Notizie » SLIDER C. di Castello: arrestati quattro ladri

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Città di Castello e della Sezione di Polizia Giudiziaria della Procura della Repubblica di Perugia l’altro ieri hanno arrestato in flagranza di reato quattro uomini, tutti residenti a Foligno, con l’accusa di furto aggravato in appartamento. All’arresto i Carabinieri sono giunti al termine di serrate indagini avviate in seguito ai numerosi furti in appartamento commessi nelle ultime settimane non solo in Alto Tevere ma in tutta la provincia di Perugia. I militari, analizzando attentamente gli elementi in loro possesso, hanno focalizzato l’attenzione su un gruppo di nomadi stanziali di nazionalità italiana residenti a Foligno. Operando congiuntamente, i militari di Città di Castello e della Sezione di Polizia Giudiziaria, hanno iniziato a pedinare il gruppetto allorquando, nelle ore pomeridiane, si riuniva e girovagava a bordo di un’autovettura AUDI in loro uso. L’altro ieri pomeriggio, nel corso dell’ennesimo articolato pedinamento, i Carabinieri li hanno seguiti fino a Bevagna. In una zona periferica il conducente dell’AUDI ha lasciato tre complici nei pressi di un’abitazione al cui interno in quel momento non vi era nessuno e si è allontanato. Il gruppetto, dopo aver forzato una finestra, si è introdotto all’interno riuscendo però a rubare soltanto pochi monili in oro. Una volta terminato il furto i tre sono stati prelevati dal complice alla guida dell’auto. A questo punto le pattuglie dei Carabinieri, coadiuvate anche da militari della Stazione di Bevagna, sono intervenute bloccando il veicolo e non lasciando ai quattro alcuna possibilità di fuga. Sono stati arrestati in flagranza di reato per furto in appartamento. La refurtiva è già stata restituita al legittimo proprietario. Si tratta di quattro uomini di nazionalità italiana, nomadi stanziali residenti a Foligno, di età compresa tra i 20 ed i 34 anni. Tutti hanno precedenti di Polizia per reati vari, ed in particolare per reati contro il patrimonio. Dopo aver trascorso la notte presso le camere di sicurezza, ieri pomeriggio i quattro sono stati tradotti presso il Tribunale di Spoleto. L’arresto è stato convalidato. In attesa del processo, fissato a febbraio, il Giudice ha disposto nei loro confronti la misura cautelare degli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni. Le indagini dei Carabinieri proseguono adesso per accertare se il gruppo si sia recentemente reso responsabile di altri furti in appartamento nella Provincia di Perugia e, in particolare, nella zona dell’Alto Tevere.

28/11/2014 14:04:04

Attualità » Primo piano C. di Castello: arrestato dalla Polizia latitante tunisino

La Polizia di Città di Castello ha arrestato un pericoloso latitante extracomunitario di origine tunisina M.W. di anni 45. Gli agenti del Commissariato hanno eseguito un ordine di custodia cautelare in carcere, emesso dalla Procura di Perugia. L’attività investigativa sempre dello stesso Commissariato, aveva posto l’extracomunitario al centro di una rete di spaccio di sostanze stupefacenti, soprattutto nei confronti di ragazzi minorenni. Il tunisino, giunto in Città da circa un anno e mezzo, si era subito posto in posizione di supremazia rispetto ad altri spacciatori, anche connazionali, facendo uso di atti intimidatori violenti. Guadagnate alcune piazze di spaccio, si era reso protagonista anche di una serie di furti in abitazioni ed autovetture per finanziare la propria attività delittuosa. Le indagini lo avevano visto protagonista come spacciatore all’esterno di alcuni istituti scolastici sia di primo che di secondo grado nel centro abitato di Città di Castello. All’arrivo in città era stato da subito oggetto di attenzione investigativa da parte della Polizia, che nel giro di qualche mese, aveva richiesto l’arresto alla Procura. Con precedente penali di tutto rispetto, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione abusiva di armi, ed una pena scontata per omicidio, il tunisino era da tempo osservato speciale. All’atto dell’arresto si era reso irreperibile; trascorrendo parte della latitanza in Olanda e Germania, si era allontanato da Città di Castello per qualche mese. Sicuri che sarebbe ritornato dalla madre e dalla sorella, ancora residenti in città, tradito dal desiderio di rivedere la famiglia, come nelle migliori tradizioni delinquenziali, gli agenti del Commissariato hanno controllato le abitazioni, sino a quando nella prima mattinata di ieri, l’uomo è comparso a casa della madre. Immediato l’arresto e la traduzione al carcere di Capanne. Al tunisino sono stati contestati altri reati, notificati atti amministrativi, tra cui il rifiuto del rinnovo del permesso di soggiorno e la contestuale espulsione. Per tale motivo, espiata l’eventuale pena, verrà immediatamente espulso con accompagnamento coatto alla frontiera.

27/11/2014 10:56:25

Attualità » Primo piano Trasporto pubblico locale: il Comune di Umbertide scrive alla Regione

L’Amministrazione Comunale di Umbertide ha inviato una lettera al presidente della III Commissione consiliare regionale Gianfranco Chiacchieroni contenente valutazioni ed osservazioni in merito al piano di bacino del trasporto pubblico locale, in fase di discussione, e al progetto Metrobus. La lettera sottolinea l’importanza del trasporto ferroviario per il territorio umbertidese e la conseguente necessità di valorizzare ed implementare il trasporto su ferro e i servizi accessori che l’Officina di Umbertide, già polo manutentivo dei mezzi della FCU, è in grado di offrire e di sviluppare anche in relazione ai mezzi delle Ferrovie dello Stato. Per l’Amministrazione Comunale è indispensabile integrare i servizi ferro –gomma; rendere più veloci le corse nelle tratte lunghe e più frequenti le corse nelle percorrenze brevi; rimettere in funzione della galleria di Acquasparta, al fine di ripristinare il collegamento su ferro tra l’Alta Valle del Tevere e Terni senza gravare sulla viabilità stradale; potenziare il trasporto merci su ferro nell’ottica del completamento della bretella ferroviaria di Pierantonio; riqualificare le principali stazioni rendendole moderne ed accoglienti. Tali obiettivi necessitano di investimenti sul trasporto ferroviario e sui servizi collegati e il riferimento va in primo luogo al servizio Metrobus previsto nel nuovo piano di bacino unico e alle varie possibilità di individuazione dei fruitori dei mezzi pubblici spesso residenti a notevoli distanze dalla stazione ferroviaria o dai principali collegamenti stradali. Inoltre l’Amministrazione Comunale ha proposto anche una rimodulazione del trasporto urbano, esteso anche alle frazioni e ai Comuni limitrofi, al fine di incrementare l’utenza e al contempo contenere i costi. Nel ribadire l’importanza del trasporto ferroviario e del trasporto pubblico su gomma per i cittadini del Comune di Umbertide e dei territori limitrofi, l’Amministrazione Comunale ha inoltre manifestato la disponibilità a collaborare nella programmazione del nuovo piano di bacino del trasporto pubblico locale.

27/11/2014 10:48:04

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy