Attualità » Primo piano Umbertide: uomo minaccia col fucile gruppo di astrofili

Evidentemente la presenza di quel gruppetto di persone a poca distanza dalla sua abitazione lo ha talmente infastidito che ha ritenuto giusto imbracciare un fucile pur di allontanarlo. Protagonista di questa vicenda è stato un normalissimo cittadino di 48 anni residente sulle colline umbertidesi. Verso le 23.30 di sabato un gruppetto di giovani appassionati di astronomia, si sono dati appuntamento, armati di telescopio, in una zona collinare alla periferia di Umbertide. Considerata l’assenza di nuvole e le favorevoli condizioni di luce gli astrofili, tra cui anche una ragazza, hanno posizionato i loro strumenti iniziando ad esplorare il cielo. Il 48enne, la cui abitazione era poco distante dal luogo scelto dal gruppetto, forse insospettito dai rumori e dalle voci, è uscito armato di fucile e li ha affrontati. Nonostante fosse palese che i ragazzi non avevano cattive intenzioni, il 48enne li ha pesantemente minacciati con l’arma giungendo anche ad esplodere un colpo in aria. Il gruppetto di amici non ha avuto scelta e si è allontanato, chiamando però i Carabinieri ai quali hanno raccontato la disavventura. Sul posto si sono portati i militari della Stazione di Umbertide che, dopo aver ascoltato dai diretti interessati quanto era accaduto, hanno bussato alla porta del 48enne. L’uomo è stato accompagnato in caserma dove si è proceduto al sequestro di due fucili da caccia, legalmente detenuti. E’ stato denunciato in stato di libertà per minaccia aggravata.

27/10/2014 14:52:41

Attualità » Primo piano Uno spettacolo teatrale per festeggiare i 50 anni del Fratta

Il Basket Club Fratta festeggia cinquant’anni e per l’occasione salirà sul palco del Teatro dei Riuniti dove venerdì 31 ottobre e sabato 1° novembre alle ore 21,15 verrà messo in scena lo spettacolo “Ippippurrà. 100.000 canestri in 50 anni”, rappresentazione teatrale liberamente tratta dal libro di Federico Sciurpa "Ippippurrà- Canestri sentimentali fra il Tevere e l'Indiana", edito dal Gruppo Editoriale Locale e disponibile nelle librerie e presso la Digital Editor in via Roma 99 ad Umbertide, che racconta la storia della gloriosa società sportiva umbertidese. Lo spettacolo, realizzato in collaborazione con l’associazione Argento Vivo e patrocinato dal Comune di Umbertide, ripercorre le tappe del Basket Club Fratta dagli anni Sessanta agli anni Ottanta, ricordando i tanti personaggi caratteristici che hanno fatto la storia della società. A salire sul palco saranno proprio dirigenti e giocatori del Fratta: Lucio Rondini, Carlo Tramontana, Giovanni Pazzi, Giovanni Bico, Romano Moretti, Michele Crispoltoni ed Alessandro Pucci. Regia, scene e costumi sono di Luciana Orticagli, luci di Giancarlo Bendini, foto e immagini storiche di Mario Bani e Valerio Rosi, musiche di Carla Pucci, tecnico audio è Viviano Cavalaglio, il montaggio video è di coach Michele Staccini, guest star dello spettacolo sarà Bruno Pierotti mentre il coro sarà composto da tutti gli atleti della formazione di serie C maschile insieme a Tiziano Micheli, Antonio Grilli, Filippo Venturelli e Alessandro Butini. I biglietti possono essere acquistati in prevendita al costo di 10 euro contattando i seguenti numeri: Prof. Bico 339 386 6239 - Romano Moretti 335 787 5160 - Lucio Rondini 339 224 6227. 

25/10/2014 10:41:25

Attualità » Primo piano C. di Castello. Denunciati dalla Polizia tre albanesi per possesso di attrezzature atte allo scasso

Nell’ambito dello svolgimento di servizi coordinati per il controllo del territorio, mirati ad infrenare il fenomeno dei reati predatori e furti in abitazione, gli agenti del Commissariato in stretta e sinergica collaborazione con la Polizia Stradale del Distaccamento di Città di Castello, hanno denunciato in stato di libertà alla competente A.G. tre cittadini di origine albanese. Nel corso di un posto di controllo eseguito a breve distanza da un equipaggio della Squadra Volante del Commissariato e da una pattuglia della Polizia Stradale di Città di Castello, in località limitrofa all’abitato di Umbertide, venivano fermati i tre cittadini albanesi a bordo di un’autovettura Mercedes. L.E. di anni 27, A.E. di anni 23 e T.E. di anni 25 tutti con precedenti penali per furto, ricettazione e spaccio di sostanze stupefacenti, apparivano agitati ed infastiditi dal controllo. Gli agenti operanti percepivano lo stato d’animo irrequieto e procedevano alla verifica dell’auto. All’interno del portabagagli erano custoditi due cacciaviti di grosse dimensioni, guanti in lattice e stoffa, nonché altri attrezzi atti allo scasso. Non fornendo alcuna spiegazione circa il possesso di tale attrezzatura, ed essendo i suddetti già colpiti da pregiudizi penali specifici, venivano accompagnati dalla Volante e dalla pattuglia della Polizia Stradale presso gli uffici del Commissariato per i rilievi foto dattiloscopici, relative denunce ai sensi di legge per il possesso di oggetti atti allo scasso e numerose violazioni al Codice della Strada.

23/10/2014 14:57:30

Notizie » SLIDER 14 posti per servizio civile ad Umbertide

Sono 14 i posti disponibili ad Umbertide per svolgere il servizio civile nell’ambito del Piano europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile “Garanzia giovani”. Il programma è rivolto ai giovani dai 15 ai 29 anni che non studiano, non lavorano e non sono in percorsi di formazione, e mira ad offrire loro un’offerta qualitativamente valida di lavoro, proseguimento degli studi, apprendistato o tirocinio, valorizzando le attitudini e il background formativo e professionale di ciascuno. Nello specifico, per chi ha dai 15 ai 18 anni sono previsti percorsi per il completamento del ciclo scolastico e formativo presso enti di formazione accreditati; per chi invece è maggiorenne sono state messe in campo varie forme di intervento: bonus occupazionali per l’azienda che assumerà il giovane, percorsi per la creazione d’impresa, tirocini formativi presso imprese e studi professionali accreditati, servizio civile, servizio Eures che prevede esperienze di lavoro in Europa, voucher formativi per la frequenza di corsi del catalogo unico regionale mirati all’inserimento nel mondo del lavoro.  Tra tutte queste misure a breve verrà avviato il percorso di servizio civile che prevede oltre 300 posti in tutta Umbria e ben 14 con sede ad Umbertide. Il Servizio civile inserito nel programma “Garanzia Giovani” è cosa diversa rispetto al Servizio Civile Nazionale e per questo possono fare domanda anche coloro che hanno già fatto in passato questa esperienza. Per partecipare è necessario innanzitutto iscriversi a “Garanzia Giovani”, effettuando la registrazione al portale regionale https://lavoroperte.regione.umbria.it/MyPortal/, inserendo i dati richiesti e cliccando il box per l’adesione al programma per fissare un appuntamento presso il Centro per l’impiego. Per quanto riguarda il Servizio Civile, di prossima attivazione, sono ben 14 le opportunità ad Umbertide. Nello specifico sono previsti 8 posti con Arci Servizio Civile Perugia da svolgersi nel Comune di Umbertide, 4 per il servizio di assistenza agli studenti disabili nell’ambito del progetto “GG 2015 Diverse abilità, nessuna disabilità” e 4 per attività di tutoraggio scolastico nell’ambito del progetto “GG 2015 Giovamenti”. Sono invece 6 i posti di Servizio Civile promossi da Lega Coop Umbria: 2 per il progetto di assistenza agli anziani presso gli Istituti Riuniti di Beneficenza “Giovani e anziani vicini – Garanzia giovani”, 1 per l’assistenza ai disabili presso il Centro socio-riabilitativo “Arcobaleno” con il progetto “Io ci sono, conta su di me! – Garanzia giovani”, 3 per l’assistenza ai minori presso il Centro di aggregazione “Lucignolo” con il progetto “Lucignolo e Iqbal: il viaggio continua – Garanzia giovani”. Il servizio civile ha una durata di 12 mesi per un impegno settimanale che va da un minimo di 24 ad un massimo di 36 ore, per un monte ore annuo non inferiore a 1.400 e prevede una retribuzione mensile netta pari a 433,80 euro. Per informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio Informagiovani di Umbertide che offre anche servizio di consulenza per l’inserimento dei ragazzi nel programma “Garanzia Giovani”.

23/10/2014 14:48:44

Notizie » Politica Ordine del Giorno di Umbertide Cambia sul segnale Rai nella Valle del Niccone

Riceviamo e pubblichiamo da Umbertide Cambia Con un ordine del giorno che sarà presentato in occasione del prossimo Consiglio Comunale il gruppo Umbertide cambia torna a sollecitare con decisione una soluzione del problema che non consente agli abitanti della Valle del Niccone di ricevere il segnale RAI digitale. Con il documento il gruppo Umbertide cambia richiama il Consiglio comunale ad una presa di posizione unanime, al fine di risolvere il problema che ormai da tempo ingiustamente grava sugli abitanti della Valle, ed invita gli organismi interessati, RAI WAY ed Ispettorato Territoriale Umbria Marche del Ministero dello Sviluppo Economico, Dipartimento per le Comunicazioni, ad individuare congiuntamente e tempestivamente una soluzione tecnica, anche provvisoria. Umbertide cambia sollecita inoltre l’Amministrazione Comunale a convocare una conferenza di servizio tra gli Enti interessati al fine di concordare insieme le modalità ed i tempi di applicazione della soluzione tecnica individuata, a rendere conto in una pubblica assemblea del percorso seguito ed eventualmente, in caso di mancata risposta da parte degli organi competenti, ad attivare le opportune iniziative istituzionali.     Di seguito il testo dell’Ordine del Giorno     Al Sindaco del Comune di Umbertide   Al Presidente del Consiglio Comunale       ORDINE DEL GIORNO GRUPPO UMBERTIDE CAMBIA SU SEGNALE RAI VALLE DEL NICCONE     Premesso che a seguito dell’introduzione del digitale gli abitanti della Valle del Niccone non ricevono più il segnale RAI;   che al fine di ovviare a questo problema molte famiglie si sono dotate di decoder e parabola, assumendo i relativi costi;   che il Comune di Umbertide e Rai Way Perugia si sono attivati per allestire presso Sant’Anna un apparato tecnico provvisorio, Multiplex 1, in grado di consentire la diffusione del segnale nella Valle;   che l’apparato risulta funzionante ed immediatamente attivabile, in attesa di soluzioni definitive;   che la stessa Amministrazione Comunale ha richiesto all’Ispettorato Territoriale competente l’autorizzazione per l’attivazione dell’impianto di trasmissione in digitale dei programmi RAI mediante l’utilizzo dei canali 45 o 23;   che l’Ispettorato ha negato detta autorizzazione in quanto le frequenze risultano già assegnate, seppure non utilizzate.   Posto che l’AGICOM (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni) ha ribadito che in base al contratto di servizio stipulato con il Ministero per lo Sviluppo Economico spetta alla RAI garantire almeno la stessa copertura precedentemente assicurata con il segnale analogico;   che, come da essi stessi affermato, RAI WAY Perugia ha previsto una soluzione definitiva mediante l’utilizzo del canale 29 rete SFN, che necessita però di strutture tecniche diverse, ulteriori spese e lunghi tempi di attivazione;   che l’Ispettorato Territoriale Umbria Marche del Ministero dello Sviluppo Economico, Dipartimento per le Comunicazioni, si è reso disponibile a valutare una nuova proposta, compatibilmente con la disponibilità dei canali pianificati per la Regione Umbria, ed a richiedere alla società RAI, in mancanza di un canale alternativo, di provvedere a servizio Mux 1 nell’area geografica interessata,     il Consiglio Comunale di Umbertide, con il  presente ordine del giorno,   al fine di risolvere il problema che ormai da tempo ingiustamente grava sugli abitanti della Valle del Niccone,   invita gli organismi interessati, RAI WAY ed Ispettorato Territoriale Umbria Marche del Ministero dello Sviluppo Economico, Dipartimento per le Comunicazioni, ad individuare congiuntamente e tempestivamente una soluzione tecnica, anche provvisoria, che consenta la visione dei programmi RAI nella Valle del Niccone attraverso l’utilizzo del normale segnale digitale     invita inoltre l’Amministrazione Comunale:   ad inviare il presente ordine del giorno agli organi competenti;   a convocare una conferenza di servizio tra gli Enti interessati al fine di concordare insieme le modalità ed i tempi di applicazione della soluzione tecnica individuata,   a rendere conto in una pubblica assemblea del percorso seguito ed eventualmente, in caso di mancata risposta da parte degli organi competenti, ad attivare le opportune iniziative istituzionali.     Umbertide li 22.10.2014                                                                          Il gruppo Consiliare Umbertide cambia                                                                                     Claudio Faloci                                                                                   Alessia Bartolini                                                                                   Stefano Conti

21/10/2014 14:45:29

Notizie » Politica M5S Umbertide: dove sono i soldi della discarica di Pietramelina?

Riceviamo e pubblichiamo dal Movimento 5 Stelle Umbertide Il Piano Regionale dei Rifiuti approvato nel 2009 aveva introdotto un’indennità di disagio ambientale per le comunità che vivono vicino agli impianti di trattamento dei rifiuti. Per questo motivo il comune di Umbertide riceve dal comune di Perugia un’indennità da utilizzare a Pierantonio per i pierantoniesi. Fino al 2011 il Comune di Umbertide ha utilizzato una parte di quei soldi per rimborsare la tassa dei rifiuti ai cittadini di Pierantonio, dopo niente, non sono più stati riconosciuti dei soldi dovuti per il disagio che la gestione dei rifiuti, troppo spesso discutibile, produce agli abitanti della frazione. Il M5S ha voluto vederci chiaro ed il risultato è stato che nel biennio 2012/2013 il Comune di Umbertide ha ricevuto circa 157.105,15 euro di cui 131.548,58 nel 2012 e 25.556,57 nel 2013. Questa differenza è dovuta al fatto che nel 2013 la discarica è stata chiusa ed il disagio ambientale viene riconosciuto per il solo compostaggio, che di fatto aumenta in maniera esponenziale il disagio producendo un’aria maleodorante. Considerato che l’ultimo rimborso fatto ai cittadini dal comune è stato di 48.521 euro, dove sono finiti tutti gli altri soldi? Perché il disagio ambientale subito dai pierantoniesi  non viene riconosciuto attraverso il rimborso della tassa sui rifiuti? La risposta che giunge è questa: l’ Amministrazione  ha preferito utilizzare i contributi per interventi di manutenzione e miglioramento di strutture nel territorio (installazione pannelli fotovoltaici in edifici scolastici e sportivi, e manutenzione al CVA di Pierantonio); in sede di bilancio 2014 si stabilirà poi come destinare i restanti contributi.  Non sarebbe stato più corretto consultare i cittadini interessati visto che certi interventi dovrebbero essere garantiti comunque dall’Amministrazione senza dover ricorrere a somme derivanti da un’ indennità di disagio? A voi trarre le dovute conclusioni.

21/10/2014 14:39:33

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy