa che non mi piace o che non è sicura non la tengo in negozio. Per questo faccio analizzare spesso i prodotti che vendo. Quando faccio i panini, li faccio con amore, dando loro il giusto abbinamento e per conservare il gusto originale dei salumi, non adopero un’affettatrice automatica, ma ancora uso l’affettatrice manuale  che ha, come l’alimentari, sessant’anni precisi.»

01/06/2014 17:04:26

Attualità » Primo piano L'Istituto Da Vinci di Umbertide accreditato presso la Cambridge University

Dal 1° giugno il Campus “Leonardo da Vinci” di Umbertide potrà godere della prestigiosa denominazione di “Cambridge International School”, cioè di istituto accreditato presso la Cambridge University abilitato ad attivare indirizzi di studi internazionali. Le materie saranno insegnate nella doppia lingua, italiano ed inglese, e al termine del percorso, oltre al diploma di stato italiano, si potrà conseguire il Cambridge IGCSE (International General Certificate of Secondary Education ), titolo riconosciuto in più di 160 paesi del mondo. L’istituto umbertdiese ha infatti concluso positivamente le complesse fasi di accreditamento presso il Cambridge International Examinations- il più grande fornitore al mondo di programmi educativi internazionali- ed è giunto all'ultimo step delle procedure formali tanto che dal primo giugno entrerà a far parte della vasta comunità di più di 9.000 scuole riconosciute dalla Cambridge University in 160 paesi del mondo. In Italia sono ancora poche le scuole accreditate dalla prestigiosa Università inglese: poco più di 20 tra Bologna, Pisa, Roma, Firenze, Genova e Torino. Solo tre sono collocate al Sud d'Italia e in Umbria non ce ne sono proprio; l'Istituto umbertidese sarà, quindi, il primo nella nostra Regione a far parte dell’Università di Cambridge. Grande soddisfazione, entusiasmo e fermento, quindi, tra i docenti del Campus "L. da Vinci" di Umbertide, guidati dalla dirigente scolastica Franca Burzigotti, promotrice del progetto, già al lavoro per sfruttare al meglio questo importantissimo risultato che proietterà la scuola superiore umbertidese e la città stessa verso orizzonti sovranazionali di eccellenza nella formazione.  Si inizierà con il liceo scientifico "bilingue" dove le discipline caratterizzanti come matematica, fisica, scienze saranno insegnate in inglese, oltre che in italiano. Ovviamente la  prima cosa sarà rafforzare la conoscenza della lingua inglese e gli alunni che sceglieranno di studiare le discipline in entrambe le lingue avranno la possibilità di certificare le proprie competenze, entro i cinque anni di corso, conseguendo il diploma internazionale IGCSE. Ma  essere una "scuola internazionale Cambridge" apre un'infinità di altre possibilità: estendere lo studio in inglese ad altre discipline (storia, geografia, diritto, economia, informatica,….), certificare nella sede stessa del "Leonardo da Vinci" le competenze della lingua inglese di alunni, docenti, cittadini, professionisti…, entrare a far parte di una rete internazionale di scuole dove gli studenti potranno svolgere stage linguistici, scambi culturali, esperienze di studio e lavoro, accedere con più facilità ad Università italiane e straniere a numero chiuso. “Uno dei motivi che ci ha spinto ad avviare la procedura di accreditamento di una scuola pubblica, come è il nostro Campus, presso la Cambridge University è stato quello di dare la possibilità a tutti di intraprendere un percorso di studi bilingue, fino ad oggi appannaggio perlopiù di scuole private costosissime. – ha spiegato la dirigente Burzigotti - Imparare bene l'inglese e saper studiare in inglese le discipline, specie quelle scientifiche, è garanzia di maggiori chance per costruire un buon progetto di vita”, ha concluso la prof. Burzigotti che ha voluto ringraziare la prof.ssa  Birgitta Rosselletti, docente di inglese, per aver collaborato nelle diverse fasi procedurali di accreditamento.  Quattro fasi particolarmente complesse proprio perché l'Istituto Superiore di Umbertide ha scelto di iniziare con le discipline scientifiche; un passaggio altrettanto importante è stato assicurare competenze di alto livello ai docenti che saranno impegnati nell'insegnamento di tali discipline, e che saranno affiancati da docenti madrelingua inglese in compresenza.

01/06/2014 15:10:02

Notizie » Altotevere Altotevere Senza Frontiere: arriva la Slow Party

Una festa per stare insieme e guardare ai progetti futuri. Si intitola “Slow party” il nuovo evento di avvicinamento al Festival della solidarietà promosso dall’associazione “Altotevere senza frontiere” per il giorno lunedì 2 giugno dalle 17 in poi. Musica e animazioni varie per un 2 giugno all’aria aperta nel luogo dove sta sorgendo la nuova sede dell’associazione in via Maestri del lavoro d’Italia (zona stadio comunale e Umbra Acque - uscita E45 Città di Castello nord). Cosa ci sarà allo “Slow party”? Apericena con cibo e bevande, musica, “swap party” (mercatino del baratto dei vestiti e degli accessori),  animazione per bambini, foto e video sulla realizzazione della nuova sede e sui progetti in corso. Sarà l’occasione per presentare i lavori in corso di costruzione della sede portati avanti con pazienza in questi mesi dai ragazzi di Altotevere senza frontiere, e che diventerà un punto di riferimento per i giovani e per le tante attività. “Slow party” si lega direttamente alla quarta edizione del Festival della solidarietà, promosso da Altotevere senza frontiere nei giorni 18-19-20 luglio 2014 al parco Ansa del Tevere di Città di Castello. Tema del Festival sarà infatti “La lentezza salverà il mondo”.  A fine luglio i volontari Asf partiranno per il Kosovo, dove porteranno direttamente il ricavato del Festival alla casa di accoglienza per bambini abbandonati di Raduloc. 

31/05/2014 11:03:26

Notizie » Politica Elezioni 25 maggio. Il commento di Sinistra per Umbertide

Rifondazione Comunista e Comunisti Italiani, che hanno corso insieme alle elezioni amministrative del 25 maggio sotto il simbolo unitario di Sinistra per Umbertide, attraverso un comunicato effettuano la loro analisi del voto. "La lista “Sinistra per Umbertide”- inizia il comunicato- non è riuscita a conseguire un buon risultato alle elezioni amministrative e pertanto non avrà suoi candidati eletti nel prossimo Consiglio Comunale di Umbertide. Le ragioni di questa sconfitta elettorale vanno ricercate essenzialmente nel contrasto stridente che è emerso fra le proposte politiche e programmatiche avanzate dalla lista e lo svolgimento di una campagna elettorale che si è trasformata in un referendum sull’operato della coalizione di centro-sinistra da una parte e le nuove forze politiche che si sono affacciate in questa tornata elettorale dall’altra. La natura di questo dibattito ha contribuito mettere nell’ombra le proposte per il futuro della città avanzate dalla lista “Sinistra per Umbertide”. Oltre a questo è venuto meno l’attaccamento dei cittadini ai simboli tradizionali ed agli ideali riproposti dalla lista, che nelle precedenti tornate elettorali erano stati un punto di forza. Detto questo, confermiamo il nostro sostegno al programma elettorale elaborato da tutta la coalizione ed al sindaco Marco Locchi, al quale vanno i nostri migliori auguri di buon lavoro per i prossimi 5 anni, purchè vengano rispettati gli impegni sottoscritti con gli elettori. A questo proposito è opportuno affermare che la nostra lista non ha bisogno di alcuna ricompensa proporzionata al risultato elettorale raggiunto, seppure vi siano incarichi istituzionali che per noi sono sempre nobili e dignitosi ma che in questa fase possono essere considerati come un brodino consolatorio. Nessuno di noi si è candidato avendo come unico scopo il raggiungimento di una poltrona e crediamo che ricoprire un incarico istituzionale senza aver raccolto il consenso degli elettori potrebbe legittimare il clima di anti-politica che si respira anche nel nostro territorio e non sarebbe un elemento di coerenza con quella discontinuità che i cittadini hanno chiaramente espresso nelle urne."

31/05/2014 10:49:28

Notizie » Politica Il centrodestra umbertidese analizza l'esito delle elezioni del 25 maggio

La candidata sindaco del Centrodestra umbertidese, Giovanna Monni, analizza l'esito delle elezioni del 25 maggio. "Non posso esimermi dal commentare con rammarico il risultato della lista di centrodestra- scrive Monni- che ho avuto il piacere, l’onore, ma anche l’onere di rappresentare con quello stesso entusiasmo che nel 2009 ci garantì altri ed ammirevoli risultati, oggi purtroppo non confermati. Con l’onestà che ogni eletto deve ai suoi concittadini, debbo prendere atto dell’emorragia di voti e devo ricercane la cause, al netto di ogni polemica verso chicchessia, bandendo sterili e viscide polemiche che hanno preceduto la presentazione della lista e che - certamente - l’hanno indebolita, negandole altre e diverse coordinate che le avrebbero garantito migliori risultati. Ebbene, rileva come cinque anni fa rappresentavo un partito, il PDL, risultato poi essere il primo in Italia e ciò giustificava i 1.672 voti al tempo ottenuti. Il clima politico attuale è completamente diverso, si osserva l’implosione del PDL e la frammentazione politica che ne è derivata, con espressioni politiche che oggi non hanno lo stesso lusinghiero peso specifico; divisioni interne non sono mancate neppure a livello locale, espresse in rovinosi arroccamenti, candidature annunciate e tempestivamente ritirate, accuse sulla carta stampata che sono scese nel personale e che, se non hanno fatto onore a chi vi si è prestato, ci hanno purtroppo penalizzato anche nelle urne. Oggi lo sguardo va ai prossimi lavori consiliari che mi auguro saranno positivamente produttivi per tutti gli Umbertidesi." 

30/05/2014 19:10:14

Attualità » Primo piano Lavori estivi. Dal 3 giugno aperte le iscrizioni

Martedì 3 giugno, a partire dalle ore 16,30, presso l’Ufficio Informagiovani si aprono le iscrizioni per partecipare al progetto “Lavori estivi”, promosso dall’Amministrazione Comunale di Umbertide in collaborazione con le cooperative Asad, Galassia Down e Cassiopea. L’iniziativa è rivolta ai ragazzi e alle ragazze dai 16 ai 20 anni residenti nel Comune di Umbertide, che avranno così l’opportunità di avvicinarsi al mondo del lavoro in maniera protetta. I giovani saranno impegnati per circa 30 ore ciascuno, per un totale di 3 settimane, saranno inseriti presso le cooperative Galassia Down e Cassiopea e percepiranno un rimborso spese di 150 euro. Al termine del percorso verrà loro rilasciata l’attestazione per i crediti formativi scolastici. I posti disponibili sono 23: per partecipare è necessario compilare la domanda di partecipazione, scaricabile dal sito dell’Informagiovani del Comune di Umbertide (www.informagiovaniumbertide.it) e disponibile presso l’Ufficio dell’Informagiovani, e presentarla a partire da martedì 3 giugno e fino alle ore 12,30 di venerdì 13 giugno presso l’Ufficio Informagiovani negli orari di apertura del servizio (lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9 alle ore 12,30, martedì dalle 16 alle 18, mercoledì e giovedì dalle ore 15 alle ore 18). I giovani in possesso dei requisiti richiesti saranno convocati per un colloquio per valutare motivazione, attitudine e disponibilità; la graduatoria sarà stilata sulla base dell’esito del colloquio al quale potrà essere attribuito un punteggio massimo di 10 punti. Per informazioni rivolgersi all’ufficio Informagiovani o contattare i numeri 075 9419273 oppure 331 6689548. 

30/05/2014 12:47:39

Attualità » Primo piano Premiati ad Umbertide gli studenti autori dei video sul risparmio energetico

Sono stati premiati mercoledì 28 maggio presso il Centro socio-culturale San Francesco gli spot sul risparmio energetico realizzati dagli studenti degli istituti superiori dell’Alta Valle del Tevere che hanno partecipato al progetto “Energy Door”, iniziativa promossa dal Centro di educazione ambientale Mola Casanova del Comune di Umbertide e finanziata con fondi della Comunità Europea - Por Fesr tramite la Regione Umbria - Servizio Energia con l’obiettivo di disseminare consapevolezza in materia di risparmio ed efficienza energetica. Alla cerimonia di premiazione sono intervenuti, oltre alla responsabile del Centro Mola Casanova Tatiana Roscini, il sindaco del Comune di Umbertide Marco Locchi, l’assessore all’Ambiente del Comune di Città di Castello Luca Secondi, il dirigente del Servizio Energia della Regione Umbria Andrea Monsignori ed Elena Morini, dell’Ipass della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Perugia. Il progetto, della durata biennale, è articolato in due fasi: la prima, che si è conclusa oggi, ha visto gli studenti impegnarsi nella realizzazione di spot sul risparmio energetico che verranno poi diffusi sul territorio, la seconda, che si svolgerà il prossimo anno, permetterà ai ragazzi di partecipare alla costruzione di macchine per la produzione di energia da fonti rinnovabili, come mini-eolico e mini-idroelettrico, ma anche alla valutazione dell’efficienza energetica degli edifici e della mobilità elettrica. “Gli adulti hanno costruito un mondo che spreca energia ma oggi i giovani possono imparare a risparmiarla, non solo riducendo i consumi ma anche migliorandone l’efficienza – ha detto Monsignori – Questo progetto che la Regione ha finanziato con fondi europei, è in linea con l’obbiettivo 20-20-20 che prevede, entro il 2020, la riduzione del 20% dei consumi energetici, il taglio del 20% delle emissioni di gas serra e l’incremento del 20% della produzione di energia da fondi rinnovabili”. “L’Amministrazione Comunale di Umbertide ha sempre avuto un’attenzione particolare all’ambiente – ha aggiunto il sindaco Locchi – e grazie a questo progetto intendiamo diffondere a partire dai più giovani una nuova cultura basata sul risparmio energetico e sui consumi consapevoli”. “E’ un progetto che ha il pregio di avere come target le nuove generazioni – ha continuato l’assessore Secondi – che hanno la responsabilità di costruire una nuova società”. Sei gli spot realizzati da altrettanti gruppi rappresentanti delle sei scuole superiori altotiberine – Agraria “Patrizi-Baldelli-Cavallotti”, Geometri “Franchetti Salviani”, Ipsia “Patrizi-Baldelli-Cavallotti” e Liceo “Plinio il Giovane” di Città di Castello e Itis e Liceo “Leonardo Da Vinci” di Umbertide – che sono stati caricati su youtube e sottoposti ad una doppia valutazione, quella degli utenti di internet e quella di un’apposita giuria tecnica composta da Andrea Monsignori della Regione Umbria, dall’assessore Giovanni Valdambrini e dall’ing. Fabrizio Bonucci del Comune di Umbertide, dall’assessore Luca Secondi del Comune di Città di Castello, dal vicesindaco Gilberto Presenti del Comune di Citerna e da Federico Rossi dell’Ipass. Alla fine a trionfare è stato lo spot realizzato dagli studenti dell’Itis “Leonardo Da Vinci” di Umbertide, a cui è stato assegnato un buono per l’acquisto di materiale per un valore di mille euro, seguito dallo spot dei ragazzi del Geometri “Fianchetti-Salviani” che ha vinto materiale didattico per un valore di 800 euro mentre al terzo posto si è classificato il liceo “Plinio il Giovane” di Città di Castello, a cui sono andati 500 euro.   

30/05/2014 12:27:22

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy