Notizie » SLIDER Biennart, 60 opere esposte alla Rocca di Umbertide

E' stata inaugurata sabato 28 marzo la prima Biennale internazionale d'arte in Umbria “Biennart”. L'iniziativa, è nata dall'idea degli artisti Roberto Guccione ed Emanuele Ventanni ed è promossa dall'associazione culturale “La via dell'arte” di Comiso con il patrocinio dei Comuni di Modica, Umbertide, Pietralunga e Montone e dalla Provincia di Perugia. Tre sono infatti i comuni che ospitano le biennale, Umbertide, Montone e Pietralunga e ad Umbertide la sede scelta è stata quella della Rocca – centro per l'arte contemporanea dove, fino al 3 maggio prossimo, sarà possibile ammirare una sessantina tra quadri e sculture, opera di artisti italiani e stranieri. Sabato mattina quindi è stata ufficialmente inaugurata la biennale, con la presentazione della stessa presso il Centro socio-culturale San Francesco e il taglio del nastro dell'esposizione alla Rocca, al quale sono seguite, nel pomeriggio, le inaugurazioni delle mostre presso il centro museale San Francesco di Montone e il centro espositivo Sant'Agostino di Pietralunga. Erano presenti, oltre al direttore artistico Roberto Guccione e al coordinatore organizzativo Emanuele Ventanni, anche i sindaci dei Comuni di Umbertide Marco Locchi, Montone Mirco Rinaldi e Pietralunga Mirco Ceci e l'assessore del Comune di Modica Rita Floridia. “Con la prima biennale internazionale 'Biennart' si consolida il rapporto tra la Sicilia, attraverso la città di Modica, e l'Umbria, un rapporto di amicizia che si snoda lungo un doppio percorso enogastronomico ed artistico-culturale che si concretizza oggi con questa iniziativa – ha detto il sindaco Locchi – Ringrazio quindi tutti gli artisti che hanno preso parte alla biennale e i Comuni che hanno patrocinato l'iniziativa”. “La biennale nasce dall'incontro tra due artisti, Guccione e Ventanni e sarà luogo di incontro e di scambio e di confronto tra tanti altri artisti”, ha aggiunto il sindaco di Montone Rinaldi. “Arte e cultura – ha detto ancora il sindaco di Pietralunga Ceci – sono un importante strumento di promozione dei nostri territori e possono essere volano di sviluppo”. “E' un onore ed un piacere essere qui per questa prima biennale d'arte – ha aggiunto l'assessore Floridia – che dimostra la volontà di questi Comuni di intraprendere scambi artistici, culturali ed enogastronomici fondamentali per far crescere i nostri territori”. La parola è quindi passata al critico e storico dell'arte Andrea Baffoni, coordinatore artistico della biennale che ha illustrato l'evento e il catalogo che lo accompagna. “E' un sogno diventato realtà – ha detto – Questa biennale vuole unire l'arte e la cultura al territorio, all'insegna della condivisione e dell'internazionalità, con l'obbiettivo di riscoprire l'aspetto umano dell'arte e di recuperare il contatto dell'artista con la materia che manipola. In esposizione ci sono le opere di 160 artisti, in rappresentanza di venti nazioni; quattro sono i Paesi ospiti di questa prima edizione, Slovacchia, Marocco, Romania e Bielorussia, ed una sezione speciale è riservata alle opere che concorreranno al premio della biennale, che verrà assegnato il prossimo 1° maggio”. “Grazie ai Comuni che ci hanno concesso l'uso dei locali ospitando la prima edizione della biennale – hanno concluso Guccione e Ventanni – Arte significa aprire le porte del cuore e del mondo, ed oggi è per noi una grande giornata di festa e di pace”. In occasione dell'inaugurazione della biennale inoltre sabato mattina in piazza Matteotti è stato allestito uno stand per la vendita di prodotti tipici di Modica e della Sicilia, dalla cioccolata ai biscotti fatti con la pasta di mandorle, dall'olio al vino passando per il formaggio. Il legame tra Modica e i Comuni umbri passa infatti anche per l'enogastronomia nella convinzione che lo scambio di prodotti tipici locali possa costituire uno strumento di promozione del territorio ma anche un'occasione per intavolare nuovi rapporti economici e commerciali, come già avvenuto con l'ideazione da parte di un'azienda dolciaria siciliana di un cioccolatino denominato “Unioni” nato dall'incontro tra il cioccolato di Modica e il tartufo dell'Alta Valle del Tevere e che è stato presentato proprio in occasione dell'inaugurazione della biennale.

30/03/2015 14:26:44

Sport Acqua&Sapone Umbertide: la stagione regolare si chiude col derby

Dopo una cavalcata di sei mesi fatta di momenti esaltanti e di qualche delusione, di vittorie epiche e di alcune sconfitte rocambolesche, la stagione regolare del campionato 2014/15 di serie A1 femminile si appresta ad andare in archivio con l’ultima giornata di campionato che si disputerà oggi alle ore 18. Diversi sono i verdetti che l’aritmetica tiene ancora aperti, anche se in alcuni casi gli esiti sembrano abbastanza scontati. In palio c’è ancora la prima posizione della generale, Schio deve infatti battere Napoli per avere la certezza di tenersi alle spalle Ragusa impegnata in casa con Trieste (una vittoria delle giuliane in Sicilia in teoria riaprirebbe completamente anche il discorso salvezza portando le ultime 4 ai play-out, ma con tutto il rispetto possibile per la formazione triestina pare una possibilità davvero remota). La questione più aperta è quella relativa all’ottava posizione, ultima valida per accedere ai play-off, al momento occupata da Battipaglia, che però deve riposare. La palla quindi è completamente nelle mani di Cagliari che vincendo la non facile partita di Vigarano supererebbe le campane in virtù degli scontri diretti. Anche per Acqua&Sapone Umbertide ancora ci sono degli obiettivi da inseguire. La quinta piazza attualmente occupata dalla formazione umbra, infatti, non può peggiorare ma potrebbe ancora essere migliorata. Non tutto è nelle mani delle ragazze di coach Serventi però. Occorrerà fare il proprio dovere portando a casa i due punti e poi aspettare notizie da Venezia e Parma, dove in caso di un successo contro pronostico delle ducali, San Martino rischierebbe addirittura di scivolare dal terzo al quinto posto. Bisogna altresì sottolineare che contando i punti effettivamente conquistati sul campo, compresi quelli contro La Spezia, Umbertide sarebbe già quarta, ma il regolamento è questo quindi inutile piangere sul latte versato e meglio guardare al futuro. E il futuro più prossimo, in attesa di conoscere l’avversaria ai play-off, vede Acqua&Sapone Umbertide impegnata nel derby umbro contro la Ceprini Orvieto sul parquet di Porano. La formazione di Paolo Egidi è reduce da una stagione abbastanza sottotono, con 5 vittorie e 18 sconfitte che valgono il dodicesimo posto in classifica, il minimo indispensabile per ottenere la salvezza, sempre dando per scontata la sconfitta di Trieste a Ragusa. Le migliori giocatrici sono state sicuramente le due straniere rimaste per tutta la stagione, il pivot Renata Brezinova, giocatrice abbastanza mobile e soprattutto dotata di una mano molto dolce anche dai 6,75 metri, e la statunitense Kirby Burkholder, top scorer della squadra con 14 punti, anche se ancora, nonostante l’innegabile talento, troppo dipendente dalle sue percentuali al tiro. A gennaio invece la seconda giocatrice Usa è stata cambiata: al posto di Sidney Crafton, tagliata proprio dopo la partita dell’andata al PalaMorandi, è arrivata dal campionato islandese Joanna Harden. play/guardia dalla Florida che però non ha sostanzialmente mutato gli equilibri, attestandosi su un rendimento simile a quello di chi l’aveva preceduta. Qualcosa in più casomai sarebbe stato lecito attendersi dal nucleo delle italiane. Baldelli non ha ripetuto la splendida passata stagione e il suo talento si è visto solo a sprazzi, stesso discorso che può valere anche per Granzotto, Sarni, Gaglio e Bove, tutte ragazze che hanno le qualità non solo per giocare in A1 ma anche per farlo ad alti livelli. Comunque l’obiettivo stagionale era la salvezza e la formazione di coach Romano (subentrato dopo 4 giornate a Tony Valentinetti) l’ha centrato. All’andata finì 72-59 per Umbertide. Era la partita prima della sosta natalizia, si giocava anche allora di sabato e i tifosi dettero vita, unici nella serie A1 femminile, al Teddy Bear Toss in favore dei bambini costretti a trascorrere le feste nei reparti di pediatria degli ospedali dell’Altotevere. Sul campo Acqua&Sapone fu trascinata dai 15 punti di Swords, dai 14 di Gemelos e Consolini e dai 10 di una Pegoraro al massimo in carriera, ma il successo arrivò solo nel finale, dopo un primo tempo dominato anche in virtù delle grandi percentuali al tiro pesanti e un calo evidente (come altre volte sarebbe poi successo) nel terzo periodo che permise alle ospiti di recuperare ben 16 punti. Un chiaro promemoria del fatto che nonostante i 18 punti di differenza in classifica i due punti sono tutti da conquistare. Bisognerà ripartire dalla prestazione di mercoledì contro Lucca, dall’intensità e dalla qualità di gioco e di scelte espressa sui due lati del campo, con in più l’incognita di come il fisico reagirà alla terza partita in sei giorni in una squadra che fino a qui non è certo stata risparmiata dagli infortuni, con Milazzo e Santucci che hanno già finito il campionato e molti acciacchi per le altre giocatrici, con Robbins quella in condizioni più precarie. Palla a due alle ore 18. Arbitri Gabriele Gagno (TV), Leonardo Solfanelli (LI) e Christian Mottola (TA). Diretta streaming su www.legabasketfemminile.it e diretta radio su Rgm Hit Radio.

28/03/2015 14:27:53

Cultura Alla Biblioteca Comunale di Umbertide letture per bambini dai 3 ai 7 anni

Leggere in biblioteca il sabato pomeriggio e la domenica mattina: questa è la nuova scommessa dell’associazione genitori “Insieme per…”, caldeggiata da tempo anche dal sindaco Marco Locchi, che ha preso il via sabato 21 e domenica 22 marzo e che verrà riproposta anche nel prossimo fine settimana. Alla prima iniziativa hanno partecipato circa 15 bambini dai tre ai sette anni, accompagnati da genitori e nonne, tutti ad ascoltare favole prima del pranzo domenicale. “Continueremo per altre sei date fino a domenica 26 aprile e poi tracceremo un bilancio. - ha affermato Leonella Zucchini, presidente dell'associazione genitori “Insieme per..” - Quale sarà l’esito, non rinunceremo a sperimentare, perché siamo convinti che promuovere la sensibilità verso la lettura sia una pratica che serve a rinforzare il senso di genitorialità, che è la missione della nostra associazione”. “E’ proprio questo il senso dell’iniziativa- ha aggiunto Aldo Manuali, pedagogista e lettore volontario - Leggere ad alta voce ai bambini fin dalla più tenera età è un’attività importante da vari punti di vista: è coinvolgente per la famiglia, rafforza la relazione adulto - bambino, ha benefici sulle capacità di apprendimento dei figli preparandoli meglio alla scuola, perché avranno un vocabolario più ricco, si esprimeranno meglio e saranno più curiosi e soprattutto, verranno educati a quella competenza emotiva ed affettiva, che oggi manca anche agli adulti. Grazie ai nostri soci, lettori volontari che offrono gratuitamente il loro tempo e la loro creatività, è da tempo che stiamo sperimentando forme, modi e luoghi diversi dove diffondere questi concetti, leggendo negli ambulatori pediatrici, alla Coop, alle favole per radio a Notti da brivido in Biblioteca, ai corsi di lettura per genitori che a breve riprenderemo perché molto richiesti”.   Per l’assessore alla Cultura Raffaela Violini l'iniziativa è in linea con le scelte dell'Amministrazione Comunale, che ha inteso, da tempo, potenziare le attività della biblioteca ampliando l’orario di apertura e riorganizzando il personale. “Con questo progetto – ha affermato l'assessore Violini - si apre un nuovo fronte per la fruizione degli spazi pubblici, in particolare la biblioteca, intesa come volano di una proposta  culturale, educativa e sociale tesa a coinvolgere il più possibile i cittadini ed in questo caso i genitori ed i bambini in orari non lavorativi. Con l’associazione genitori è da tempo che ci confrontiamo su questa tematiche e sempre più lo faremo collaborando anche con 'In Vitro' un progetto sperimentale nazionale di promozione della lettura ideato e finanziato dal Centro per il libro e attuato insieme ad enti locali ed associazioni dei bibliotecari. Umbertide svolge un ruolo attivo, con la regione Umbria, coordinando, attraverso la figura del sindaco Locchi le attività del Gruppo locale di progetto dell’Alta Valle del Tevere, che avrà il compito di seguire nel dettaglio le varie iniziative. All’interno di esso Aldo Manuali svolgerà il ruolo di coordinatore operativo dei  rappresentanti di tutti i soggetti attivamente coinvolti nel programma: rete Nati per Leggere, pediatri, bibliotecari, educatori, operatori dei servizi sociali, librai, editori e autori locali, imprenditori locali, docenti universitari. Il programma prevede l'aumento del numero dei lettori abituali, partendo dalla prima infanzia attraverso varie attività; tra queste, entro il primo anno di vita, tramite i pediatri di famiglia, si distribuiranno dei kit di primi libri alle famiglie dei nuovi nati, saranno organizzati corsi di sensibilizzazione e formazione a vari livelli per tutti gli operatori coinvolti ed inoltre, a breve, biblioteche e scuole riceveranno kit di materiali librari e informativi per arricchire gli stimoli alla lettura”. Le prossime letture alla biblioteca comunale di Umbertide rivolti ai bambini dai 3 ai 7 anni e alle loro famiglie si terranno sabato 28 marzo dalle 16 alle 17, domenica 29 marzo dalle 10.30 alle 11.30, sabato 11 aprile dalle 16 alle 17, domenica 12 aprile dalle 10.30 alle 11.30, sabato 18 aprile dalle 16 alle 17 e domenica 26 aprile dalle 10.30 alle 11.30. 

27/03/2015 14:59:27

Attualità » Primo piano C. di Castello: rubata auto a una donna

Alle 20.15 circa di ieri sera, un uomo ha bussato alla porta di una casa isolata di Città di Castello. La padrona di casa ha aperto e si è trovato di fronte un uomo che impugnava un coltello. Il malvivente ha intimato alla sventurata, con modi gentili ma decisi, di consegnargli le chiavi della sua autovettura, una vecchia utilitaria parcheggiata innanzi l’abitazione. La donna non ha potuto fare altro che obbedire. Il rapinatore si è quindi dato alla fuga a bordo del veicolo. La vittima ha avvisato telefonicamente il marito il quale, tornando verso casa, dopo qualche minuto ha incrociato il veicolo della moglie e lo ha inseguito per alcuni chilometri lungo la E45. Dopo un tamponamento che non ha comportato conseguenze fisiche, il malvivente è riuscito a far perdere le proprie tracce. A quel punto il marito della vittima è tornato a casa e con la moglie si è portato presso la Compagnia Carabinieri Città di Castello raccontando l’accaduto. Il ritardo con cui le Forze dell’Ordine sono state informate è stato certamente determinante ed ha impedito ogni tentativo di rintracciare in tempi brevi il rapinatore. L’automobile rapinata è stata rinvenuta da una pattuglia dell’Arma poco dopo in prossimità dello svincolo di Promano, ed è stata sequestrata. I Carabinieri della Stazione di Città di Castello e del Nucleo Operativo e Radiomobile stanno conducendo serrate indagini per risalire all’identità del malvivente, probabilmente dell’est Europa, nonché per comprendere cosa ci facesse, a piedi, nella zona particolarmente isolata dove ha poi commesso la rapina.

27/03/2015 14:23:37

Attualità » Primo piano Progetto Energy Door: premiati i primi tre classificati

Sono stati premiati gli spot più cliccati sul web realizzati dagli studenti degli istituti superiori dell'Altotevere nell'ambito del progetto “Energy Door”. Scopo dell'iniziativa, promossa dal Centro di educazione ambientale Mola Casanova e finanziata dalla Regione Umbria con fondi Por- Fesr, invitare studenti e cittadini a varcare la porta dell’energia per lasciarsi alle spalle abitudini errate e vecchie concezioni e farsi proprie tematiche quali il risparmio energetico e lo sviluppo sostenibile. Così durante lo scorso anno scolastico, i ragazzi dei sei istituti superiori che hanno partecipato al progetto (Agraria e Ipsia del “Patrizi-Baldelli-Cavallotti” di Città di Castello, Geometri del “Franchetti Salviani” di Città di Castello, Itis e liceo scientifico del “Campus Leonardo Da Vinci” di Umbertide e liceo “Plinio il Giovane” di Città di Castello) hanno realizzato spot sul risparmio energetico, pubblicati poi su youtube e votati sia dal pubblico della rete che da un'apposita giuria e ieri presso il Palazzo comunale di Umbertide si è tenuta la cerimonia di consegna dei premi ai primi tre classificati. In palio c'erano buoni per l'acquisto di materiale didattico ed ognuna delle scuole vincitrici ha scelto cosa acquistare in base alle proprie esigenze. Il primo posto se lo è aggiudicato l'indirizzo Itis del Campus “Leonardo Da Vinci” di Umbertide, al quale è stato assegnato un plotter, al secondo posto l'indirizzo Geometri del “Franchetti-Salviani” di Città di Castello che ha optato sempre per un plotter e al terzo posto si è classificato il liceo tifernate “Plinio il giovane” che ha invece vinto un computer. Alla cerimonia di premiazione erano presenti, oltre ad una rappresentanza degli studenti dei tre istituti, accompagnati da dirigenti scolastici e docenti, anche il sindaco Marco Locchi, l'assessore all'Istruzione Cinzia Montanucci, l'ing. Fabrizio Bonucci responsabile dei Lavori pubblici del Comune di Umbertide che ha seguito da vicino il progetto e Tatiana Roscini, responsabile del Centro Mola Casanova. “E' un'iniziativa importante che l'Amministrazione ha condiviso con piacere perché prosegue il cammino verso le fonti rinnovabili che costituiranno il nostro futuro”, ha detto l'assessore Montanucci. “Abbiamo aderito a questa iniziativa perché appartiene ad un filone che il Comune segue da anni, quello di creare una cultura del risparmio energetico e delle energie rinnovabili– ha aggiunto l'ing. Bonucci – In tempi non sospetti, il Comune ha avuto il coraggio di investire nelle rinnovabili realizzando una centrale idroelettrica sul fiume Tevere e un centro di educazione ambientale ed intendiamo proseguire su questa strada”. “L'Amministrazione Comunale punta molto sulle energie rinnovabili ed è impegnata a diffondere una nuova cultura, che parta dai giovani, e che ci consenta di adottare un approccio nuovo verso l'ambiente – ha aggiunto il sindaco Locchi – E' per questo che abbiamo approvato il nuovo Piano Energetico Ambientale Comunale che contiene le misure da intraprendere per ridurre le emissioni di Co2 in atmosfera ed incrementare il ricorso alle rinnovabili”. Il progetto “Energy Door” entrerà ora nel vivo della sua seconda ed ultima fase, che prevede la creazione da parte degli studenti di prototipi di macchine per il risparmio energetico che saranno poi oggetto di una mostra itinerante.

27/03/2015 14:13:14

Notizie » SLIDER Umbertide, successo per le Giornate Fai di Primavera

E' stata un successo l'edizione 2015 delle Giornate Fai di Primavera che ad Umbertide, grazie all'impegno del Gruppo Fai locale e di tanti volontari, ha visto aprire le porte del Castello di Civitella Ranieri e della badia di San Cassiano. Proprio il Castello, antica residenza dei nobili Ranieri, è stato letteralmente preso d'assalto, sfiorando i 1.900 ingressi; un vero e proprio boom si è registrato la domenica pomeriggio quando le visite sono state 1.179 con tanto di umbertidesi e turisti in coda per entrare al castello dove è stato possibile ammirare anche la collezione di antichi libri del conte Roberto Ranieri. Alla Badia di San Cassiano, piccolo gioiello di solito chiuso al pubblico, i visitatori sono stati invece 517. In totale nelle due Giornate di primavera sono state ben 2.386 le persone che hanno deciso di approfittare dell'iniziativa promossa dal Fondo Ambiente Italia e giunta quest'anno alla 23esima edizione che ha permesso di scoprire e riscoprire monumenti del territorio umbertidese spesso sconosciuti ai più. Come sempre le visite guidate sono state curate dagli studenti dell'istituto di istruzione superiore “Leonardo Da Vinci” che nelle vesti di apprendisti ciceroni hanno dimostrato di avere a cuore le bellezze di Umbertide e il patrimonio culturale del nostro Paese, che ha il diritto di essere difeso e salvaguardato. Quello con le Giornate Fai di Primavera è dunque un appuntamento che si rinnova, anno dopo anno, con sempre maggiore successo e che è reso possibile grazie all'impegno di tanti volontari. Il Gruppo Fai di Umbertide intende quindi ringraziare tutti i ragazzi ed i volontari che hanno contribuito alla riuscita dell'iniziativa, le docenti dell'Istituto superiore “Leonado da Vinci” Valentina Ricci Vitiani, Birghitta Roselletti e Catia Biscarini che hanno gestito e preparato oltre 80 ragazzi fra ciceroni ed accompagnatori, gli studenti del “Leonardo Da Vinci”, la famiglia Ranieri, la Civitella Ranieri Foundation insieme alla sua direttrice Dana Grace Prescott, che ha permesso di aprire le porte del Castello di Civitella ai visitatori, al coordinatore di programma Diego Mencaroni,  a Paola Serpolini e a Maurizio Bastianoni, la Diocesi di Città di Castello, il parroco don Gesualdo di Bernardo che ha aperto le porte della Badia di San Cassiano, Giorgio Veschi, Martina Pazzi, la Polizia Municipale e la Polizia Provinciale di Umbertide. 

27/03/2015 14:04:40

Cultura Pasqua in Altotevere: visite guidate al Museo di Santa Croce

C’è anche la visita guidata al Museo Santa Croce di Umbertide nel programma di “Pasqua in Altotevere”, iniziativa promossa dal Museo Diocesano di Città di Castello  che vede coinvolti i comuni di Città di Castello, Umbertide, Montone e Citerna, che è stata presentata questa mattina a Città di Castello.  Nel corso della conferenza stampa, a cui ha partecipato anche il sindaco di Umbertide Marco Locchi insieme ai colleghi di Montone Mirco Rinaldi e di Citerna Giuliana Falaschi, al vicesindaco di Città di Castello Michele Bettarelli, al vescovo della diocesi tifernate mons. Domenico Cancian e alla coordinatrice dell’iniziativa Catia Cecchetti, sono stati illustrati gli appuntamenti che caratterizzeranno il periodo pasquale nei musei di Città di Castello, Umbertide, Montone e Citerna attraverso visite guidate ed eventi culturali. “Pasqua in Altotevere” farà tappa al Museo Santa Croce domenica 26 aprile alle ore 16 con l’iniziativa “Tra arte e melodie”, visita guidata alla scoperta delle opere di Luca Signorelli, promossa in collaborazione con il Comune di Umbertide e Sistema Museo. “’Pasqua in Altotevere’ dimostra che grazie all’unione di intenti e alla collaborazione tra più comuni è possibile promuovere iniziative di spessore che sapranno valorizzare e promuovere ancora di più l’importante patrimonio culturale ed artistico di cui è ricco il territorio dell’Altotevere – ha affermato il sindaco Marco Locchi – Nello specifico al Museo Santa Croce sarà possibile ammirare le opere di artisti quali Luca Signorelli e il Pomarancio, ma per il 26 aprile sarà completata anche la sezione archeologica del museo, che verrà inaugurata l’11 aprile, e che conserva i bronzetti risalenti al VI-IV secolo rinvenuti a Monte Acuto, oltre a monete, ceramiche ed altri reperti di epoca romana e dell’antica civiltà degli Umbri”. La visita guidata è gratuita e per partecipare è necessaria la prenotazione.  

26/03/2015 18:09:10

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy