Cultura » Mostre COSA VEDERE AL METROPOLIS DAL 14 AL 20 GIUGNO

COSA VEDERE AL METROPOLIS DAL 14 AL 20 GIUGNO Mentre fervono i preparativi per la programmazione estiva in Piazza San Francesco ad Umbertide (a breve date e programma completo dei film e degli ospiti), arrivano al Metropolis: un classico restaurato a 50 anni dall'uscita in sala (2001: ODISSEA NELLO SPAZIO) e un nuovo capitolo della saga di Jurassic Park: Jurassic World 2: Il regno distrutto.   DINOSAURI IN FUGA DALL'ISLA NUBLAR NELLA SAGA CREATA DA SPIELBERG   JURASSIC WORLD 2: IL REGNO DISTRUTTO   DI JUAN ANTONIO BAYONA DA GIOVEDÌ 14 GIUGNO AZIONE / AVVENTURA / DURATA 110 MIN / USA 2018 - UNIVERSAL PICTURES  Nuovi pericoli attendono l’ex addestratore di velociraptor Owen Grady (Chris Pratt) e la vecchia responsabile del parco Claire Dearing (Bryce Dallas Howard), minacciati dalle sconsiderate azioni del dottor Wu (B.D. Wong), ancora in possesso degli embrioni rimasti. I due eroi potranno contare sullo sguardo lucido e lungimirante del professor Ian Macolm (Jeff Goldblum), specialista della teoria del caos e sopravvissuto agli attacchi di oltre vent’anni prima. Sua la frase del poster: “la vita vince sempre”. Giovedì 14 ore 21:15 Venerdì 15 ore 21:15 Sabato 16 ore 18:15 - 21:15 Domenica 17 ore 18:15 - 21:15 Lunedì 18 ore 21:15 UN CAPOLAVORO CHE COMPIE 50 ANNI   2001: ODISSEA NELLO SPAZIO   DI STANLEY KUBRICK SOLO IL 19 E 20 GIUGNO CULT MOVIE / DURATA 141 MIN / USA / GRAN BRETAGNA,1968 - WARNER BROS 2001: Odissea nello spazio festeggia quest’anno il suo 50esimo anniversario. Era infatti il lontano 12 dicembre 1968 quando il pilastro della filmografia di Kubrick usciva nelle sale italiane cambiando per sempre il corso della storia del cinema internazionale. Ancora oggi questo grande lavoro è considerato un cult senza tempo, peraltro oggetto di studi approfonditi e materia d’esame per chi sceglie il cinema come strada universitaria. Martedì 19 ore 21:15 Mercoledì 20 ore 21:15  

14/06/2018 08:54:10

Attualità » Primo piano Amministrative Umbertide 2018, le possibili ripartizioni del consiglio comunale dopo il ballottaggio

Mancano undici giorni al ballottaggio che si terrà domenica 24 giugno. A contendersi il posto più alto di palazzo Bourbon saranno Paola Avorio, candidata del centrosinistra e Luca Carizia, candidato del centrodestra. Ora vi proponiamo le possibili ripartizioni dei seggi del consiglio comunale umbertidese dopo il ballottaggio.   Nel caso di vittoria di Paola Avorio (tra parentesi le preferenze ottenute dai candidati)   Maggioranza Partito democratico Filippo Corbucci (212), Matteo Ventanni (194), Francesco Baldassarri (161), Giuseppina Gianfranceschi (158), Anna Maria Boldrini (152), Monica Nanni (147), Elena Galmacci (123), Mario Zeno Rosi (119) e Achille Junior Roselletti (88) Progetto Umbertide Barbara Mischianti (67) Minoranza Lega Luca Carizia (candidato sindaco) e Lorenzo Cavedon (121) Umbertide Partecipa Marco Locchi (candidato sindaco) e Francesco Caracchini (236) Umbertide Cambia Gianni Codovini (candidato sindaco) Movimento 5 Stelle Giampaolo Conti (candidato sindaco)   Nel caso di vittoria di Luca Carizia, la situazione sarebbe la seguente   Maggioranza Lega Lorenzo Cavedon (121), Francesco Cenciarini (82), Giovanni Dominici (71), Tania Turchi (71), Marianna Franceschini (68), Claudia Fagnucci (58), Vittorio Galmacci (35), Giuseppe Cinque (31) ,Ettore Spatoloni (30) e Marco Floridi (27)   Minoranza   Partito Democratico   Paola Avorio (candidata sindaco) e Filippo Corbucci (212) Umbertide Partecipa Marco Locchi (candidato sindaco) e Francesco Caracchini (236) Umbertide Cambia Gianni Codovini (candidato sindaco) Movimento 5 Stelle Giampaolo Conti (candidato sindaco)

13/06/2018 20:45:10

Attualità » Primo piano Spoleto, quattro arresti per tentato omicidio

I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Spoleto, nel corso della nottata hanno arrestato, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare, quattro italiani di 36, 34, 25 e 18 anni, tutti residenti a Spoleto, tre dei quali muniti di diversi pregiudizi per reati contro la persona, il patrimonio ed in materia di stupefacenti, ritenuti responsabili a vario titolo del tentato omicidio di un cittadino di origini marocchine, posto in essere a Spoleto, nella frazione San Giovanni di Baiano, circa un mese fa. Le indagini condotte dai militari e coordinate dal Sostituto Procuratore Dottoressa Elisa Iacone, attraverso attività tecniche di intercettazione, dinamiche ed escussione di persone informate sui fatti, hanno consentito di ricostruire in pochissime settimane le responsabilità dei quattro giovani, tesi poi accolta dal Giudice per le Indagini Preliminari di Spoleto che ha emesso il provvedimento restrittivo. Stando a quando appurato dagli inquirenti il movente causa del folle gesto sarebbe da ricondurre ad una discussione avvenuta poco prima dell’accoltellamento tra la vittima e la fidanzata di uno degli aggressori nel corso della quale il giovane avrebbe leso la dignità della donna. Subito dopo aver assistito al diverbio il pregiudicato si è quindi allontanato per far ritorno nei pressi del campetto poco dopo con altri tre complici, tra i quali vi era proprio il fidanzato della ragazza. Sul posto, mentre uno di loro è rimasto a bordo della vettura con la quale erano giunti, gli altri tre, armati di spranghe e coltelli, dopo aver attratto con una scusa il cittadino marocchino, hanno deciso di vendicarsi colpendolo con più fendenti all’addome e al braccio nel tentativo di ucciderlo. Il tragico epilogo è stato scongiurato solo grazie alla pronta reazione della vittima e all’aiuto di altre persone presenti che sono riuscite a mettere in fuga gli aggressori. A seguito dei fatti la vittima è stata ricoverata in prognosi riservata e sottoposta d’urgenza ad un delicato intervento chirurgico presso l’ospedale di Spoleto dal quale è stato poi dimesso dopo alcune settimane di degenza. Nel corso dell’esecuzione delle misure sono state rinvenute e sottoposte a sequestro, a carico di due degli indagati, diverse armi da taglio e un modico quantitativo di stupefacente del tipo hashish. Dei quatto arrestati, tre sono stati condotti in carcere mentre il quarto, il cui ruolo è stato più marginale, è stato ristretto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.

12/06/2018 12:33:19

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy