Notizie » SLIDER Presentato il calendario di Umbertide

E’ dedicata ai fatti storici che caratterizzarono la vita ad Umbertide tra fine Ottocento ed inizio Novecento e, soprattutto agli eventi di cui ricorre quest’anno il centenario, l’edizione 2015 del Calendario storico di Umbertide, presentato oggi pomeriggio al Museo Santa Croce. Pagina dopo pagina, mese dopo mese, il calendario consente di scoprire  e riscoprire fatti e aneddoti di Umbertide, attraverso interessanti approfondimenti su eventi accaduti intorno al 1915, vale a dire cento anni fa, che hanno cambiato profondamente la vita della città, come l’avvento dell’energia elettrica o la costruzione della ferrovia, o che hanno lasciato segni indelebili, come la presenza di Leoncillo alle Ceramiche Rometti o la nascita della società sportiva Tiberis. Il calendario è stato illustrato dal sindaco Marco Locchi, dal curatore Adriano Bottaccioli e dal coordinatore Fabio Mariotti; sono inoltre intervenuti il direttore del servizio ferroviario di Umbria Mobilità Esercizio srl ing. Mauro Fagioli, il presidente del Real Pitulum Tiberis Lorenzo Peruzzi e Mario Tosti che ha curato le pagine dedicate all’anniversario dell’elettrificazione di Umbertide. “Dando uno sguardo al 2015 ci siamo accorti che quest’anno cade il centenario di importanti avvenimenti che hanno segnato profondamente la storia di Umbertide e per questo abbiamo deciso di dedicare a loro il calendario– ha affermato il sindaco Locchi – Quest’anno l’iniziativa è giunta alla 24esima edizione, confermandosi una tradizione molto apprezzata dagli umbertidesi; ringrazio quindi tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita del calendario che nei prossimi giorni arriverà nelle case di tutti i cittadini e che ci farà compagnia fino a dicembre”. Come spiegato da Bottaccioli, il calendario si apre con una breve cronologia degli eventi più significativi avvenuti a cavallo tra Ottocento e Novecento, per poi aprire con i mesi di gennaio, febbraio e marzo con foto e aneddoti sulla società calcistica Tiberis e sui suoi cento anni di storia; i mesi da aprile a giugno sono invece dedicati all’elettrificazione di Umbertide di cui quest’anno cade il centenario mentre nella pagina del mese di luglio trova spazio un'esclusiva, merito di Amedeo Massetti, uno dei redattori storici del Calendario scomparso lo scorso anno: la scoperta della cantante lirica umbertidese Zelmirina Agnolucci che, giovanissima, agli inizi del Novecento cantò con grande successo alla corte dello zar Nicola II. Da agosto ad ottobre il calendario ricorda la storia delle Ceramiche Rometti e l’apporto alla manifattura umbertidese dello scultore e ceramista Leoncillo, di cui quest’anno ricorre il centenario dalla nascita; novembre e dicembre sono invece dedicati alla costruzione della ferrovia dell’Appennino centrale, diventata poi Ferrovia Centrale Umbra. Il calendario termina con un’antologia minima di scritti su Umbertide, che narrano episodi e aneddoti della vita cittadina. La presentazione del calendario di Umbertide è stata inoltre anche l’occasione per ricordare le vittime dell’attentato di Parigi, sottolineare l’importanza della libertà di stampa e di espressine e ribadire l’assoluta contrarietà alla violenza e al terrorismo. 

11/01/2015 12:26:25

Attualità » Primo piano Basket Femminile Serie A1, ad Umbertide l'organizzazione della Final Four di Coppa Italia

Il sogno è finalmente diventato realtà. L’obiettivo al quale la società ha alacremente lavorato nelle ultime settimane, trasformandolo da difficile speranza a concreta possibilità, con anche il formidabile supporto da parte dei tifosi (promotori su Facebook della pagina A Perugia le Final Four, forte di quasi 400 fan) e al sostegno degli sponsor, è stato raggiunto. La Final Four di Coppa Italia 2015 si disputerà nel week-end tra il 21 e 22 febbraio al PalaEvangelisti di Perugia, organizzata da Pallacanestro Femminile Umbertide. Questo il verdetto emerso dalla riunione del consiglio direttivo della LegaBasket femminile, riunitosi questa mattina a Bologna. La decisione è arrivata grazie al sorteggio, dopo che la votazione svoltasi al termine di un’ampia discussione aveva decretato un verdetto di parità fra Umbertide e Schio. “Sono estremamente contento e  onorato che sia stato raggiunto questo importante obiettivo- ha dichiarato il Presidente della Pfu dott. Paolo Betti- Ci metteremo subito all’opera per la buona riuscita dell’evento, la cui organizzazione sarà seguita dal nostro dirigente responsabile Lorenzo Scarponi”. Per Umbertide, alla quinta partecipazione consecutiva all’evento, si tratta della seconda organizzazione di questo evento. Anche nel 2011 la società del presidente Paolo Betti si assunse l’onore e l’onere di curare la Final Four, disputata sempre a Perugia. Fu un grande successo, con oltre 2000 persone ad assistere alla finale del 13 marzo tra la formazione allenata da coach Serventi e Schio, qualificatesi superando in semifinale rispettivamente Venezia e Faenza, che vide le venete imporsi per 80-69. L’impegno ora è tutto volto a far sì che tale successo si ripeta anche quest’anno, quando a sfidare Acqua&Sapone Umbertide saranno l’ancora imbattuta Passalacqua Ragusa, le campionesse uscenti del Famila Schio e la parziale sorpresa Fila San Martino di Lupari. Sarà un lavoro complesso e non semplice, ma saranno profuse tutte le energie possibili per regalare agli appassionati quel grande spettacolo che il basket femminile al suo massimo livello sa offrire.

10/01/2015 18:21:31

Notizie » Politica Lega Nord Umbria interviene su attentato a Parigi

Riceviamo e pubblichiamo dalla Lega Nord Umbria Visti i gravissimi fatti accaduti in Francia, ritengo sia necessario intervenire immediatamente adoperandosi quanto prima per la messa in sicurezza della nostra Regione. Credo sia assolutamente importante che tutti i sindaci dei comuni Umbri obblighino tutti gli Imam presenti nel territorio Regionale a predicare all'interno delle moschee in lingua italiana, cioè, l'obbligo di parlare nella lingua del paese che li ospita, (come fanno del resto i Rabbini all'interno delle loro sinagoghe) dal momento che ormai ci troviamo palesemente di fronte ad un attacco dobbiamo cercare di evitare di "allevare" in casa nostra, possibili nemici della nostra cultura e, della nostra storia. Ci aspettiamo vengano prese immediatamente misure concrete affinché quello che è accaduto in Francia non si ripeta mai più, affinché le libertà di espressione e pensiero vengano difese e protette dal fanatismo di personaggi che pretendono di imporre e costruire a loro immagine e somiglianza un mondo che fortunatamente non ci appartiene minimamente. In conclusione ritengo che il mondo Islamico che si definisce moderato, essendo tale, non abbia alcun problema a professare la propria religione in italiano. Cogliamo l'occasione per mandare tutta la nostra massima solidarietà e vicinanza fraterna alla Francia e al popolo francese. Marchetti Riccardo Augusto  Coordinatore Giovani Lega Nord Umbria

09/01/2015 14:35:46

Notizie » Politica L'omaggio del Pd di Umbertide alle vittime dell'attentato di Parigi

Riceviamo e pubblichiamo dal Partito Democratico di Umbertide Un mazzo con tre rose, una rossa, una bianca, una blu, a simboleggiare il tricolore francese, e una copia della ristampa di “Facanàpa”, la rivista satirica diffus ad Umbertide a fine Ottocento, per ribadire con forza il diritto alla libertà di stampa, di satira e di espressione. Così il Partito Democratico di Umbertide ha voluto esprimere la propria vicinanza e solidarietà al popolo francese, duramente colpito dal terribile attacco terroristico alla redazione del giornale satirico Charlie Hebdo. Questa mattina un gruppo di iscritti al Pd si è ritrovato nella sede di via Pomarancio per commemorare e riflettere su quanto accaduto - e sta accadendo ancora in queste ore - a Parigi. E lo ha fatto in due modi: con un mazzo con tre rose, rossa bianca e blu, è stato reso omaggio alle vittime dell'attentato terroristico, e con una copia di “Facanàpa” è stato lanciato un messaggio in difesa del diritto di satira, del diritto di stampa e, più in generale, del diritto alla libertà. “Facanàpa”, tra i più antichi giornali satirici dell'Umbria, era un quindicinale che uscì dal 3 dicembre 1893 al 15 luglio 1894; i suoi scaltri giornalisti, ben celati dietro pseudonimi dal sapore orientale, prendevano di mira le anomalie amministrative del tempo e, con ironia sottile e sarcasmo mordace, mettevano sotto la lente d'ingrandimento politici ed amministratori locali. Nel mirino finì soprattutto il consigliere comunale, il veneto Giacomino Dal Bianco, di cui fu criticato l'eccessivo potere, poco trasparente e privo di freni e di controllo, tanto che la pubblicazione cessò di esistere proprio a seguito del pensionamento di Dal Bianco. Oggi quindi, all'indomani dell'attentato di Parigi, il PD ha voluto recuperare un pezzo della storia e della cultura umbertidese per sottolineare l'importanza della satira, intesa come libera espressione delle proprie idee e del proprio pensiero, che nel mondo contemporaneo appare purtroppo sempre più messa in discussione. “Quanto accaduto a Parigi è orribile. – hanno dichiarato dal Pd umbertidese – L'assalto alla sede del giornale Charlie Hebdo è un attacco vile e violento alla libertà di stampa, alla libertà di satira e, più in generale alla libertà di ogni cittadino. Esprimiamo la nostra vicinanza alle famiglie delle vittime, a tutti i giornalisti e al popolo francese. Libertà, fraternità ed uguaglianza sono i principi su cui si basa la Repubblica francese e da quei principi vogliamo ripartire per combattere qualsiasi forma di odio e di violenza”.

09/01/2015 14:25:35

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy