Notizie » Politica Lega Umbertide, Vittorio Galmacci eletto segretario della sezione cittadina

Riceviamo e pubblichiamo  Vittorio Galmacci è il primo segretario della Lega di Umbertide. A decretarlo il congresso cittadino svoltosi ieri nella sede di via Garibaldi.  “Sono onorato per questo importante incarico – spiega Galmacci – lo considero un riconoscimento per il lavoro svolto finora prima come militante poi come Commissario cittadino. Credo e mi riconosco nei valori della Lega che catalogabile come un partito di destra o di sinistra, ma è un movimento dettato dal buonsenso e i risultati sono sotto gli occhi di tutti a partire dal Governo sta già facendo grandi cose, pur essendo in carica da soli 4 mesi. Con sacrificio e dedizione ho contribuito allo sviluppo della Lega di Umbertide: quando sono arrivato  non eravamo in tanti ma allo stesso tempo ci accumunavano gli ideali di lealtà e trasparenza e soprattutto di amore verso una città da troppi anni vittima di un sistema di potere che nel Giugno scorso, finalmente, si è spezzato. La mia soddisfazione  più grande – ricorda Galamcci -  è stata quella di aver individuato e proposto Luca Carizia candidato a sindaco per la Lega, con lui il sogno di liberare Umbertide si è avverato: dopo 70 anni la Lega governa in quella che era la “Stalingrado umbra". Auspico che la vittoria della Lega qui alla “Fratta” sia lo spartiacque che ci porterà al Governo della Regione. Approfitto per chiedere ai cittadini di seguirci in questo nostro sogno perché come dice sempre il nostro segretario Federale Matteo Salvini, vince la Squadra”. Il congresso cittadino ha poi eletto il direttivo che ha visto Vittorio Galmacci segretario, Gregorio Giombini e Lorenzo Baratella consiglieri e Daniele Tempobuono Vice Segretario.

19/10/2018 18:56:22

Notizie » Politica Integrazione dei servizi e fondo per l'occupazione, le proposte di Umbertide Cambia

Riceviamo e pubblichiamo  Un polo per i servizi di protezione sociale ed un fondo per l’occupazione di fasce marginali. Umbertide cambia torna sui temi del lavoro e delle attività sociali rilanciando proposte concrete. “Riteniamo innanzitutto sia necessario collocare fisicamente insieme i servizi per l’impiego ed i servizi sociali. La soluzione migliore – sottolinea il capogruppo di Umbertide cambia Gianni Codovini - è sicuramente l’ex mattatoio di Piazza caduti del Lavoro, creando così un polo omogeneo di servizi alla persona. Questa integrazione logistica consentirebbe una sinergia operativa già prevista per alcune iniziative, ad esempio il reddito di inclusione, e potrebbe consentire di sviluppare efficacemente altri progetti, come appunto il fondo destinato alla promozione di opportunità occupazionali per fasce marginali rispetto al mercato del lavoro. Per di più ora che si va verso il “reddito di cittadinanza”. La protezione sociale – afferma Codovini – è la nuova frontiera di un welfare che si fa carico in modo non semplicemente assistenzialistico dei bisogni emergenti, come povertà, inclusione sociale, pari opportunità. È necessario che anche i comuni facciano la loro parte sviluppando politiche attive integrate a quelle nazionali e regionali, concretamente calibrate in relazione ai territori di loro competenza e nell’ambito delle zone sociali costituite. Su queste fondamentali materie – conclude il consigliere della lista civica - non abbiamo avuto risposte dalla precedente amministrazione. Ci auguriamo che quella nuova dimostri maggiore sensibilità e discontinuità”.

19/10/2018 14:59:24

Notizie » Politica Assemblea del Pd di Umbertide, proposte innovative per la ripartenza

Riceviamo e pubblichiamo  Tantissima gente all'Assemblea del Partito Democratico che si è svolto lunedì scorso 15 ottobre al Centro San Francesco di Umbertide. Dopo La relazione del Capogruppo PD in consiglio Comunale Filippo Corbucci e gli interventi di Paola Avorio e Matteo Ventanni tantissimi sono stati gli interventi che hanno animato il dibattito conclusosi a tarda serata. Critiche, proposte ma soprattutto la consapevolezza che il Partito Democratico sia l'architrave di una ripartenza per tutto il centro sinistra. Chiari gli errori del passato, chiaro che occorre voltare pagina, ma chi è di sinistra, di centrosinistra, non può che essere all'opposizione del governo gialloverde e dell'Amministrazione leghista che guida questa città. Prima degli interessi e dei rancori personali non può che venire Umbertide. Il Partito Democratico si prepara a questa nuova fase congressuale ragionando con i cittadini, iscritti e militanti, con umiltà e con la voglia di ripartire. Non basta criticare chi governa oggi (e i motivi non mancherebbero: a partire dalle bugie sul Protocollo del Centro islamico, sulle promesse al vento su Calzolaro, sull'inerzia e pressapochismo che caratterizza questa compagine di leghisti e riciclati) occorre fare proposte innovative, capire fino in fondo i bisogni di una comunità che è cambiata. Puntare sulla necessità di non mettere in discussione il nostro tessuto sociale: sarebbe inaccettabile veder smantellato il nostro welfare e l'attenzione verso i più deboli. Ecco su questi principi ripartiamo e vogliamo ricostruire il futuro.    

19/10/2018 11:31:20

Notizie » Politica Rifacimento strade nelle frazioni, le dichiarazioni del Movimento 5 Stelle

Riceviamo e pubblichiamo Tra gli ultimi atti del nostro commissario ve ne è uno che porta la data del 16 aprile scorso e riguarda il rifacimento delle pavimentazioni stradali e la realizzazione di nuovi marciapiedi nelle frazioni di Calzolaro, Montecastelli e Pierantonio. Nell'atto viene spiegato il progetto, le strade interessate e i soldi stanziati. Sono passati 6 mesi dalla sua approvazione e ancora non si vede la sua attuazione. Dal momento che è un progetto deciso dal commissario nella scorsa legislatura non ci dovrebbero essere problemi di realizzazione, si dovrebbe solo mettere in atto quanto già stabilito, eseguire solamente. Come M5S abbiamo sempre puntato l'attenzione sulla manutenzione strade, invitando più volte, fin dal nostro ingresso in Consiglio comunale, l'amministrazione a procedere con manutenzioni periodiche, preferendo l'ordinario agli interventi straordinari, volti per lo più a tamponare situazioni di emergenza. Sosteniamo da sempre che le strade dissestate sono il termometro del degrado urbano di un comune, la prima cosa che vede chi arriva da fuori comune. Quando dunque sarà realizzata la nuova pavimentazione sulle frazioni? Se per eseguire solamente un progetto per il quale sono già stati stanziati soldi non sono bastati 6 mesi non osiamo immaginare quanto si debba impiegare per realizzarne uno da nuovo. A guidare l’Amministrazione non sono quelli che dicevano che avrebbero sistemato le strade nel primo mese dopo le elezioni? Ed ora non sono capaci nemmeno di fare quelle deliberate dal Commissario? Attendiamo fiduciosi che quanto deliberato dal commissario venga messo in atto e non cada nel dimenticatoio, visto che i soldi sono stati trovati da ben 6 mesi!

18/10/2018 14:10:24

Notizie » Politica Umbertide Cambia: "Potenziare la Multiservice"

Riceviamo e pubblichiamo da Umbertide Cambia Su alcuni servizi di interesse comune, Umbertide cambia ha da sempre avuto idee chiare: gestione pubblica e territoriale della rete idrica, del servizio rifiuti, delle reti che distribuiscono energia. Nulla invece è dato sapere, al riguardo, in merito alle strategie della Giunta. “In questo contesto – informa il capogruppo di Umbertide cambia, Gianni Codovini – abbiamo presentato un ordine del giorno con il quale chiediamo la ricapitalizzatine della Multiservice S.r.l., che essa stessa chiede, un allargamento della compagine sociale ad altri soggetti pubblici, anche attraverso uno scambio di partecipazioni in altre utilities pubbliche, ed un potenziamento dell’attività dell’azienda, in particolare nel settore delle energie ed alla gestione di strutture pubbliche. Il tema - aggiunge Codovini - si allarga ad una complessiva riflessione sulle aziende partecipate dal Comune, che dovrebbe seguire una chiara strategia. Ad esempio - specifica il capogruppo del movimento civico - dovremmo pensare di acquisire la maggioranza della Prosperius, aprire un ragionamento utile a superare l’attuale assetto di Umbra acque per arrivare ad una società pubblica, pensare a come realizzare una gestione pubblica del sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti nel territorio ed abbandonare una pur minima presenza in altre aziende che non hanno una vera utilità sociale ed economica”. Multiservice, società per la quale Umbertide cambia chiede un sostanziale investimento in termini finanziari ed industriali, è una società a capitale interamente pubblico, partecipata dai Comuni di Umbertide, San Giustino e Montone, che ha in concessione la proprietà delle reti di distribuzione del metano fino al 2024. “Con il potenziamento di Multiservice, ultimo patrimonio aziendale del Comune - conclude Codovini -, significa anche uscire dall’isolamento territoriale in cui ci ha cacciato l’ex sindaco Locchi e ci sta spingendo l’attuale Giunta. Perderla vuol dire segnare il declino di Umbertide”.

15/10/2018 12:24:36

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy