Notizie » Società Civile Ricomincia la scuola, l'augurio del sindaco Locchi e dell'assessore Montanucci

“Oggi, lunedì 14 settembre, inizia una nuova avventura per 2.700 studenti umbertidesi che torneranno a sedersi, o siederanno per la prima volta, sui banchi di scuola. Per loro, per gli insegnanti e per il personale Ata comincia infatti un nuovo anno scolastico che coincide sempre con l’inizio di una nuova fase della propria vita. La scuola è il luogo in cui si formano le coscienze, crescono gli adulti di domani e si costruisce, giorno dopo giorno, il futuro del nostro Paese ed è per questo che deve tornare ad essere tra le priorità dell’agenda politica nazionale. Finalmente, dopo anni di continui tagli, l’Italia è tornata ad investire nell’istruzione, stanziando risorse per l’edilizia scolastica, per il miglioramento della didattica, per la stabilizzazione e la formazione dei docenti." Anche l’Amministrazione Comunale di Umbertide ha investito e continua ad investire nella scuola attraverso interventi di edilizia scolastica in grado di garantire a studenti, docenti e personale scolastico strutture sicure e adeguate. Lo scorso anno abbiamo inaugurato l’intervento di miglioramento sismico della scuola primaria di Pierantonio, quest’anno invece apriamo l’anno scolastico con l’inaugurazione dell’intervento di miglioramento energetico dei due edifici della scuola media Mavarelli- Pascoli, costato 500mila euro e cofinanziato dalla Regione Umbria, che ci ha permesso di sostituire gli infissi rendendo le aule più confortevoli. Abbiamo inoltre presentato richiesta di ulteriori finanziamenti per la riqualificazione di altre scuole, proseguendo così nel percorso che vede la messa in sicurezza degli edifici scolastici tra le priorità di questo mandato amministrativo. L'Amministrazione Comunale è sempre stata vicina alle scuole nella convinzione che è soltanto investendo nell’istruzione che la nostra Città potrà crescere e guardare con più fiducia al futuro. Un augurio quindi a tutti docenti ed in particolare a chi da quest’anno, grazie alla riforma del sistema scolastico, è stato immesso in ruolo, al personale Ata e soprattutto un grande in bocca al lupo a tutti gli studenti umbertidesi per i quali da oggi inizia una nuova avventura. Buon anno scolastico!” Il sindaco Marco Locchi e l’assessore all’Istruzione Cinzia Montanucci

14/09/2015 17:22:58

Notizie » Società Civile Inaugurato l'intervento di miglioramento energetico della scuola Mavarelli – Pascoli

E' tornata a suonare la campanella per i 2.700 studenti umbertidesi che da questa mattian sono tornati a sedersi sui banchi di scuola. Alla scuola Mavarelli-Pascoli è stata una riapertura con tanto di taglio del nastro perché, con l'occasione, è stato inaugurato anche l'intervento di miglioramento energetico dei due edifici. I lavori, del costo complessivo di 500.000 euro, cofinanziati dalla Regione Umbria con fondi strutturali Por-Fesr, ed effettuati dalla ditta Didaco srl di Andria, hanno visto la sostituzione di tutti gli infissi, restituendo a studenti, docenti e personale Ata aule più confortevoli e garantendo un notevole risparmio economico in termini di consumi di gas metano. All'inaugurazione sono intervenuti il sindaco Marco Locchi e l'assessore all'Istruzione Cinzia Montanucci che hanno augurato a studenti ed insegnanti un buon inizio di anno scolastico, ribadendo il sostegno dell'Amministrazione Comunale alle scuole del territorio attraverso interventi di messa in sicurezza e riqualificazione degli edifici scolastici. A salutare gli studenti anche la dirigente scolastica Gabriella Bartocci; presenti inoltre il presidente del Consiglio comunale Giovanni Natale, dirigenti della Regione Umbria e rappresentanti delle ditte che hanno effettuato i lavori e la progettazione, Didaco srl, studio di progettazione Bondi, Naticchioni e Vitali, studio Exup e Decor casa.

14/09/2015 15:40:07

Notizie » Società Civile Calato il sipario sulla Fratta dell'800, i bambini protagonisti dello spettacolo di chiusura. Torna come da tradizione la goliardia dei briganti

Ha chiuso i battenti l'edizione 2015 della Fratta dell'800. Per quattro giorni il centro storico di Umbertide è stato animato da spettacoli, concerti, balletti, numeri circensi e di magia che hanno divertito grandi e piccini. Le piazze hanno infatti ospitato una lunga serie di eventi, dalla magia del Mago Kenzo agli acrobati e clown del circo Bianconiglio e del circo arena dei Fratelli Pettè, dalle improvvisazioni teatrali del Caffè degli artisti alla mostra di costumi ottocenteschi del Museo Santa Croce, passando per balletti, laboratori per bambini, danza aerea e danza popolare. Protagoniste della festa le immancabili taverne ed osterie che per quattro giorni hanno proposto i piatti tipici della cucina contadina e che si sono sfidate negli antichi giochi popolari e che hanno visto trionfare l'Osteria dei briganti nel tiro alla fune femminile e nella maratona e l'Osteria del Mattatoio nel calcio a 5 “a purtine”, premiati ieri sera in piazza Matteotti. La serata è poi continuata con la cerimonia di chiusura in piazza del Mercato, aperta dalle suggestive macchine del fuoco dell' “Accademia creativa” con uno spettacolo ispirato alla “Tempesta” di Shakespeare e proseguita con il messaggio di pace e fratellanza lanciato dai bambini che hanno fatto volare in cielo tanti palloncini rossi, bianchi e verdi, tributando così il loro personale saluto all'Italia. Come al solito anche a quest'edizione della festa non è mancata la goliardia con i briganti che, nella notte tra sabato e domenica, sono tornati a “colpire”, mettendo a soqquadro il centro storico di Fratta che, per l'occasione è diventata “Expo – lo sbaracco dei briganti”, facendo il verso all'esposizione internazionale di Milano. Così al centro di piazza Matteotti è sorto un Albero della vita nello stile inconfondibile dei briganti mentre via Cibo è diventata la via dello Sbaracco, dove sono stati messi in vendita vari articoli che nottetempo i briganti avevano gentilmente “preso in prestito” dalle altre taverne; tra gli stand non poteva mancare quello del Comune che, nell'ottica dell'ironia del gruppo di via Spunta, è ancora “in allestimento”.    

14/09/2015 15:32:13

Notizie » Società Civile Fratta dell'800, la Fanfara dei Carabinieri a cavallo entusiasma ed accende piazza Matteotti

Ha entusiasmato e affascianto il numeroso pubblico presente la Fanfara del 4° Reggimento Carabinieri a cavallo che ieri mattina ha animato piazza Matteotti nella giornata conclusiva della rievocazione storica della Fratta dell'800. Grazie alla stretta collaborazione tra l'Amministrazione Comunale di Umbertide e la Mostra Nazionale del Cavallo di Città di Castello con il suo presidente Fausto Bizzirri, è stato infatti possibile ospitare ad Umbertide la prestigiosa fanfara che, in accordo con l'Accademia dei Riuniti, è stata inserita nel calendario degli eventi della Fratta dell'800, dando vita ad uno spettacolo unico nel suo genere. Così ieri mattina, i ventitrè destrieri dal manto bianco con in sella i militari del 4° Reggimento Carabinieri a cavallo guidati dal maresciallo capo Fabio Tassinari, sono partiti dalla zona degli impianti sportivi di via Morandi, per sfilare lungo le principali vie della città, al ritmo dei tamburini, in direzione piazza Matteotti. Prima di raggiungere il centro storico, la parata si è fermata all'incrocio tra via Unità d'Italia e via Andreani per rendere omaggio a Donato Fezzuoglio, il carabiniere ucciso nel 2006 nel tentativo di sventare una rapina, un commovente fuori programma nato dall’incontro casuale, prima della partenza del corteo, con la vedova del militare. Poi tra due ali di folla, la Fanfara ha raggiunto piazza Matteotti dove il sindaco Marco Locchi ha reso onore ai militari. La cerimonia si è conclusa con l'esibizione della fanfara che è poi ripartita sfilando da piazza Matteotti, davanti agli occhi estasiati degli spettatori.  

14/09/2015 15:24:11

Attualità » Primo piano Chiusura tratta ferroviaria Umbertide – San Sepolcro, i sindaci chiedono il ripristino del servizio e certezze per il futuro della Fcu

Salvaguardia del servizio e certezze sul futuro della ex Fcu: lo chiedono in una dichiarazione congiunta i Comuni di Città di Castello, San Giustino, Sansepolcro e Umbertide, riuniti a Città di Castello dopo l’annunciata sospensione delle corse per ragioni di sicurezza. Erano presenti all'incontro i sindaci di Città di Castello Luciano Bacchetta, di Umbertide Marco Locchi, di San Sepolcro Daniela Frullani e l'assessore di San Giustino Massimiliano Manfroti. “Vogliamo conoscere le ragioni che hanno indotto ad una misura così drastica, sapere se la chiusura si sarebbe potuta evitare e soprattutto quali sono i tempi di ripristino del collegamento. - hanno affermato - Trasferire quotidianamente un volume di oltre 200 persone da Città di Castello ad Umbertide su pullman significa non solo penalizzare gli utenti ma congestionare nelle ore a più intenso flusso il sistema del traffico interno. Abbiamo chiesto un incontro urgente all’assessore regionale Chianella, ci riserviamo di muoverci anche nei confronti dell’azienda che gestisce il servizio perché il territorio nel suo complesso non può accettare di perdere un’infrastruttura su cui a parole si è molto investito anche nel recente passato e che, al netto delle molte criticità, è un riferimento per tanti pendolari, lavoratori e studenti, oltre a rappresentare un patrimonio in termini di occupazione e professionalità. Come sindaci abbiamo intenzione di fare appello a tutti i soggetti pubblici e privati perché la ex Fcu entri con forza nell’agenda della Regione e ne sia scongiurata la dismissione, dal momento che la ferrovia costituisce un patrimonio irrinunciabile per l'intero territorio regionale, una risorsa dalle elevate potenzialità che l'Umbria non può permettersi di perdere. Nell’immediato chiediamo tempi certi e risorse disponibili per intervenire con celerità sulla tratta a rischio così da superare l’emergenza e i disagi che, a pochi giorni dall’inizio dell’anno scolastico e alla ripresa delle attività in generale, gli utenti devono sostenere; in secondo luogo ci faremo promotori di un fronte comune per unire istituzioni, cittadini, sindacati e mondo economico nella difesa di un servizio ferroviario che svolga finalmente quella funzione di metropolitana di superficie auspicata ma mai concretamente perseguita”.

14/09/2015 12:07:52

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy