Notizie » Politica Umbertide: scelti dal Consiglio Comunale i delegati all'assemblea degli elettori del CAL

Nel corso dell’ultima seduta, il Consiglio Comunale di Umbertide ha provveduto ad eleggere i delegati all’assemblea per l’elezione dei componenti elettivi del Consiglio delle Autonomie Locali (CAL), secondo quanto previsto dall’artt. 7 e 7 bis della L.R. 16 dicembre 2008, n. 20. Per i Comuni con popolazione pari o superiore a 15.000 abitanti è infatti prevista l’individuazione di tre delegati che parteciperanno all’assemblea per l’elezione dei componenti elettivi del CAL. Sono invece membri di diritto del CAL i presidenti di Provincia e Regione e i sindaci dei Comuni sopra i 15.000 abitanti, tra cui quindi anche il sindaco Marco Locchi. La votazione è avvenuta con scrutinio segreto e non vi hanno preso parte i consiglieri del Movimento Cinque Stelle Pigliapoco e Venti e il consigliere di Umbertide Cambia Stefano Conti, che sono usciti dall’aula. Il Consiglio Comunale ha quindi eletto delegati i consiglieri Ilaria Fiorucci e Gianluca Palazzoli per la maggioranza e Giovanna Monni in rappresentanza della minoranza. Il CAL è un organo di consultazione e partecipazione ai processi decisionali della Regione e di rappresentanza unitaria del sistema delle autonomie locali dell’Umbria; ai sensi dell’art. 29 dello Statuto regionale, esprime all’Assemblea legislativa parere obbligatorio in merito alle proposte relative ad atti di programmazione generale, al disegno di legge di bilancio annuale e pluriennale e al disegno di legge di rendiconto e alle proposte di atti riguardanti l’attribuzione e l’esercizio di funzioni e competenze dei Comuni e delle Province. Inoltre può esprimere osservazioni su atti da sottoporre al’approvazione dell’Assemblea legislativa e svolge attività di informazione e di studio su temi che interessano gli Enti locali e i rapporti con la Regione e lo Stato. Le elezioni per il rinnovo dei componenti elettivi del Consiglio delle Autonomie Locali si terranno giovedì 18 dicembre.  

01/12/2014 14:25:56

Notizie » SLIDER Servizio Civile: domande aperte fino al 15 dicembre

Scade il prossimo 15 dicembre alle ore 14 il bando per la selezione di volontari nei progetti di Servizio Civile Nazionale promossi nell’ambito del programma Garanzia Giovani. Sono otto i posti previsti ad Umbertide per due progetti proposti da Arci Servizio civile Perugia, in collaborazione con il Comune di Umbertide: il primo è incentrato sull’assistenza ai disabili (“Diverse abilità… nessuna disabilità – Garanzia Giovani”) con quattro posti a disposizione, il secondo, sempre con quattro posti a disposizione, riguarda le attività di tutoraggio scolastico (“GiovaMenti - Garanzia Giovani”). Possono partecipare alla selezione i cittadini italiani e i cittadini stranieri regolarmente residenti in Italia che alla data di presentazione della domanda abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età. Per poter partecipare al bando i giovani devono essersi registrati al programma Garanzia Giovani. E’ possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto; la presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti. L’indennità ammonta a 433,80 euro al mese per la durata di un anno. La sede presso cui consegnare le domane è quella di Arci Servizio Civile Perugia in via della Viola 1. Per scaricare il bando e consultare in dettaglio i progetti è possibile visitare il sito internet www.arciserviziocivile.it. Per informazioni contattare Arci servizio civile Perugia allo 075 5731074 o alla mail perugia@ascmail.it, o Informagiovani Comune di Umbertide allo 075 9419273 oppure recandosi in ufficio il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12.30, il martedì dalle 16 alle 18 e il mercoledì e giovedì dalle 15 alle 18.       

01/12/2014 14:21:18

Sport Acqua&Sapone Umbertide in trasferta a Parma

Dopo aver affrontato nelle ultime due uscite due novità del campionato di serie A1 come le neo-promosse Vigarano e Battipaglia, domenica prossima Acqua&Sapone Umbertide è invece attesa dal confronto con quella che si può definire la decana delle formazioni del massimo campionato, che disputa ininterrottamente dal 1976. Si tratta anche del remake della serie di quarti di finale play-off della scorsa stagione, vinta per 2-1 dalla Pfu che con quel successo si garantì l’accesso alle semifinale contro Ragusa. Rispetto alla passata stagione, la squadra del presidente Gianni Bertolazzi allenata da coach Massimo Olivieri ha mantenuto grosso modo invariato il nucleo storico delle italiane, confermando Valeria Battisodo, Mariachiara Franchini e Claudia Corbani, con le novità rappresentate da Sara Crudo e dall’ex di turno Sara Giorgi che hanno preso il posto di Ilaria Zanoni, emigrata in Svezia, e di Monique Ngo Ndjock, fresca avversaria di Umbertide con la casacca di Battipaglia. Completamente cambiato invece il gruppo delle straniere, con le partenze di Victoria Macaulay, approdata a Napoli, e soprattutto di Jillian Harmon, che dopo 5 stagioni ha lasciato l’Italia per andare in cerca di nuove esperienze in Australia. Al loro posto sono arrivate una solida pivot come Olga Maznichenko, ex Orvieto e Pozzuoli (16 punti e 6 rimbalzi di media finora), e due statunitensi, il lungo Megan Kritscher (tutta da scoprire a questi livelli e limitata anche da un problema fisico in avvio di stagione) e la guardia Christine Clark,giocatrice molto solida fisicamente e fin qui top scorer delle emiliane con 16,6 punti per incontro. In classifica il Lavezzini occupa la decima piazza con 6 punti, frutto di 3 vittorie a fronte di 6 sconfitte, delle quali le ultime 3 consecutive e piuttosto nette contro Battipaglia, Venezia e Schio. Nonostante il momento non brillantissimo, però, la compagine ducale rimane una formazione senza dubbio difficile da affrontare, soprattutto a domicilio, dove è sospinta da un pubblico molto caloroso. Non a caso per Umbertide al PalaCiti nelle ultime 3 occasioni è sempre arrivata una sconfitta, risalendo l’ultima vittoria a Parma al 17 dicembre 2011 per 45-53, con 16 punti di Jovanovic. Acqua&Sapone Umbertide, al netto dell’assenza perdurante di Ilaria Milazzo, arriva all’incontro con il resto del roster a disposizione di coach Serventi. Le due squadre si sono già affrontate in pre-campionato: in quella che era la seconda uscita stagionale di Umbertide, Acqua&Sapone si impose al PalaMorandi per 63-59, ma si era a metà settembre e da allora molto  è cambiato. La palla a due sarà alzata alle ore 18 dagli arbitri Stefano Del Greco di Verona, Marco Marton di Treviso e Salvatore Nuara di Genova.

29/11/2014 19:40:28

Notizie » Politica Interrogazione del M5S Umbertide su Piattaforma

Riceviamo e pubblichiamo dal Movimento 5 Stelle Umbertide  Nel Consiglio Comunale tenuto in data 11/11/14 è stata discussa la nostra interrogazione sulla struttura la Piattaforma; da una accurata analisi basata su documenti pubblici emergevano delle criticità riguardanti la gestione di questo spazio e si chiedeva al Sindaco se il Comune di Umbertide, quale unico proprietario, avesse svolto il ruolo di controllore della struttura affinché fossero adempiuti regolarmente e rispettati gli obblighi e le finalità per cui l’area era stata concessa in comodato d’uso gratuito all’associazione che la gestisce. Si domandava altresì come fosse possibile che all’interno venisse svolta unicamente un’attività commerciale (di ristorazione, attuale pizzeria, l’area adibita a Bar ad oggi è chiusa ) tenendo conto che l’associazione che gestisce la struttura è per statuto senza scopo di lucro, e l’attività commerciale dovrebbe essere solo a supporto della realizzazione dei fini istituzionali e non avere carattere predominante ed esclusivo.  Tutto ciò potrebbe apparire come una concorrenza sleale nei confronti di altri simili esercizi commerciali, dato che tra l’altro l’associazione in quanto tale potrebbe usufruire di certe agevolazioni fiscali. Sarebbe auspicabile che le varie associazioni di categoria, nonché gli stessi ristoratori locali, si attivino a tutela delle proprie attività. Dall’esame dello stato gestionale della struttura, fatto dai responsabili del Comune, emergono le stesse criticità da noi evidenziate e si giunge alla conclusione che non sono state rispettate le finalità della convenzione disattendendo quanto in essa previsto.  A seguito del nostro intervento la soluzione a cui è giunta l’Amministrazione è stata di invitare nonché intimare l’associazione a riprendere le attività statuarie producendo entro il 15 novembre 2014 un programma delle attività che intenderà effettuare. Tale invito, che riporta la data del 7/11/14 (quindi solo dopo la nostra interrogazione sembrerebbe muoversi qualcosa), è stato rivolto però al vecchio presidente dell’associazione, dal 18 agosto 2014 infatti vi è stata una modifica della compagine sociale che ha visto l’entrata di nuove figure; la nostra Amministrazione evidentemente non ne era al corrente se ha indirizzato una comunicazione ad una persona che non riveste più quel ruolo, con il rischio poi che si possa sentir dire dall’attuale presidente di non aver ricevuto alcun sollecito dal Comune. Ci sembra che questa attività di controllo attuata dall’Amministrazione sia stata poco precisa e non abbia approfondito in maniera scrupolosa la questione o quanto meno lo stato dei fatti. Il nostro Comune si sarà poi accorto che il nuovo presidente dell’associazione risulta essere il socio maggioritario di un’attività di ristorazione già presente in un altro comune e che riporta lo stesso nome di quella insediata nella Piattaforma?  Movimento 5 Stelle Umbertide

29/11/2014 19:36:50

Notizie » Politica Umbertide cambia: potenziare le cure palliative

Riceviamo e pubblichiamo. Potenziare le cure palliative domiciliari e realizzare una struttura residenziale dedicata a persone la cui malattia di base, caratterizzata da una inarrestabile evoluzione, non risponde più a trattamenti specifici. Il movimento civico Umbertide Cambia pone con decisione questo obiettivo, chiedendo al Comune, alla Regione, alla ASL un preciso impegno in tal senso. “La situazione, purtroppo verificata nella esperienza quotidiana di tante famiglie – afferma il Consigliere di Umbertide cambia Stefano Conti - ci porta a sostenere questa esigenza ed a ribadire un interrogativo: perché, a differenza di altri territori, in Alta Umbria non è stata realizzato un hospice? Che fine hanno fatto i finanziamenti concessi a tal fine dalla legge n. 39/99?”. In Regione Umbria, infatti, delle 4 strutture allora previste e finanziate ne sono state realizzate tre: a Perugia, Spoleto, Terni, mentre la ex ASL n. 1 (Alta Umbria) ha preferito sostituire la struttura programmata presso l’ospedale di Umbertide (5 posti letto) prevedendo posti letto per malati terminali in assistenza palliativa presso una residenza sanitaria assistita. “Neanche tale soluzione è stata mai posta in essere”, aggiunge Conti, che chiede: “dove sono finiti posti letto e finanziamenti?  E’ chiaro – sottolinea Conti -  che su questo fronte la politica alto tiberina ed umbertidese si sia dimostrata particolarmente e colpevolmente insensibile”. “Occorre invece dare atto all'AUCC del meritorio e costante impegno prestato in materia in collaborazione con il personale del Centro salute ed il medico oncologo territoriale – continua il Consigliere di Umbertide cambia - ma, per quanto utilissimo, il servizio non risponde ancora allo standard di assistenza previsto dalle linee di indirizzo regionali redatte nel 2012 e che richiamano il piano sanitario regionale 2009 / 2011”. Tutto ciò premesso, l’obiettivo da perseguire immediatamente dovrebbe dunque essere, secondo Umbertide cambia, quello di formare una specifica equipe interdisciplinare per le cure palliative che, collaborando con i medici di base, il Centro Salute, i servizi sociali ed il volontariato, riesca a potenziare e specializzare l’assistenza domiciliare. Occorre quindi mettere a punto una efficacia relazione tra equipe ed attività ospedaliera, dotando la struttura di camere e risorse adeguate per il trattamento di malati oncologici terminali, per giungere, nella immediata prospettiva, alla realizzazione ed organizzazione di un “hospice” (centro residenziale di cure palliative) che da un lato funga da coordinamento di tutta l’attività, dall’altro sia utile per supportare le famiglie in situazioni che non possono essere gestite a domicilio.                                                                                                             Umbertide cambia

28/11/2014 14:30:22

Cultura Le Ceramiche Rometti lanciano l'edizione 2015 del Premio Rometti

Sabato 13 dicembre, nella suggestiva ambientazione della Casina delle Civette, in Villa Torlonia a Roma, verrà presentato il Premio Rometti 2015. Il concorso, alla sua terza edizione, è promosso dalle Ceramiche Rometti e dal Comune di Umbertide ed è rivolto agli studenti delle Accademie artistiche e degli Istituti di Design italiani ed esteri. La Rometti realizza ceramiche artistiche a Umbertide dal 1927 ed è una delle poche Manifatture storiche tuttora attive nel campo. Durante la sua ininterrotta attività, ha sempre privilegiato la ricerca e l’innovazione, collaborando con designer di prestigio internazionale e instaurando uno scambio proficuo di idee, valori e know-how con giovani artisti. Negli anni Trenta la Rometti ha prodotto capolavori dell’arte ceramica ideati da Corrado Cagli, Dante Baldelli e Mario di Giacomo, allora studenti dell’Accademia romana di Belle Arti. Nel solco di quest’illustre tradizione, il Premio Rometti intende premiare i giovani artisti, italiani e stranieri, i cui progetti offrano un contributo originale all’arte ceramica. Oltre ai consistenti premi in palio, il concorso offre ai sei studenti finalisti uno stage formativo di 15 giorni presso la Manifattura, da svolgersi in periodo estivo, durante il quale potranno realizzare i loro progetti sotto la guida del direttore artistico e delle collaudate maestranze Rometti. Sono previste attività di laboratorio dentro e fuori la Manifattura, seguendo il percorso della ceramica: dalla cava di argilla, alla foggiatura a mano e con stampi, ai vari tipi di decorazione, fino alla cottura finale. Gli studenti respireranno il genius loci: dalla prima produzione Rometti d’ispirazione futurista e déco, fino alle enigmatiche Veneri e Presenze disegnate da Ambrogio Pozzi. Le opere premiate saranno esposte in modo permanente nella sezione contemporanea della Galleria Rometti, il museo storico della Manifattura allestito dal Comune di Umbertide. Gli autori manterranno comunque la proprietà intellettuale delle loro creazioni. Il Premio Rometti costituisce per i giovani un reale incentivo, sotto il profilo professionale e artistico. Ogni opera eseguita durante lo stage potrebbe entrare in produzione, previo un contratto di royalty pari al 5% del fatturato. Con il concorso, la Rometti scommette ancora una volta sui giovani e ribadisce l’importanza dell’innovazione anche nel contesto di un’attività produttiva a carattere artigianale.  La presentazione del 13 dicembre avrà luogo dalle ore 16,30 alle ore 19,30.  Saranno presenti gli studenti finalisti delle precedenti edizioni del concorso, che esporranno le loro creazioni, illustrandone la genesi e la prassi esecutiva. Interverranno anche gli allievi della RUFA (Rome University of Fine Arts) e degli Istituti di Design di Milano, Perugia e Roma, in visita alla mostra “Una Storia Italiana. Le Ceramiche Rometti rendono omaggio al designer Ambrogio Pozzi. 1931-2012”, esposta alla Casina delle Civette fino al 4 gennaio 2015. La manifestazione è aperta anche al pubblico dei visitatori del museo. Ai giornalisti la Rometti ha riservato un omaggio particolare: l’elegante vaso Domino creato dalla designer Angelika Mörlein. Per ulteriori informazioni: segreteria Rometti  tel. 075 9413266 rometti@rometti.it.

28/11/2014 14:28:01

Attualità » Primo piano Assenza segnale Rai nella Valle del Niccone: il Comune di Umbertide chiede finanziamento a Regione

Il Comune di Umbertide ha presentato richiesta alla Regione dell’Umbria di un finanziamento pari a 25.000 euro al fine risolvere il problema dell’assenza del segnale Rai nella Valle del Niccone. E’ quanto dichiarato dall’assessore competente Raffaela Violini in risposta all’ordine del giorno presentato congiuntamente dai gruppi consiliari di Umbertide Cambia e del Partito Democratico, approvato all’unanimità nel corso della seduta di Consiglio Comunale di ieri, giovedì 27 novembre. Dal momento dello switch off, ovvero del passaggio della trasmissione dei programmi tv da analogica a digitale,  gli abitanti della Valle del Niccone non ricevono più il segnale Rai; di fronte a tale disservizio l’Amministrazione Comunale si è attivata mettendosi in contatto con gli uffici competenti ed adempiendo a quanto di sua competenza. Nonostante l’interessamento dell’Amministrazione, ad oggi la situazione è ancora in fase di stallo a causa di un rimpallo di competenze tra la Rai, che chiesto la concessione di nuove frequenze, e il Ministero dello Sviluppo Economico  - Dipartimento per le Comunicazioni, che ha negato tale concessione. Dal momento che il problema potrebbe essere risolto anche utilizzando la frequenza attuale a patto di sostituire le apparecchiature esistenti e che la Regione dell’Umbria dispone di fondi finalizzati proprio a risolvere eventuali assenze di copertura del segnale, l’Amministrazione Comunale di Umbertide ha richiesto all’ente regionale un finanziamento pari a 25.000 euro, che sarà trasferito alla Rai per effettuare i necessari interventi di adeguamento delle apparecchiature e ripristinare così il segnale.

28/11/2014 14:20:04

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy